Attestato di rischio dinamico: cos’è e come funziona

Attestato di rischio dinamico: cos’è e come funziona

Dal 1° giugno 2018 l’attestato di rischio delle assicurazioni auto è diventato dinamico. Lo ha disciplinato il provvedimento numero 71 emanato dall’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazione). L’obiettivo è quello di valutare con maggiore precisione la sinistrosità dell’assicurato.

Attestato di rischio: cos’è

L’attestato di rischio è il documento sul quale vengono riportati la classe Bonus-Malus e i sinistri denunciati negli ultimi cinque anni da chi abbia sottoscritto una polizza RCA. Dal 1° luglio 2015 non è più disponibile in forma cartacea, ma è presente in una banca dati gestita dall’Ania (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) sotto il controllo dell’IVASS. Tale scelta è stata operata per permettere a tutte le compagnie assicurative, davanti a un cambio di fornitura, di acquisirlo senza doverlo chiedere alla precedente e al contraente. Per quest’ultimo l’attestato resterà a disposizione sul sito internet della compagnia nell’area a lui riservata, che dovrà attivare in prima persona.

Attestato di rischio dinamico: cosa comporta?

Il nuovo attestato di rischio digitale dinamico terrà conto anche dei sinistri pagati a ridosso o dopo la scadenza del contratto, anche laddove l’assicurato abbia cambiato compagnia. In questo modo saranno rimossi comportamenti elusivi o fraudolenti, a beneficio degli assicurati virtuosi. In quanto dinamico, riuscirà a includere anche quei sinistri considerati come “tardivi”. Questi incidenti sono quelli pagati dalla compagnia dopo la scadenza del contratto, ovvero quando l’assicurato ha già trasferito l’assicurazione presso un’altra compagnia. Finora, infatti, gli incidenti denunciati dopo il cambio non venivano inclusi immediatamente e gli automobilisti coinvolti beneficiavano di una classe di merito migliore di quella che avrebbero dovuto avere. Ne deriva una migliore gestione del premio, a vantaggio dei guidatori virtuosi. Inoltre dal 1° gennaio 2019 le compagnie dovranno tenere conto anche degli incidenti legati alle polizze temporanee e quelli presi in considerazione riguarderanno gli ultimi 10 anni anziché 5.

Non va dimenticato che l’attestato di rischio si configura come una delle variabili fondamentali per determinare il prezzo dell’assicurazione auto. Il consiglio è quello di verificare in maniera costante la correttezza dei dati riportati. Ma questo è solo il primo passo per risparmiare. Subito dopo sarà opportuno controllare la scadenza assicurazione e vagliare la compagnia migliore con la quale rinnovarla. Sul nostro sito potrai mettere a confronto tutte le loro proposte e generare gratuitamente un preventivo. Avrai 60 giorni di tempo a partire da allora per stabilire se è davvero l’offerta che fa per te prima di prendere una decisione definitiva.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione reflex e mirrorless: proteggi il tuo lavoro

Assicurazione reflex e mirrorless: proteggi il tuo lavoro Hai una reflex che utilizzi per lavoro ed è quindi la tua inseparabile compagna di vita? Cosa faresti se si rompesse o se la dovessi accidentalmente perdere? Rabbia, disperazione, frustrazione. È per questo che esiste un’assicurazione speciale dedicata per reflex e mirrorless. La macchina fotografica: speciale sì,

CONTINUA A LEGGERE

Cos’è iCloud?

iCloud è un servizio Apple, che chiunque possieda un iPhone conosce bene, che ti permette di salvare in modo sicuro foto, video, musica etc in modo gratuito. Non solo, ti consente di tenere tutto aggiornato su più dispositivi (se per esempio hai sia un iPhone che un iPad o un Mac) per condividerli con facilità

CONTINUA A LEGGERE

Come cancellarsi da Facebook per sempre

Amore e odio per molti, Facebook è il social network più diffuso della Terra eppure non tutti lo amano. C’è chi infatti lo trova solo una perdita di tempo o un posto dove si litiga senza motivo. È in aumento, infatti, il numero di utenti italiani che hanno deciso di disattivare il proprio account definitivamente.

CONTINUA A LEGGERE

Come formattare iPhone? Ecco una guida semplice

Sei costretto a formattare il tuo iPhone? Hai necessità di ripristinare le impostazioni di fabbrica, magari per migliorarne le prestazioni o perché hai avuto un problema? Formattare l’iPhone è molto facile, non è roba da smanettoni e può farlo chiunque. Andiamo al sodo! Formattare l’iPhone: cosa fare prima di procedere La primissima cosa da fare,

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Fattura elettronica: cos’è e come funziona

Se hai un’attività, che sia un’azienda, un negozio o una semplice partita Iva, sarai già venuto a conoscenza di questa temibile fatturazione elettronica. Cos’è? Come funziona? Quanto costa? Chi può evitare di emetterla? Fattura elettronica: cosa è La fattura elettronica è stata introdotta con la Finanziaria del 2018 ed è diventata obbligatoria e operativa il

CONTINUA A LEGGERE

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE

Legge di Bilancio 2019: novità auto

Legge di Bilancio 2019: novità auto La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto importanti novità nel settore auto. L’approvazione alla Camera della legge di stabilità ha infatti confermato buona parte delle voci che si erano succedute nei mesi precedenti. Gli argomenti sulla bocca di tutti sono stati sostanzialmente due: Ecobonus ed Ecotassa. Invece le modifiche

CONTINUA A LEGGERE