Auto cabrio: i modelli più venduti nel 2018

Auto cabrio: i modelli più venduti nel 2018

Viaggiare immersi nella natura disponendo di una quattro ruote comoda e performante. Con l’arrivo della bella stagione nulla consente di godersi il panorama meglio di un’auto cabrio. Sebbene i dati Unrae relativi a maggio 2018 dimostrino come il settore resti di nicchia in Italia, con 1.088 immatricolazioni e un totale di 4.761 da inizio anno che vale appena lo 0,5% del segmento delle nuove registrazioni al PRA, gli aficionados di una tipologia di macchina particolarmente in voga nella cinematografia degli anni ’60 e ’70 potranno rifarsi gli occhi con i modelli che dominano il mercato e stanno diventando autentici must nella categoria.

Macchine cabrio e spider: quale modello scegliere?

Le auto cabrio, come sarebbe lecito ipotizzare, non sono soltanto alla portata dei più facoltosi. A patto di saper scegliere con oculatezza, infatti, ce ne può essere davvero per tutti i gusti. Nei nostri consigli per gli acquisti abbiamo così deciso di suddividere la categoria.

  •         Auto cabrio economiche. La più venduta è la Smart ForTwo (277 nuove immatricolazioni nel mese di maggio 2018 e 883 da inizio anno). Gradita ai più giovani, ha un tetto in tela che scorre fino al cofano posteriore. Nella versione base costa poco meno di 20.000 euro. Seconda per immatricolazioni nella categoria (59 a maggio, 314 da inizio 2018) è la Mazda MX-5: dotata di un tetto rigido, è disponibile con motori a benzina da 131 e 160 cavalli e ha un prezzo base di 28.000 euro.
  •          Auto spider. Qui a fare la voce grossa sul mercato è la nuova Fiat 124 spider (419 gli esemplari immatricolati nei primi cinque mesi del 2018), che ricalca nelle linee la sua antenata degli anni ’70 ed è venduta con motore 1.4 turbo con tecnologia Multiair. Si può avere a partire da 28.000 euro
  •         Auto cabrio da sogno. Soltanto nel mese di maggio sono state ben 40 le Porsche 718 Boxster registrate al PRA. Stiamo parlando di un auto per amanti del  genere e disponibile in tre allestimenti, con una potenza minima di 300 cavalli, un motore turbo 4 cilindri e un costo – nella versione base – di 58.200 euro. Se invece si hanno disponibilità economiche ancora superiori, si può pensare alla Jaguar F-Type Convertible, vettura che abbina eleganza e potenza. Per averla servono però 71.000 euro.

Auto cabrio e assicurazione: come risparmiare?

Scelto il vostro modello di auto cabriolet preferito, arriva il momento di ricordarsi delle altre spese. Chiariamo subito un aspetto: il costo dell’auto non è direttamente proporzionale a quello della relativa assicurazione. Ad aumentare in maniera considerevole, per effetto del Decreto Salva Italia varato nel 2011, è semmai quello del bollo auto. In questo caso è prevista una sovrattassa per i proprietari di veicoli la cui cilindrata raggiunga i 185 CV, con 20 euro per ogni CV aggiuntivo. Per quanto riguarda la polizza RCA, invece, esistono sempre dei modi per risparmiare. Ad esempio, se si pensa di utilizzare l’auto cabrio soltanto durante la bella stagione, sarà opportuno affidarsi a una polizza a km o a una polizza temporanea. Inoltre si potrà pensare di aggiungere alcune garanzie accessorie che aumenteranno il grado di copertura: in questo caso, però, è bene sapere che le compagnie assicurative sono solite elevare il premio in relazione alla cilindrata.

Il primo consiglio per risparmiare è quello di consultare le migliori offerte per assicurazione auto presenti sul mercato. Sul nostro sito sarà possibile confrontarle e generare un preventivo gratuito valido due mesi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando La fine dell’estate è stato traumatico? Il Natale ci sembra ancora lontano? È il momento ideale per prendersi una piccola pausa e volare fuori città. Andalusia in autunno: verso l’estate Se sei ancora nostalgico della stagione calda appena conclusa, vola verso l’Andalusia, che ti regalerà un clima mite, dal

CONTINUA A LEGGERE

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli La pressione giusta delle gomme moto è argomento dibattuto tanto tra i piloti esperti quanto dai centauri alle prime armi. Del resto ruota tutto intorno a un argomento di primaria importanza: la sicurezza stradale. Circolare con la pressione pneumatici sbagliata comporta infatti enormi rischi. Qualora questi siano sgonfi si

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene L’assicurazione auto giornaliera è un particolare tipo di polizza prevista da alcune compagnie. La sua attivazione permette di assicurare la propria vettura per 24 ore. Di solito le polizze temporanee partono da un minimo di tre o cinque giorni fino a un massimo di sei mesi,

CONTINUA A LEGGERE

Furto bici: cosa fare, come evitarlo

Furto bici: cosa fare, come evitarlo Ogni anno in Italia vengono rubate 350.000 biciclette. Un dato preoccupante e che, come prevedibile, registra nelle metropoli i suoi picchi massimi, con Roma e Milano che superano i 10.000 furti bicicletta nell’arco dei 12 mesi. In media viene rubato un esemplare ogni due minuti e ritrovare la propria

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE