L’assicurazione moto in pista

L’assicurazione moto in pista

Uso regolarmente la mia moto su strada ma questo weekend intendo cimentarmi in pista come un vero pilota: avrò bisogno di un’assicurazione speciale? E cosa cambia se invece decidessi di noleggiarne una direttamente sul circuito? Se per circolare quotidianamente basta affidarsi a una delle polizze presenti sul mercato, farlo tra chicane e cordoli potrebbe richiedere una copertura per moto aggiuntiva.

Assicurazione moto in pista: sì, ma solo nelle prove libere

Concedersi una velocità di punta maggiore e “piegare” più del solito, però, aumenta anche il rischio di incorrere in incidenti. Chi è tenuto a pagare nel caso in cui se ne verifichi uno? Contrariamente a quanto si pensi, non sempre “chi rompe paga tutto”.

Se è vero che soltanto i piloti con licenza FMI (Federazione Motociclistica Italiana) sono protetti da una copertura totale per i sinistri, i centauri della domenica possono vantarne una parziale. Infatti nelle condizioni presenti in alcune polizze RC auto e moto è prevista la copertura su suolo privato, ad eccezione delle competizioni e le relative prove. Ciò significa che le prove libere, ovvero non collegate a una gara, sono coperte da assicurazione moto.

Girare in pista assicurati: il Track Day

Le compagnie prevedono insomma la copertura in caso di sinistro con colpa, purché si tratti di circolazione turistica con mezzo targato e assicurato. Il cosiddetto Track Day scade in caso di partecipazione a gare. Qui il risarcimento spetta al motociclista, che deve ricordare che l’accertamento delle responsabilità non farà fede al Codice della Strada, bensì al regolamento interno dell’Autodromo.

Copertura totale anche per i piloti occasionali

Esiste, infine, un modo ulteriore per ottenere una copertura completa. È quello di affidarsi alla Tessera Sport Autodromi offerta dalla FMI. Offre la copertura della responsabilità civile verso terzi con un massimale fino a un milione e centomila euro e diverse garanzie per il titolare della tessera. Tra queste una diaria giornaliera in caso di ricovero derivante da incidente moto in pista, copertura delle spese mediche e indennizzo (80.000 euro) in caso di morte. Riconosciuta in gran parte delle piste italiane e in alcune straniere, ha un costo di 70 euro, cifra alla quale va aggiunta la quota annuale al moto club (tra 50 e 100 euro). Per disporne occorre presentare un certificato medico per attività non agonistica e un documento di identità in corso di validità.

Prima di cimentarti in pista, sono allora due le cose da ricordare. Usare sempre una condotta di guida prudente, che non metta a repentaglio la propriaincolumità e quella di terzi, e girare con un mezzo assicurato. Se non intendi prender parte a gare, o semplicemente se vuoi “aggiornare” la polizza di cui stai usufruendo, puoi scegliere quella più adatta alle tue esigenze confrontando tra le migliori offerte per assicurazione moto presenti sul mercato.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Smarrimento targa auto: cosa fare

Smarrimento targa auto: cosa fare Smarrimento targa auto: può sembrare un evento improbabile, eppure non è così. Perdita mentre si viaggia a velocità sostenuta, furto auto in cui il veicolo non viene ritrovato intatto, un mero atto vandalico. Le possibilità di imbattersi in questa situazione spiacevole sono, purtroppo per gli automobilisti, molteplici. Il Codice della

CONTINUA A LEGGERE

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni Dover spostare un’automobile sprovvista di circolazione è un’eventualità che può capitare a ciascuno di noi. Pensiamo ad esempio a due semplici casi: quando la ritiriamo dalla concessionaria e vogliamo accoglierla per la prima volta o, viceversa, quando vogliamo rottamarla magari dopo un lungo stallo casalingo. Di dinamiche simili,

CONTINUA A LEGGERE

Tempi immatricolazione moto nuova

Tempi immatricolazione moto nuova Quando si acquista una moto nuova ci sono dei passaggi tecnici obbligatori prima di poter circolare su strada. Ancor prima di scegliere il casco che più ci piace e di tutelarci con le migliori protezioni, è infatti d’uopo provvedere all’immatricolazione. Questa procedura va effettuata presso la Motorizzazione e dovrà essere accompagnata

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona Che un’auto sia intestata a un defunto è un fenomeno che si può verificare. Non sono infatti rari i casi di automobili che “sopravvivono” ai loro proprietari e non necessariamente per anzianità di questi ultimi. Cosa accade, allora, subito dopo? La vettura potrà circolare da subito

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione Vivi a pochi metri dalla spiaggia ma da sempre ti affascinano le imprese dei grandi scalatori. Oppure sei nato in montagna e vuoi ristorarti con una bella pedalata sul lungomare. Non preoccuparti, non sei l’unico a dover affrontare certi problemi. In Italia sono infatti molti i ciclisti

CONTINUA A LEGGERE

Anticipo TFR per acquisto auto

Anticipo TFR per acquisto auto L’acquisto di un’auto nuova è una scelta che negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla crisi economica. Mentre fino ai primi anni del nuovo secolo non erano inconsueti i casi di spese per togliersi uno sfizio, mai come oggi chi si reca da un concessionario lo fa per necessità.

CONTINUA A LEGGERE

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE