Assicurazione moto: quale cilindrata conviene?

Per arrivare a risparmiare sulla propria assicurazione moto è quanto mai essenziale conoscere i fattori che ne determinano e influenzano il prezzo.

 
 

Come calcolare la polizza moto

Diversi sono infatti i dati che concorrono alla definizione del costo della polizza. Tra i più importanti si segnalano:

  •         Età, sesso e professione del contraente
  •         Luogo di residenza
  •         Classe di merito assegnata
  •         Garanzie accessorie
  •         Cilindrata della moto

La deregulation del 1994 ha aumentato il numero dei parametri da considerare, limitato fino ad allora alla sola ‘potenza fiscale’, ovvero le fasce di cilindrata. Sono adesso molteplici le variabili oggetto di esame da parte delle assicurazioni moto, spesso combinate tra loro. Tra queste, oltre alla suddetta cilindrata, si annoverano marca, KW e numero di marce. A determinare il costo dell’assicurazione è oggi soprattutto il rapporto tra peso e potenza del mezzo.

Cosa prevede il Codice della Strada

Occorre ricordare che il Codice della Strada considera “motocicli” tutti i veicoli di cilindrata pari o superiore ai 50cc. È anche per questo motivo, infatti, che alcune compagnie assicurative hanno introdotto la variabile delle marce, discriminante che permette ai possessori di scooter (solitamente a una sola marcia rispetto alle moto da strada tradizionali, dotate di sei) di risparmiare notevolmente.

Più cc meno spese?

Ad incidere in maniera significativa sul costo dell’assicurazione moto non è però il veicolo che si sceglie, bensì la sua cilindrata. Guai però a credere che il rapporto tra volume d’aria e prezzo sia direttamente proporzionale. Ad esempio una cilindrata compresa fra i 151cc e i 400cc, nella quale rientrano anche gli scooter, avrà un costo più contenuto rispetto a una cilindrata di 125cc. La ragione è semplice: per poter guidare il primo sarà obbligatorio disporre della patente A, requisito che lascia presupporre una maggiore esperienza del pilota aiutando a contenere la spesa della polizza. A parità di cilindrata, invece, viene attribuita una classe di merito inferiore ai modelli da turismo rispetto a quelli sportivi, poiché si presume che questi ultimi siano guidati in maniera più “aggressiva” concorrendo così ad aumentare il rischio di rimanere coinvolti in un incidente.

La cilindrata è la variabile più importante

Gran parte delle assicurazioni moto si serve ormai di una combinazione di più variabili, ma la stella polare della classe di merito resta la cilindrata. Prima di scegliere il veicolo più adatto alle tue esigenze di driver, ricorda allora di dare anche un’occhiata alle polizze più convenienti.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione appartamento: come funziona?

Il tuo appartamento è il posto accogliente dove torni dopo una lunga giornata di lavoro, dove i tuoi figli crescono, imparano, giocano, dove riposi, ti senti protetto. È fondamentale, quindi, volerlo assicurare per essere certi che sia sempre al sicuro, e voi al suo interno. Come funziona l’assicurazione appartamento? Scopriamolo insieme. Assicurazione casa: cosa è? L’assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona? Rendita vitalizia: cos’è Per rendita si intende un contratto

CONTINUA A LEGGERE

Danno patrimoniale assicurazione: cosa significa?

Danno patrimoniale assicurazione: cosa significa? Spesso, nell’ambito assicurativo, sia che si tratti di assicurazione auto, moto o casa, si parla di “danno patrimoniale” assicurazione. Cosa significa? Vediamolo nel dettaglio. Danno patrimoniale nel Codice Civile Il danno patrimoniale, secondo il Codice Civile, è una lesione che va a intaccare il patrimonio di un individuo, individuabile tramite

CONTINUA A LEGGERE

Cos’è la quietanza assicurativa, o quietanza di premio?

Cos’è la quietanza assicurativa, o quietanza di premio? Cos’è la quietanza di pagamento? E cosa significa, in ambito assicurativo? Si deve conservare? Vediamo insieme nel dettaglio. Quietanza assicurativa: cosa è La quietanza è la ricevuta del pagamento del premio e viene rilasciata dalla compagnia assicurativa al contraente (o all’assicurato). Per quietanza, in generale, si intende

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso?

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso? Un numero in calo ma sempre consistente. In Italia sono state 103.030 le automobili rubate nel 2017. I ritrovamenti (in calo dell’11,57% rispetto all’anno precedente) sono stati in tutto 49.801. Se ne ricava che più di una vettura ogni due non torna in possesso del legittimo proprietario.

CONTINUA A LEGGERE