Bollo auto: cavalli fiscali, cavalli vapore e kiloWatt

Bollo auto: cavalli fiscali, cavalli vapore e kiloWatt

Il bollo auto è una tassa automobilistica che grava su tutti gli autoveicoli e motoveicoli immatricolati in Italia. Il suo versamento è a favore delle Regioni di residenza. Ogni proprietario è pertanto tenuto a pagarlo nei tempi previsti e a calcolarne il costo. Questa procedura non sempre risulta facile e spesso genera equivoci. I parametri che influiscono sulla quota finale sono essenzialmente due.

  •         Potenza del veicolo
  •         Classe ambientale

Il calcolo si può effettuare sia sul sito dell’ACI che su quello dell’Agenzia delle Entrate. È sufficiente inserire il numero di targa del veicolo, il tipo di pagamento (se prima immatricolazione, rinnovo o omesso) e i kW. In automatico verrà fornito il “prezzo giusto”.

KiloWatt o cavalli?

La confusione è spesso generata dal conteggio della potenza: si intendono cavalli fiscali, cavalli vapore o kiloWatt? In termini fiscali si parla di potenza con riferimento a quella effettiva del motore, come riportato sul libretto di circolazione. L’unità di misura, in questo caso, è il kiloWatt. Tuttavia le case automobilistiche continuano ad utilizzare il termine cavalli, contribuendo a creare incertezza. Per il bollo, infatti, vanno sempre e comunque considerati i kW.

Cavalli vapore e cavalli fiscali: cosa sono, differenze

Diventa così necessario effettuare la distinzione da cavalli fiscali a cavalli vapore e ancora da questi ai kiloWatt. Se ci si riferisce alla potenza vera e propria, si parla di cilindrata e potenza in cavalli (o kW), mentre la potenza in cavalli ha la doppia accezione di cui sopra.

  •         Cavalli vapore: esprimono potenza e prestazioni del motore. Sono indicati dalle sigle HP (Horse Power) o CV.
  •         Cavalli fiscali: si riferiscono alla cilindrata. Non esprimono valori prestazionali ma valori legali (fiscali) rispetto alla cubatura del motore.

Quando si acquista un’auto, consapevoli di doverne pagare successivamente il bollo, occorrerà pertanto tenere in considerazione i secondi.

Come effettuare la conversione

Per poter calcolare i kW partendo dai cavalli fiscali, basta moltiplicare questi ultimi per la cifra di 0,7354. 10 cavalli fiscali equivalgono ad esempio a 7,35 kW. Un cavallo fiscale comprende invece una cilindrata che va da 19,8 a 57,1 centimetri cubi. Maggiore è la potenza di una vettura e più alta sarà la tassa automobilistica da versare.

Il bollo auto è solo una delle tante scadenze che riguardano la tua vettura. Tra le più importanti c’è anche quella dell’assicurazione. Se intendi rivedere o cambiare la tua polizza RC auto, sei nel posto giusto. Sul nostro sito potrai infatti confrontare le offerte delle migliori compagnie e generare gratuitamente un preventivo che varrà per i due mesi successivi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione sanitaria viaggio obbligatoria: dove?

In quali paesi è obbligatoria l’assicurazione sanitaria? Come ci si regola prima di intraprendere un viaggio, magari lontano dall’Italia? Di solito ognuno decide in base alla propria coscienza. Che si viaggi in Italia, con bambini (leggi subito la nostra guida alle assicurazioni viaggi con bambini), da soli o all’estero, solitamente non ci sono obblighi di

CONTINUA A LEGGERE

Iscrizione ASI: quanto costa nel 2019 e vantaggi

I possessori di un’auto storica possono richiedere anche nel 2019 l’iscrizione ASI. L’Automotoclub Storico Italiano è l’ente federale che sostiene e tutela la motorizzazione storica in Italia. Tra le sue mansioni c’è quella di rilasciare certificati che attestano caratteristiche di storicità e autenticità dei veicoli. Appartenere al registro auto storiche dà diritto a molti vantaggi,

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE

Patente speciale: come richiedere, dove rinnovare

I soggetti affetti da disabilità (dalla nascita, per incidente o malattia) hanno diritto a guidare l’auto? La risposta è affermativa, purché siano in possesso di una patente auto speciale. Questo titolo di guida ha un iter identico a quello della normale patente b auto. Propedeutico al suo ottenimento è il superamento di esami di teoria

CONTINUA A LEGGERE

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE