Assicurazione moto a km: come funziona, quando conviene

La assicurazione moto a km è una polizza RC che permette di pagare un premio annuale in base ai chilometri effettivamente percorsi. Questa soluzione può risultare particolarmente efficace se non si fa un uso quotidiano della propria due ruote. Quali sono i vantaggi dell’assicurazione moto a consumo e quanto permette di risparmiare rispetto a un’assicurazione tradizionale?

Assicurazione moto a km: come funziona

La assicurazione moto a km rappresenta un’alternativa interessante alle polizze tradizionali. La condizione per massimizzare i suoi vantaggi è una: non superare il tetto dei 5.000 chilometri annui. Per verificare questo dato, le compagnie assicurative installano sul veicolo un apposito dispositivo che ha il compito di registrare il chilometraggio. Questo strumento si chiama Rider1 ed è stato introdotto solo di recente dalle compagnie. In passato, infatti, l’assicurazione chilometrica era riservata soltanto alle automobili. Il dispositivo rileva essenzialmente due dati:

  • Chilometri percorsi
  • Localizzazione del veicolo in caso di furto
  • Attivazione dei servizi di emergenza in caso di sinistro

L’assicurazione a km moto prevede l’installazione del dispositivo senza ingombri aggiuntivi. Rider1 viene posizionato in modo da non essere visibile e la sua installazione risulta essere meno difficoltosa di quanto fosse in passato.

Quando conviene l’assicurazione moto chilometrica

L’assicurazione moto a chilometri conviene solo e soltanto se non si percorrono più di 5.000 chilometri all’anno, ossia una media mensile di poco superiore ai 400. Questo è il caso di chi, ad esempio, lascia la propria due ruote in garage per buona parte dell’anno. In questo caso si può optare per una assicurazione a km per moto – facendo attenzione a non superare la soglia e trovandosi costretti a pagare un ingente sovrapprezzo – ma anche per una polizza sospendibile o temporanea (mensile o trimestrale). Prima di affidarsi alla polizza moto a km, dunque, è consigliato valutare tutte le offerte delle compagnie assicurative, mettere sul piatto della bilancia altre formule ed analizzare oggettivamente le proprie abitudini di guida. Se si utilizza la moto tutti i giorni, ma compiendo brevi tragitti, questa soluzione può risultare particolarmente conveniente. La tariffa risulta infatti essere vantaggiosa rispetto a quella delle assicurazioni standard.

La procedura preliminare da effettuare è sempre quella di affidarsi alla comparazione online. Visita il nostro sito per scoprire quali compagnie offrono le assicurazioni moto a chilometro. A quel punto individua le assicurazioni moto a consumo più congeniali alle tue abitudini e genera un preventivo gratuito. Servono solo pochi dati per ricevere subito una quotazione. La sua validità è di 60 giorni e ti permetterà di effettuare in tutta calma la tua scelta.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE