Assicurazione furto parziale

Assicurazione furto parziale

Tra le garanzie accessorie della assicurazione auto più note c’è quella furto e incendio. Si tratta di una copertura facoltativa e non obbligatoria che permette di essere tutelati in due casi spiacevolmente frequenti. Tuttavia sottoscrivere questo tipo di clausole non pone il contraente al riparo totale dalle sorprese. Le compagnie assicurative possono infatti decidere di modulare le penalità e non necessariamente rimborsano per intero il danno subito. Cosa accade, ad esempio, in caso di furto parziale? A quanto ammonta il risarcimento corrisposto? Facciamo chiarezza punto per punto.

Quali elementi considerare in caso di furto

A determinare il prezzo della polizza auto e, di conseguenza, dell’indennizzo, concorrono anche questi tre fattori.

  •  Franchigia. Si tratta dell’importo prestabilito che resta a carico dell’assicurato in caso di furto o incendio. Qualora sia di 300 euro e l’auto, al momento del furto, ne valga 7.000, la compagnia sarà tenuta a corrisponderne 6.700
  •  Scoperto. Ovvero la percentuale del valore dell’auto che resta a carico del contraente. Nel caso di cui sopra, con uno scoperto del 10%, la compagnia ne corrisponderà in tutto 6.300
  •  Coperture. In caso di furto la copertura vale per tutti i danni cagionati anche dai tentativi di furto o di scasso non portati a termine. Non vengono invece prese in considerazione la sottrazione degli oggetti che si trovano all’interno dell’auto né il loro furto specifico. Per l’incendio sono di norma coperti i sinistri dovuti a eventi legati al fuoco.

Degrado contrattuale e degrado da usura

Tutto chiaro? Bene, ma la risposta è rimasta inevasa. Quanto ci restituirà la compagnia presso cui abbiamo stipulato la nostra RC Auto in caso di furto parziale? Il riscontro è soggettivo. Ogni contratto determina infatti l’entità del cosiddetto “degrado contrattuale”, ovvero quello stabilito per la copertura dei danni diretti e che si applica in relazione all’età del veicolo. L’entità è spesso fatta corrispondere alla svalutazione commerciale del veicolo. Pertanto se una macchina “vale” il 30% in meno rispetto al suo prezzo d’acquisto, anche i ricambi verranno svalutati di quella percentuale. A questo si accompagna il “degrado da usura”, ossia quello determinato dallo stato di utilizzo e conservazione del veicolo. A valutarlo è un perito assicurativo traducendolo in termini di svalutazione economica.

Adesso il quadro è davvero completo. Il nostro consiglio è sempre quello di affidarsi alle assicurazioni online confrontandole sul nostro sito. In questo modo avrai modo di risparmiare sul costo annuo e di aggiungere tutte le garanzie accessorie che ritieni fare al caso tuo. Dopo averle valutate con attenzione, potrai generare a titolo gratuito un preventivo che resterà valido per i due mesi successivi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Incidente con concorso di colpa: chi paga?

L’incidente con concorso di colpa è uno dei casi più comune di sinistro stradale. Si tratta della circostanza in cui non si rintraccia un solo responsabile e i colpevoli sono entrambi i guidatori dei veicoli coinvolti. Una volta capito cosa fare in caso di incidente, giunge il momento di muoversi con la assicurazione auto. Vediamo

CONTINUA A LEGGERE

Carta di circolazione moto: cos’è, come leggerla

“Favorisca patente e libretto”. Quante volte ci è capitato di imbatterci in una frase del genere? Se siete stati guidatori fortunati l’avrete ascoltata magari soltanto in tv, ma se circolate su strada da tanto è inevitabile non essere stati almeno una volta i destinatari della richiesta. I documenti richiesti dalle Forze dell’Ordine nei controlli di

CONTINUA A LEGGERE

Auto per disabili: agevolazioni acquisto, assicurazione e bollo

In Italia ci sono oltre 4,5 milioni di disabili. 160.000 sono invece le patenti B speciali attive, ovvero quelle riservate alle persone affette da handicap e che permettono di guidare auto per disabili. Lo Stato e le singole regioni prevedono diversi aiuti per il loro acquisto. Scopriamo insieme di quali si tratta e come accedervi.

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE

Come proteggere gli animali dai botti

Come proteggere gli animali dai botti I botti, i petardi e i fuochi d’artificio sono frequentissimi durante le feste, specialmente a Capodanno, dove purtroppo fanno danni anche tra le persone. Ogni anno seguiamo il bollettino in tv: ragazzi che perdono dita o perfino interi arti, per il divertimento di una sera. Quello a cui pochi

CONTINUA A LEGGERE

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE