Assicurazione professionale medici: cosa copre, come funziona

Dal 15 agosto 2014 gli iscritti all’Ordine dei Medici hanno l’obbligo di sottoscrivere la assicurazione professionale medici. Devono osservare l’obbligo di stipulare la RC professionale i medici che svolgono l’attività, nelle strutture ospedaliere che erogano servizi sanitari, in qualità di:

  • Dipendenti
  • Collaboratori
  • Consulenti

Con l’approvazione della legge n. 24/2017 (Gelli-Bianco) si è inoltre stabilito che ogni struttura sanitaria deve necessariamente dotarsi di una polizza professionale.

RC professionale medici: come funziona

La assicurazione professionale medici tutela il contraente da richieste di risarcimento da parte di terzi. Durante il periodo in cui questa è in vigore, si è coperti per gli eventuali danni cagionati nell’esercizio della professione e per i quali un soggetto terzo può rivalersi. Questa copertura si applica attraverso il pagamento, da parte della compagnia assicurativa, delle spese legali e di difesa entro un massimo del 25% rispetto al massimale concordato quando si stipula la polizza. L’assicurato è coperto contro i potenziali rischi della professione medica:

  • Diagnosi sbagliate o non tempestive
  • Terapie non corrette
  • Mancato riconoscimento di un’emergenza che comporta un intervento chirurgico
  • Errori nella compilazione di una cartella clinica

L’assicurazione medici ha valore retroattivo da un minimo di 1 anno a un massimo di 5 anni.

Cosa copre l’assicurazione professionale medici

La RC professionale medica è una polizza All Risk. In quanto tale tutela il soggetto assicurato da tutti i rischi potenziali. Questa polizza include tutti i casi sopra citati, comprese omissioni, errori e fatti colposi avvenuti nel periodo di retroattività previsto nel momento in cui si firma la assicurazione professionale medici. Dal novero vanno sottratti quelli esplicitati nel paragrafo relativo alle esclusioni, che il contraente è tenuto a leggere con attenzione prima di sottoscrivere l’assicurazione.

Tra le esclusioni, per le quali non vale neanche il principio di retroattività o di negligenza, rientrano: omissioni dolose, violazioni del segreto professionale, atti illeciti sconosciuti prima della sottoscrizione della polizza. Il soggetto assicurato è coperto per le richieste mosse a suo carico all’interno del periodo di validità della polizza. Affinché questa condizione sia valida, occorre però che il contraente non sia al corrente di eventuali richieste fatte prima della stipula. In caso contrario va incontro all’accusa di frode.

Assicurazione professionale medici: costi

Quella medica rientra tra le assicurazioni professionali obbligatorie. Deve sottoscriverla chiunque eserciti la professione medica, sia come libero professionista indipendente che come dipendente di strutture sanitarie pubbliche o private, cliniche o istituti autorizzati a prestazioni sanitarie.

Il nostro sito rappresenta la soluzione ideale per lavorare tranquilli. Se sei iscritto a un ordine professionale, puoi richiedere con pochi click un preventivo dalle nostre compagnie partner. Una volta fatto, confronta le quotazioni e scegli quella che fa al caso tuo. Non ti resta che sottoscriverla e metterti sotto col lavoro!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE