Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è un paese fortemente sismico, sono ancora molto poche le abitazioni, in Italia, a essere coperte da una assicurazione terremoto. Cosa è una polizza terremoto e come funziona? Scopriamolo insieme.

Assicurazione terremoto: cos’è?

L’assicurazione contro gli eventi sismici è quella polizza che copre i danni all’abitazione e al suo contenuto derivanti da un terremoto. È una protezione assicurativa che negli ultimi anni, anche in seguito ai tristi accadimenti che hanno sconvolto il nostro Paese, ha iniziato a guadagnare l’interesse di molte famiglie italiane. Alcune zone dell’Italia, infatti, hanno un alto grado di sismicità e le costruzioni spesso non sono idonee a questo tipo di condizione. L’abbiamo visto e, per quanto il passo più importante sarà sempre investire su abitazioni a prova di sisma, un’assicurazione terremoti è comunque l’alleato vincente per vivere con serenità. La ricostruzione da parte dello Stato può richiedere tempi molto lunghi. Anche per questo, per piccoli o grandi danni, è importante assicurare la propria casa. Come funziona e cosa copre?

Assicurazione terremoti: come funziona?

L’assicurazione terremoti può essere aggiunta come opzione al momento della stipula dell’assicurazione casa o come polizza a sé stante. Il premio annuale dipende principalmente da due fattori: i metri quadri dell’abitazione e il grado di rischio sismico della zona. A questi si aggiungono:

  • L’età dello stabile
  • Il numero di piani 
  • Le caratteristiche dell’immobile e i materiali di costruzione
  • Eventuali interventi anti-sismici apportati alla struttura.

Più la casa è grande in una zona sismica, più la polizza terremoti è costosa.

Assicurazione contro il terremoto: cosa copre?

Una volta stipulata, la polizza terremoto copre i danni materiali subiti dall’immobile assicurato (e dal suo contenuto) in caso di eventi sismici. Sono quindi coperte le spese di ricostruzione, di demolizione ed eventuale di sgombero delle macerie. Le opzioni sono diverse e dipendono dalle diverse offerte delle compagnie assicuratrici. Scopri come stipulare una assicurazione casa con l’opzione “terremoti” e confronta i preventivi!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE