Assicurazione moto: quale scegliere se si è neopatentati?

Con il termine “neopatentato” si indica qualunque soggetto abbia ottenuto l’autorizzazione necessaria per la conduzione su strade pubbliche di un veicolo a motore da meno di tre anni. Quando si parla di moto l’etichetta si riferisce a chi abbia conseguito la patente di categoria più alta. Non bisogna dimenticare che la “A “senza limiti, ovvero quella che permette di condurre mezzi di qualunque cilindrata, non si potrà ottenere prima di aver compiuto i 24 anni di età. Una volta acquisito il rilascio della patente, qualora si voglia iniziare a circolare, sarà indispensabile sottoscrivere una assicurazione moto.

Assicurazione moto per neopatentati: i documenti necessari

I documenti richiesti per la stipula di una polizza moto sono i seguenti. Carta di identità e codice fiscale del guidatore, libretto di circolazione e numero di targa del veicolo oggetto della tutela assicurativa, attestato di rischio. Se si decidesse di ricorrere alla Legge Bersani per ottenere cospicui sconti ereditando la classe di merito di un membro del proprio nucleo familiare, occorrerà invece aggiungere: carta di identità e codice fiscale dell’intestatario della polizza di cui si vuole ereditare la classe di merito, fotocopia del contratto assicurativo stipulato e lo Stato di famiglia che attesti l’appartenenza dei due guidatori allo stesso nucleo familiare. È utile ricordare che il trasferimento della garanzia è consentito soltanto per veicoli della stessa tipologia. Pertanto da moto a moto e non da auto a moto.

Patto per i Giovani e altri suggerimenti per risparmiare sulla polizza

Lo status di neopatentato incide decisamente sull’ammontare del premio. Le compagnie assicurative, infatti, evidenziano un rischio maggiore determinato dalla scarsa dimestichezza alla guida facendo scattare la polizza dalla quattordicesima (su 18) classe di merito. La presunzione di inesperienza si può tuttavia mitigare utilizzando un’assicurazione moto vantaggiosa, da scegliere dopo aver confrontato scrupolosamente le offerte. Intanto noi ti diamo alcuni consigli. Per risparmiare si può ad esempio sottoscriverne una temporanea oppure sospendibile, utile a chi si accomoderà in sella soltanto in determinati periodi dell’anno. Oltre alla già citata Legge Bersani, inoltre, gli under 26 possono usufruire del Patto per i Giovani. Si tratta di un documento sottoscritto da Ania, Polizia Stradale e altri enti che permette di ridurre del 5% i costi annuali premiando i comportamenti responsabili alla guida. Garantisce infine considerevoli risparmi anche l’installazione (a spese della compagnia) della scatola nera sul proprio mezzo.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione appartamento: come funziona?

Il tuo appartamento è il posto accogliente dove torni dopo una lunga giornata di lavoro, dove i tuoi figli crescono, imparano, giocano, dove riposi, ti senti protetto. È fondamentale, quindi, volerlo assicurare per essere certi che sia sempre al sicuro, e voi al suo interno. Come funziona l’assicurazione appartamento? Scopriamolo insieme. Assicurazione casa: cosa è? L’assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona? Rendita vitalizia: cos’è Per rendita si intende un contratto

CONTINUA A LEGGERE

Danno patrimoniale assicurazione: cosa significa?

Danno patrimoniale assicurazione: cosa significa? Spesso, nell’ambito assicurativo, sia che si tratti di assicurazione auto, moto o casa, si parla di “danno patrimoniale” assicurazione. Cosa significa? Vediamolo nel dettaglio. Danno patrimoniale nel Codice Civile Il danno patrimoniale, secondo il Codice Civile, è una lesione che va a intaccare il patrimonio di un individuo, individuabile tramite

CONTINUA A LEGGERE

Cos’è la quietanza assicurativa, o quietanza di premio?

Cos’è la quietanza assicurativa, o quietanza di premio? Cos’è la quietanza di pagamento? E cosa significa, in ambito assicurativo? Si deve conservare? Vediamo insieme nel dettaglio. Quietanza assicurativa: cosa è La quietanza è la ricevuta del pagamento del premio e viene rilasciata dalla compagnia assicurativa al contraente (o all’assicurato). Per quietanza, in generale, si intende

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso?

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso? Un numero in calo ma sempre consistente. In Italia sono state 103.030 le automobili rubate nel 2017. I ritrovamenti (in calo dell’11,57% rispetto all’anno precedente) sono stati in tutto 49.801. Se ne ricava che più di una vettura ogni due non torna in possesso del legittimo proprietario.

CONTINUA A LEGGERE