Attestato di rischio dinamico: cos’è e come funziona

Attestato di rischio dinamico: cos’è e come funziona

Dal 1° giugno 2018 l’attestato di rischio delle assicurazioni auto è diventato dinamico. Lo ha disciplinato il provvedimento numero 71 emanato dall’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazione). L’obiettivo è quello di valutare con maggiore precisione la sinistrosità dell’assicurato.

Attestato di rischio: cos’è

L’attestato di rischio è il documento sul quale vengono riportati la classe Bonus-Malus e i sinistri denunciati negli ultimi cinque anni da chi abbia sottoscritto una polizza RCA. Dal 1° luglio 2015 non è più disponibile in forma cartacea, ma è presente in una banca dati gestita dall’Ania (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) sotto il controllo dell’IVASS. Tale scelta è stata operata per permettere a tutte le compagnie assicurative, davanti a un cambio di fornitura, di acquisirlo senza doverlo chiedere alla precedente e al contraente. Per quest’ultimo l’attestato resterà a disposizione sul sito internet della compagnia nell’area a lui riservata, che dovrà attivare in prima persona.

Attestato di rischio dinamico: cosa comporta?

Il nuovo attestato di rischio digitale dinamico terrà conto anche dei sinistri pagati a ridosso o dopo la scadenza del contratto, anche laddove l’assicurato abbia cambiato compagnia. In questo modo saranno rimossi comportamenti elusivi o fraudolenti, a beneficio degli assicurati virtuosi. In quanto dinamico, riuscirà a includere anche quei sinistri considerati come “tardivi”. Questi incidenti sono quelli pagati dalla compagnia dopo la scadenza del contratto, ovvero quando l’assicurato ha già trasferito l’assicurazione presso un’altra compagnia. Finora, infatti, gli incidenti denunciati dopo il cambio non venivano inclusi immediatamente e gli automobilisti coinvolti beneficiavano di una classe di merito migliore di quella che avrebbero dovuto avere. Ne deriva una migliore gestione del premio, a vantaggio dei guidatori virtuosi. Inoltre dal 1° gennaio 2019 le compagnie dovranno tenere conto anche degli incidenti legati alle polizze temporanee e quelli presi in considerazione riguarderanno gli ultimi 10 anni anziché 5.

Non va dimenticato che l’attestato di rischio si configura come una delle variabili fondamentali per determinare il prezzo dell’assicurazione auto. Il consiglio è quello di verificare in maniera costante la correttezza dei dati riportati. Ma questo è solo il primo passo per risparmiare. Subito dopo sarà opportuno controllare la scadenza assicurazione e vagliare la compagnia migliore con la quale rinnovarla. Sul nostro sito potrai mettere a confronto tutte le loro proposte e generare gratuitamente un preventivo. Avrai 60 giorni di tempo a partire da allora per stabilire se è davvero l’offerta che fa per te prima di prendere una decisione definitiva.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile?

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile? L’assicurazione casa è una delle protezioni più importanti della nostra vita. Tra le varie opzioni, ce n’è una spesso snobbata da chi vuole acquistare una polizza per la propria abitazione. La polizza casa eventi atmosferici è invece un’importante aggiunta alla propria tutela domestica. Scopriamo insieme da cosa

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire Hai stipulato un’assicurazione casa per il tuo immobile di proprietà o per l’appartamento che abiti ed è in affitto? Hai subìto un danno e vuoi richiedere il giusto risarcimento? Scopri qual è l’iter da seguire per chiedere il risarcimento danni assicurazione casa. Comunica subito con la

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione appartamento: come funziona?

Il tuo appartamento è il posto accogliente dove torni dopo una lunga giornata di lavoro, dove i tuoi figli crescono, imparano, giocano, dove riposi, ti senti protetto. È fondamentale, quindi, volerlo assicurare per essere certi che sia sempre al sicuro, e voi al suo interno. Come funziona l’assicurazione appartamento? Scopriamolo insieme. Assicurazione casa: cosa è? L’assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona? Rendita vitalizia: cos’è Per rendita si intende un contratto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso?

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso? Un numero in calo ma sempre consistente. In Italia sono state 103.030 le automobili rubate nel 2017. I ritrovamenti (in calo dell’11,57% rispetto all’anno precedente) sono stati in tutto 49.801. Se ne ricava che più di una vettura ogni due non torna in possesso del legittimo proprietario.

CONTINUA A LEGGERE