L’assicurazione moto in pista

L’assicurazione moto in pista

Uso regolarmente la mia moto su strada ma questo weekend intendo cimentarmi in pista come un vero pilota: avrò bisogno di un’assicurazione speciale? E cosa cambia se invece decidessi di noleggiarne una direttamente sul circuito? Se per circolare quotidianamente basta affidarsi a una delle polizze presenti sul mercato, farlo tra chicane e cordoli potrebbe richiedere una copertura per moto aggiuntiva.

Assicurazione moto in pista: sì, ma solo nelle prove libere

Concedersi una velocità di punta maggiore e “piegare” più del solito, però, aumenta anche il rischio di incorrere in incidenti. Chi è tenuto a pagare nel caso in cui se ne verifichi uno? Contrariamente a quanto si pensi, non sempre “chi rompe paga tutto”.

Se è vero che soltanto i piloti con licenza FMI (Federazione Motociclistica Italiana) sono protetti da una copertura totale per i sinistri, i centauri della domenica possono vantarne una parziale. Infatti nelle condizioni presenti in alcune polizze RC auto e moto è prevista la copertura su suolo privato, ad eccezione delle competizioni e le relative prove. Ciò significa che le prove libere, ovvero non collegate a una gara, sono coperte da assicurazione moto.

Girare in pista assicurati: il Track Day

Le compagnie prevedono insomma la copertura in caso di sinistro con colpa, purché si tratti di circolazione turistica con mezzo targato e assicurato. Il cosiddetto Track Day scade in caso di partecipazione a gare. Qui il risarcimento spetta al motociclista, che deve ricordare che l’accertamento delle responsabilità non farà fede al Codice della Strada, bensì al regolamento interno dell’Autodromo.

Copertura totale anche per i piloti occasionali

Esiste, infine, un modo ulteriore per ottenere una copertura completa. È quello di affidarsi alla Tessera Sport Autodromi offerta dalla FMI. Offre la copertura della responsabilità civile verso terzi con un massimale fino a un milione e centomila euro e diverse garanzie per il titolare della tessera. Tra queste una diaria giornaliera in caso di ricovero derivante da incidente moto in pista, copertura delle spese mediche e indennizzo (80.000 euro) in caso di morte. Riconosciuta in gran parte delle piste italiane e in alcune straniere, ha un costo di 70 euro, cifra alla quale va aggiunta la quota annuale al moto club (tra 50 e 100 euro). Per disporne occorre presentare un certificato medico per attività non agonistica e un documento di identità in corso di validità.

Prima di cimentarti in pista, sono allora due le cose da ricordare. Usare sempre una condotta di guida prudente, che non metta a repentaglio la propriaincolumità e quella di terzi, e girare con un mezzo assicurato. Se non intendi prender parte a gare, o semplicemente se vuoi “aggiornare” la polizza di cui stai usufruendo, puoi scegliere quella più adatta alle tue esigenze confrontando tra le migliori offerte per assicurazione moto presenti sul mercato.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione reflex e mirrorless: proteggi il tuo lavoro

Assicurazione reflex e mirrorless: proteggi il tuo lavoro Hai una reflex che utilizzi per lavoro ed è quindi la tua inseparabile compagna di vita? Cosa faresti se si rompesse o se la dovessi accidentalmente perdere? Rabbia, disperazione, frustrazione. È per questo che esiste un’assicurazione speciale dedicata per reflex e mirrorless. La macchina fotografica: speciale sì,

CONTINUA A LEGGERE

Cos’è iCloud?

iCloud è un servizio Apple, che chiunque possieda un iPhone conosce bene, che ti permette di salvare in modo sicuro foto, video, musica etc in modo gratuito. Non solo, ti consente di tenere tutto aggiornato su più dispositivi (se per esempio hai sia un iPhone che un iPad o un Mac) per condividerli con facilità

CONTINUA A LEGGERE

Come cancellarsi da Facebook per sempre

Amore e odio per molti, Facebook è il social network più diffuso della Terra eppure non tutti lo amano. C’è chi infatti lo trova solo una perdita di tempo o un posto dove si litiga senza motivo. È in aumento, infatti, il numero di utenti italiani che hanno deciso di disattivare il proprio account definitivamente.

CONTINUA A LEGGERE

Come formattare iPhone? Ecco una guida semplice

Sei costretto a formattare il tuo iPhone? Hai necessità di ripristinare le impostazioni di fabbrica, magari per migliorarne le prestazioni o perché hai avuto un problema? Formattare l’iPhone è molto facile, non è roba da smanettoni e può farlo chiunque. Andiamo al sodo! Formattare l’iPhone: cosa fare prima di procedere La primissima cosa da fare,

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Fattura elettronica: cos’è e come funziona

Se hai un’attività, che sia un’azienda, un negozio o una semplice partita Iva, sarai già venuto a conoscenza di questa temibile fatturazione elettronica. Cos’è? Come funziona? Quanto costa? Chi può evitare di emetterla? Fattura elettronica: cosa è La fattura elettronica è stata introdotta con la Finanziaria del 2018 ed è diventata obbligatoria e operativa il

CONTINUA A LEGGERE

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE

Legge di Bilancio 2019: novità auto

Legge di Bilancio 2019: novità auto La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto importanti novità nel settore auto. L’approvazione alla Camera della legge di stabilità ha infatti confermato buona parte delle voci che si erano succedute nei mesi precedenti. Gli argomenti sulla bocca di tutti sono stati sostanzialmente due: Ecobonus ed Ecotassa. Invece le modifiche

CONTINUA A LEGGERE