Assicurazione autocarro con franchigia: cos’è, quando conviene

A differenza delle tradizionali assicurazioni RC auto e moto, l’assicurazione autocarro con franchigia è piuttosto comune e popolare. Esistono infatti alcuni vantaggi da tenere in considerazione che rendono l’assicurazione con franchigia una scelta conveniente. Cosa significa nel dettaglio e a cosa dobbiamo prestare attenzione al momento della stipula del contratto?

RCA con franchigia: cosa significa?

La franchigia è un importo, determinato al momento della firma del contratto, che rimane a carico dell’assicurato nel caso di risarcimento del danno. Può essere una quota fissa (l’opzione più frequente) o una percentuale. Nell’eventualità di un sinistro, quindi, la compagnia assicuratrice risarcisce il danno escludendo la quota di franchigia. Facciamo un esempio. Un autocarro è coinvolto in un sinistro e deve risarcire 1000 euro all’assicurato della vettura che ha tamponato. Se la franchigia dell’autocarro è fissata a 500 euro, la compagnia assicuratrice liquiderà solamente i restanti 500 euro. I primi, infatti, saranno versati direttamente dall’assicurato, di tasca propria.

Assicurazione autocarri con franchigia: franchigia assoluta e franchigia relativa

Esistono due tipi di assicurazioni con franchigia: quella assoluta, più popolare, e quella relativa. Si parla di franchigia assoluta quando al momento del contratto si determina, come nell’esempio precedente, una quota fissa di franchigia: per esempio 500 o 1000 euro. Qualsiasi sinistro da risarcire sarà sempre somma totale – franchigia. La franchigia relativa, invece, è più rara e consiste in una quota fissata a monte, sotto la quale la compagnia assicuratrice non versa alcun risarcimento. Se invece la somma è superiore al valore di franchigia relativa, il risarcimento è totale. È quindi un’opzione tecnicamente più conveniente, ma anche più costosa: a fronte di una copertura assicurativa più ampia, il premio assicurativo aumenta.

Polizza con franchigia: quando conviene?

Dal momento che molto spesso gli autocarri vengono utilizzati per fini professionali, magari intestati a un’azienda o a un’attività, il preventivo assicurazione autocarro con franchigia è di solito la scelta d’elezione. Questo perché, adottando un’assicurazione con franchigia, il premio assicurativo si abbassa. Sono da valutare, quindi, i casi d’uso del veicolo: se uso professionale, uso speciale o privato e considerare se, in caso di sinistro, ci sia difficile sborsare di tasca propria la somma fissata dalla franchigia. Spesso, nel caso di aziende, 500 euro in caso di sinistro non sono un importo così elevato ed è per questo che sono diverse le società che ricorrono a questa opzione. Quando infatti i veicoli assicurati sono diversi, il rischio di pagare la franchigia in caso di sinistro si abbassa statisticamente e rende il premio assicurativo cumulativo più vantaggioso. Un’altra domanda frequente è: ma l’assicurazione online conviene? Sì. Grazie a strumenti come il nostro comparatore, è possibile mettere a confronto decine di preventivi, tutti gratuiti e senza impegno. Informarsi e confrontare sono i primi due passi per risparmiare: prova subito!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE