Assicurazione furto parziale

Assicurazione furto parziale

Tra le garanzie accessorie della assicurazione auto più note c’è quella furto e incendio. Si tratta di una copertura facoltativa e non obbligatoria che permette di essere tutelati in due casi spiacevolmente frequenti. Tuttavia sottoscrivere questo tipo di clausole non pone il contraente al riparo totale dalle sorprese. Le compagnie assicurative possono infatti decidere di modulare le penalità e non necessariamente rimborsano per intero il danno subito. Cosa accade, ad esempio, in caso di furto parziale? A quanto ammonta il risarcimento corrisposto? Facciamo chiarezza punto per punto.

Quali elementi considerare in caso di furto

A determinare il prezzo della polizza auto e, di conseguenza, dell’indennizzo, concorrono anche questi tre fattori.

  •  Franchigia. Si tratta dell’importo prestabilito che resta a carico dell’assicurato in caso di furto o incendio. Qualora sia di 300 euro e l’auto, al momento del furto, ne valga 7.000, la compagnia sarà tenuta a corrisponderne 6.700
  •  Scoperto. Ovvero la percentuale del valore dell’auto che resta a carico del contraente. Nel caso di cui sopra, con uno scoperto del 10%, la compagnia ne corrisponderà in tutto 6.300
  •  Coperture. In caso di furto la copertura vale per tutti i danni cagionati anche dai tentativi di furto o di scasso non portati a termine. Non vengono invece prese in considerazione la sottrazione degli oggetti che si trovano all’interno dell’auto né il loro furto specifico. Per l’incendio sono di norma coperti i sinistri dovuti a eventi legati al fuoco.

Degrado contrattuale e degrado da usura

Tutto chiaro? Bene, ma la risposta è rimasta inevasa. Quanto ci restituirà la compagnia presso cui abbiamo stipulato la nostra RC Auto in caso di furto parziale? Il riscontro è soggettivo. Ogni contratto determina infatti l’entità del cosiddetto “degrado contrattuale”, ovvero quello stabilito per la copertura dei danni diretti e che si applica in relazione all’età del veicolo. L’entità è spesso fatta corrispondere alla svalutazione commerciale del veicolo. Pertanto se una macchina “vale” il 30% in meno rispetto al suo prezzo d’acquisto, anche i ricambi verranno svalutati di quella percentuale. A questo si accompagna il “degrado da usura”, ossia quello determinato dallo stato di utilizzo e conservazione del veicolo. A valutarlo è un perito assicurativo traducendolo in termini di svalutazione economica.

Adesso il quadro è davvero completo. Il nostro consiglio è sempre quello di affidarsi alle assicurazioni online confrontandole sul nostro sito. In questo modo avrai modo di risparmiare sul costo annuo e di aggiungere tutte le garanzie accessorie che ritieni fare al caso tuo. Dopo averle valutate con attenzione, potrai generare a titolo gratuito un preventivo che resterà valido per i due mesi successivi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Incentivi auto 2019: elettriche, ibride, metano, gpl

L’approvazione dell’ultima Legge di Bilancio ha apportato significative novità sul fronte degli incentivi auto 2019. Suggerita da recenti normative dell’Unione Europea, la svolta verso una mobilità sostenibile è stata avallata dal Governo M5S – Lega. Chi acquista auto a partire dall’1 marzo 2019 ha diretto a incentivi, ma solo a determinate condizioni. Di quali si

CONTINUA A LEGGERE

Viaggi in moto: 3 mete ideali per l’estate 2019

Fare le vacanze on the road in moto. Una passione per molti, un nuovo obiettivo per tanti altri. Evitare le code autostradali, viaggiare sferzati dal vento e potersi godere panorami mozzafiato sono fattori che orientano le scelte di molti centauri. Fare viaggi in moto è sinonimo di libertà, indipendenza e avventura. Ma se per i

CONTINUA A LEGGERE

Il casco in bicicletta è obbligatorio?

Quando si va in bici è obbligatorio indossare il casco? Chi, almeno una volta nella vita, non si è posto questa domanda. Dal ciclista dell’ultima ora all’automobilista indispettito dai rallentamenti della domenica, il dubbio è lecito. L’argomento è stato spesso dibattuto e sarebbe dovuto essere oggetto di riforma nel Nuovo Codice della Strada. Ad oggi,

CONTINUA A LEGGERE

Cellulare alla guida: aumento delle sanzioni nel 2019

Utilizzare il cellulare alla guida è una cattiva abitudine che riguarda buona parte degli automobilisti. Tra le novità previste dalla riforma del Codice della Strada c’è anche quella che riguarda l’inasprimento delle sanzioni connesse guida con cellulare. L’obiettivo è quello di agire come deterrente contro una prassi pericolosa per sé stessi e per gli altri. Secondo

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Auto senza assicurazione: quali sono le sanzioni?

Guidare un’auto senza assicurazione è un reato punito in più modi. Mettersi alla guida di un veicolo non assicurato costituisce un rischio per sé stessi e per gli altri. Nonostante ciò i casi di automobilisti fermati alla guida senza assicurazione sono in continuo aumento. A questo spiacevole fenomeno si lega direttamente quello delle fughe a

CONTINUA A LEGGERE

Modello 730/2019: l’assicurazione auto è detraibile?

È possibile procedere alla detrazione assicurazione auto sul modello 730/2019? Quando si effettua la dichiarazione dei redditi, ci si trova a fare i conti con spese detraibili e spese deducibili. Tra le prime rientrano anche quelle assicurative. Non tutte sono però detraibili dal 730 o dal Modello redditi persone fisiche. L’assicurazione auto è detraibile? Quando

CONTINUA A LEGGERE

Decurtazione punti patente: eccesso di velocità

Dal 2003 gli automobilisti italiani si trovano alle prese con la patente a punti. Questo meccanismo premia i guidatori virtuosi permettendo loro di guadagnare due punti ogni biennio, fino a un massimo di 30 totali. La base di partenza è di 20 punti e ovviamente si rischia la perdita punti patente quando si commettono infrazioni

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE