Assicurazione telefono: cosa fare se rompi lo smartphone

Assicurazione telefono: cosa fare se rompi lo smartphone

È capitato a tutti. Hai comprato da poco uno smartphone nuovo e bellissimo, lo adori ed è diventato un’estensione della tua quotidianità. Finché, a un certo punto, lo fai cadere e lo schermo va in mille pezzi. O cade in acqua e diventa inutilizzabile. Hai un tablet in casa e tuo figlio per sbaglio lo rompe? Grande classico. Cosa fare quando rompi lo smartphone o il tablet?

Cosa fare se si rompe il vetro

Dipende. I vetri dei moderni smartphone sono composti da più strati. Esiste il vetro vero e proprio, lo schermo LCD e il touch, che è quello che ti consente di manovrare il nostro telefono. Purtroppo è molto facile e frequente che, in seguito a una caduta, il vetro vada in mille pezzi. La prima cosa da fare è capire se si è rotto “solo” il vetro, ma il telefono è ancora utilizzabile, o se invece si è rotto anche lo schermo LCD o il touch, in quel caso lo smartphone è completamente bloccato. Un consiglio preventivo? Dotarsi di una protezione apposita per evitare questi danni troppo frequenti. Esistono in commercio le pellicole di vetro temperato che vanno incollate sopra il display. Sono molto utili perché ammortizzano i colpi e mantengono integro il vetro sottostante. Sono molto economiche quindi, se si rompono, basta sostituirle.

Cosa fare se il telefono o il tablet cadono in acqua

La primissima cosa è disconnettere la batteria, laddove possibile. Molti modelli di smartphone, tra cui gli iPhone o i recenti modelli Huawei, non consentono di accedere alla batteria facilmente. In ogni caso è comunque utile spegnere il telefono e immergerlo in una ciotola piena di riso che assorbirà l’umidità. Non c’è alcuna garanzia, comunque, che il telefono riprenda a funzionare, perché l’acqua rovina i componenti interni dell’apparecchio.

Come funziona l’assicurazione telefono

L’assicurazione smartphone funziona come qualsiasi polizza e ha una maggiore estensione rispetto alle garanzie assicurative fornite dai produttori o dai rivenditori. A fronte di un premio annuale, di solito di un centinaio di euro per telefoni di fascia, e anche meno in caso di apparecchi di fascia medio-bassa, si ottiene una protezione contro i danni, nonché riparazioni e assistenza immediate.

Ecco cosa copre l’assicurazione telefono:

  • Danni accidentali come rottura del vetro, dello schermo LCD e del touch.
  • Versamento di liquidi.
  • Rottura accidentale della batteria.
  • Furto e smarrimento, anche in viaggio.

Per pochi euro all’anno, e con quello che costano smartphone e tablet, l’assicurazione telefono è un’ottima soluzione per ottenere un pronto intervento e ovviare alla disconnessione forzata in seguito a rottura. Grazie al nostro comparatore, è possibile confrontare i migliori preventivi e scegliere l’offerta su misura per te!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Google+: perché cancellare il profilo?

Google+: perché cancellare il profilo? Perché cancellare il proprio profilo da Google+ e come farlo? Dal 2 aprile 2019 Google+ chiude i battenti. Dopo tanti anni in cui il social network di Google ha provato a dare filo da torcere a Facebook, ha finalmente perso la battaglia. Sai che molto probabilmente hai un profilo su

CONTINUA A LEGGERE

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione L’obiettivo di rendere le strade sicure è ancora lontano dalla sua piena realizzazione. In Italia negli ultimi 17 anni la categoria più penalizzata nella riduzione del tasso di mortalità legata agli incidenti è quella dei ciclisti. Nel 2017 sono state 254 le vittime di sinistri stradali appartenenti alla categoria e

CONTINUA A LEGGERE

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente L’introduzione della guida autonoma automobili rappresenta una svolta epocale nel settore. L’auto senza conducente corrisponde a una rivoluzione totale nel mondo della mobilità, ma non comporta un taglio definitivo col passato. Sbaglia, infatti, chi ritiene che il guidatore sia sollevato da ogni responsabilità. Per mettersi

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE

Fattura elettronica: cos’è e come funziona

Se hai un’attività, che sia un’azienda, un negozio o una semplice partita Iva, sarai già venuto a conoscenza di questa temibile fatturazione elettronica. Cos’è? Come funziona? Quanto costa? Chi può evitare di emetterla? Fattura elettronica: cosa è La fattura elettronica è stata introdotta con la Finanziaria del 2018 ed è diventata obbligatoria e operativa il

CONTINUA A LEGGERE

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE