Assicurazione auto temporanea: novità 2020

La assicurazione auto temporanea rappresenta uno dei modi più efficaci per risparmiare sulla polizza auto. Questa formula permette coprire il veicolo per un periodo di tempo prestabilito con la compagnia. Le assicurazioni temporanee possono avere durate differenti: esiste infatti un’assicurazione giornaliera, assicurazione 5 giorni, assicurazione auto trimestrale o semestrale.

Assicurazione auto temporanea: come funziona, vantaggi

L’assicurazione temporanea è una formula pensata per chi usa il proprio veicolo per un periodo non continuativo. Questa soluzione è conveniente per chi guida poco o necessita di spostare la vettura da un posto a un altro. Il vantaggio è rappresentato dal pagamento di un premio minore. Tuttavia il costo non è mai pari alla stessa frazione di una polizza annuale. Sei mesi di una assicurazione temporanea auto costano più di sei mesi inseriti in una assicurazione tradizionale. In ogni caso l’assicurazione auto temporanea non va mai confusa con l’assicurazione auto a rate. La prima prevede infatti il pagamento in unica soluzione, mentre solo la seconda permette di diluire il costo annuale su più mensilità. Prima di sottoscrivere un’assicurazione temporanea è sempre consigliato controllare tutte le clausole e assicurarsi di non girare con l’auto fuori dal periodo di copertura, per non incorrere nelle sanzioni previste dalla legge.

Svantaggi assicurazione auto temporanea

Come visto il costo delle polizze temporanee è un’arma a doppio taglio. Se in termini assoluti si paga meno rispetto a un’assicurazione standard, frazionando la spesa ci si accorge di come questa sia maggiore a parità di periodo di copertura. Tra gli svantaggi si segnala anche una franchigia più elevata, il che significa che in caso di incidente diventa può difficile ottenere il 100% dell’indennizzo. Le assicurazioni auto temporanee, inoltre, non beneficiano del cosiddetto periodo di tolleranza. Chi stipula un’assicurazione mensile, trimestrale o semestrale, dunque, non può circolare nei 15 giorni successivi alla scadenza della polizza.

Assicurazione auto temporanea: novità a partire dal 1° gennaio 2020

A partire dal 1° gennaio di quest’anno, invece, le assicurazioni temporanee concorrono all’assegnazione della classe di merito. Ciò significa che nel momento in cui l’assicurato torna a stipulare una polizza annuale, può vedersi migliorata la propria CU e pagare una quota annuale minore in assenza di sinistri.

Se vuoi scoprire quali compagnie propongono l’assicurazione provvisoria oppure valutare l’alternativa delle polizze sospendibili, visita il nostro sito. Sfruttando il nostro comparatore ti basterà inserire pochi dati per ricevere in maniera istantanea le quotazioni delle migliori compagnie online. A quel punto avrai a disposizione ben due mesi per valutare il preventivo ricevuto. Starà a te decidere se convalidarlo oppure ripetere l’operazione dall’inizio cambiando le tue preferenze.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE