Assicurazione sportiva: come funziona

Fare sport è importante ad ogni età. L’attività fisica aiuta e favorisce la crescita e lo sviluppo dei bambini, ma permette anche agli adulti di restare in forma e prevenire malattie. L’inizio dell’autunno è da sempre il periodo migliore per riattivare l’organismo. Per i piccoli l’attività sportiva è fondamentale dopo la scuola, mentre i più grandi possono svagarsi tra palestre e circoli sportivi. Cosa accade, però, se mentre si fa sport si resta vittime di un infortunio? L’assicurazione sportiva interviene a tutelare il danneggiato. Scopriamo come e in che misura.

Assicurazione sportiva: è obbligatoria?

Chiariamo subito una cosa: l’assicurazione sportiva non è obbligatoria per tutti. Fare attività fisica per diletto, insomma, non richiede la sottoscrizione di assicurazioni sportive. Sono tenuti a disporre di una polizza assicurativa per le attività sportive esclusivamente:

  • Sportivi professionisti
  • Tecnici e dirigenti delle Federazioni Sportive
  • Sportivi dilettanti in possesso della tessera di una qualsiasi Federazione Sportiva
  • Istruttori, bagnini, personal trainer e chiunque operi in ambito sportivo

Queste figure sono tenute obbligatoriamente alla sottoscrizione di un’assicurazione sportiva. Chi pratica sport a livello amatoriale, invece, non è obbligato a farlo. Tuttavia è consigliato stipulare una polizza sportiva, indipendentemente dalla fascia d’età. Farlo significa essere tutelati in caso di infortunio o di incidente provocato.

Assicurazione sportiva: cos’è

L’assicurazione sportiva è un contratto che si può sottoscrivere presso una qualsiasi agenzia assicurativa che contenga questo tipo di formula. Stipulare un’assicurazione sullo sport (da non confondere con l’assicurazione eventi sportivi, che è legata alle singole manifestazioni) permette di avere un rimborso per le eventuali spese mediche sostenute a causa di un infortunio o un incidente avvenuto mentre si svolge esercizio fisico. Possono stipulare un’assicurazione sport tutti gli sportivi, indipendentemente dall’età e dall’attività praticata.

Assicurazione sportiva: cosa copre

L’assicurazione sportiva interviene a tutelare tanto il contraente quanto le strutture di cui questi si serve per praticare sport. Sono coperti dall’assicurazione sullo sport, infatti:

  • I danni che questi provoca a sé stesso (infortuni, incidenti): l’assicurazione paga le spese mediche, come interventi chirurgici, ricoveri e sedute di fisioterapia
  • I danni arrecati a terzi: se l’assicurato pratica sport di squadra e danneggia un compagno o un avversario, l’assicurazione si occupa del trattamento sanitario completo della vittima
  • Le spese per riparare danni provocati alle strutture in cui si allena o partecipa a gare: l’assicurazione rimborsa il costo di attrezzi o macchinari di proprietà della palestra (o piscina) in cui il contraente pratica sport

La compagnia paga solo in caso di incidenti violenti, fortuiti o impossibili da evitare e prevenire, purché avvenuti nella struttura di competenza del contraente. Non paga invece se s pratica sport in posti non adeguati, in assenza di un istruttore, in mancanza delle opportune precauzioni o se si è fatto abuso di sostanze dopanti o stupefacenti, farmaci o alcool. La polizza sportiva è un’assicurazione tradizionale. Per sottoscriverla è sufficiente scegliere la compagnia preferita e trovare l’offerta più adatta alle proprie esigenze, anche scegliendola online.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Rc Auto familiare: è valida per gli autocarri?

Entrata in vigore il 16 febbraio 2020, la RC Auto familiare ha ampliato i vantaggi della Legge Bersani assicurazione sul tema della classe di merito. Intervenendo sull’art. 134 del Codice delle Assicurazioni Private, questo provvedimento predispone che nell’ambito dello stesso nucleo familiare ogni veicolo si possa assicurare con una CU meno elevata. Il beneficio si

CONTINUA A LEGGERE

RC Auto Familiare: come funziona il Malus

La RC Auto Familiare è la novità più interessante del 2020 nel panorama delle assicurazioni. Pur non trattandosi di una nuova legge assicurazione auto, questo provvedimento amplia i benefici della Legge Bersani RCA sul fronte della classe di merito. Scopriamo come funziona la classe Bonus Malus della Rca familiare e quando scatta il Malus. Come

CONTINUA A LEGGERE

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona

La polizza cristalli è una garanzia accessoria dell’assicurazione Rc Auto che serve a coprire i danni ai vetri. Le compagnie assicurative offrono la possibilità di stipulare l’assicurazione cristalli a parte oppure abbinandole ad altre polizze. Quando è utile sottoscrivere la polizza cristalli auto, cosa copre e cosa non copre questa clausola accessoria? Polizza cristalli: cos’è

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Visura PRA: cos’è e come ottenerla

La visura PRA è un servizio che consente di ottenere un documento contenente informazioni su un veicolo e sul relativo proprietario. Questo documento è rilasciato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) e le visure PRA possono essere per targa o nominative. A cosa serve la visura PRA La visura PRA permette di: Controllare l’iscrizione di un

CONTINUA A LEGGERE

Coronavirus: come richiedere la sospensione rate mutuo

La legge di conversione del Decreto Cura Italia (DL 18/2020) rende attuabile la richiesta di sospensione rate mutuo. Questa procedura speciale è stata avallata per fronteggiare l’emergenza economica derivante dalla pandemia Coronavirus. Vediamo chi può sospendere il mutuo, come fare richiesta sospensione mutuo e qual è il modulo da utilizzare. Sospensione rate mutuo: a chi

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento danni incidente stradale: come fare, come si calcola

Ottenere il risarcimento danni incidente stradale è un’operazione a più fasi. Quando si resta coinvolti in un sinistro è fondamentale sapere come muoversi. Quando presentare richiesta risarcimento danni assicurazione? E, soprattutto, come fare il calcolo risarcimento incidente stradale? Scopriamo la procedura da seguire e quali sono le tabelle da consultare per conteggiare l’indennizzo. Risarcimento danni

CONTINUA A LEGGERE