Bici da corsa elettrica: modelli e vantaggi

Bici da corsa elettrica: modelli e vantaggi

Per i cultori del genere può sembrare un controsenso, quasi una sorta di provocazione. Il mercato ha però stravolto la tradizione, diffondendo a macchia d’olio produzione e acquisto. Stiamo parlando delle bici da corsa elettriche, l’ultima frontiera delle e-bike. Il 2018 ha sancito la loro consacrazione sulla scena italiana. Non bisogna confondere questo segmento con il tristemente noto “doping tecnologico”, ovvero con la diffusione (o presunta tale) dei motorini nelle gare professionistiche.

Un caso reso celebre dall’accelerazione dello svizzero Fabian Cancellara sul Muro di Grammont nel Giro delle Fiandre 2010 e che ha portato alla scoperta di un preoccupante e clamoroso sommerso. Quello di cui stiamo parlando è invece un universo assolutamente legale e che sta prendendo piega contro le resistenze dei puristi. Chi vede la bici da corsa come strumento per antonomasia per misurarsi con sé stesso, si trova ora a familiarizzare con una realtà nuova e tutta da scoprire.

Caratteristiche

Il design resta quello classico, tant’è vero che in commercio si trovano modelli dei più importanti e conosciuti marchi internazionali: Bianchi, Cipollini, Giant, Orbea, Pinarello, Wilier Triestina, solo per citarne alcuni. Se le linee non cambiano, l’unica oscillazione significativa riguarda il peso. La presenza di batteria e motore comporta infatti un cospicuo aumento (tra i 3 e i 5 chili), ma il risultato finale lascia comunque soddisfatti.

I modelli più evoluti superano di poco la soglia dei 10 kg di peso, comprendenti ovviamente il gruppo (tutta la parte meccanica, dal cambio ai freni), i cerchi e le coperture (copertoncini o tubolari) annessi. Si tratta a tutti gli effetti di bici da strada, da non confondere con le gravel bike, che hanno la possibilità di far risparmiare forze, all’occorrenza, azionando il motore nei tratti più duri del percorso o quando le energie iniziano a mancare.

Di norma il motorino bicicletta da corsa è alloggiato sotto il tubo obliquo del telaio. Attraverso un tasto, presente al di sopra, si può estrarre la batteria. Il tubo estratto comprende batteria, centralina e motore, che va a lavorare in sinergia con la trasmissione azionandosi su impulso umano.

Tipi di assistenza

Ogni bici prevede un numero di assistenze. Il ciclista può azionare il livello preferito attraverso una leva che viene apposta sul manubrio. Si può scegliere tra mancanza di assistenza (motore spento), livello minimo (intorno al 75% della potenza del motore), media (150%) e massima (intorno ai 240%). Le batterie comuni hanno una capacità di 250 Wh, ovvero circa 1000 metri di dislivello alla potenza massima. Tradotto: aiutandosi soltanto in alcuni momenti, anche alla potenza massima consentita dal motore, si possono percorrere più di 100 chilometri avendo la batteria (il cui peso è di poco superiore al chilogrammo) ancora carica a fine allenamento. La coppia proposta sui modelli più performanti supera i 60 Nm garantendo una velocità di punta, con l’ausilio del motore, vicina ai 45 km/h. Davvero niente male per una tipologia di bicicletta che si propone di catturare una fetta sempre più ampia di mercato.

Se stai pensando di affidarti a una bicicletta elettrica o se pensi di cambiare la tua, pensa subito alla sicurezza scegliendo noi. Su Quale.it potrai infatti proteggere la tua nuova due ruote, entro tre mesi dal suo acquisto, con una copertura completa e garantita contro danni, furto, incendio e tanti altri inconvenienti. Scopri i vantaggi della polizza Bicicover che assicura anche i danni elettronici provenienti da usura, cortocircuiti e sovratensioni. Ma ricorda: potrai effettuare la tua scelta soltanto entro 90 giorni dall’acquisto della tua specialissima.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Il casco in bicicletta è obbligatorio?

Quando si va in bici è obbligatorio indossare il casco? Chi, almeno una volta nella vita, non si è posto questa domanda. Dal ciclista dell’ultima ora all’automobilista indispettito dai rallentamenti della domenica, il dubbio è lecito. L’argomento è stato spesso dibattuto e sarebbe dovuto essere oggetto di riforma nel Nuovo Codice della Strada. Ad oggi,

CONTINUA A LEGGERE

Cellulare alla guida: aumento delle sanzioni nel 2019

Utilizzare il cellulare alla guida è una cattiva abitudine che riguarda buona parte degli automobilisti. Tra le novità previste dalla riforma del Codice della Strada c’è anche quella che riguarda l’inasprimento delle sanzioni connesse guida con cellulare. L’obiettivo è quello di agire come deterrente contro una prassi pericolosa per sé stessi e per gli altri. Secondo

CONTINUA A LEGGERE

Sospensione assicurazione moto: come fare, come riattivare

Sospendere l’assicurazione Rc obbligatoria è una soluzione interessante per risparmiare. Ideale per chi utilizza un veicolo soltanto in alcuni periodi dell’anno, garantisce un risparmio sul premio annuo. Di fatto questo è spalmato su un arco temporale più lungo. Quali sono i vantaggi principali e gli svantaggi di una polizza sospendibile? Blocco assicurazione moto: cos’è? La

CONTINUA A LEGGERE

Caduta in bici: le 5 cose da fare subito

A chi non è successo almeno una volta nella vita? Una caduta in bici non si nega proprio a nessuno. Che si sia pedalatore improvvisati o campioni del Giro d’Italia, finire a terra quando si pedala è una possibilità da tenere in considerazione. Basta una buca, un restringimento stradale o una frenata improvvisa per rovinare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Auto senza assicurazione: quali sono le sanzioni?

Guidare un’auto senza assicurazione è un reato punito in più modi. Mettersi alla guida di un veicolo non assicurato costituisce un rischio per sé stessi e per gli altri. Nonostante ciò i casi di automobilisti fermati alla guida senza assicurazione sono in continuo aumento. A questo spiacevole fenomeno si lega direttamente quello delle fughe a

CONTINUA A LEGGERE

Modello 730/2019: l’assicurazione auto è detraibile?

È possibile procedere alla detrazione assicurazione auto sul modello 730/2019? Quando si effettua la dichiarazione dei redditi, ci si trova a fare i conti con spese detraibili e spese deducibili. Tra le prime rientrano anche quelle assicurative. Non tutte sono però detraibili dal 730 o dal Modello redditi persone fisiche. L’assicurazione auto è detraibile? Quando

CONTINUA A LEGGERE

Decurtazione punti patente: eccesso di velocità

Dal 2003 gli automobilisti italiani si trovano alle prese con la patente a punti. Questo meccanismo premia i guidatori virtuosi permettendo loro di guadagnare due punti ogni biennio, fino a un massimo di 30 totali. La base di partenza è di 20 punti e ovviamente si rischia la perdita punti patente quando si commettono infrazioni

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE