assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Assicurazione auto satellitare: cos’è e come funziona

Se sei alla ricerca di un modo rapido per risparmiare sulla tua polizza RCA, sappi che la soluzione è davvero a portata di mano. Negli ultimi anni hanno fatto la propria comparsa sul mercato le assicurazioni auto satellitari in grado di garantire vantaggi pratici ed economici ai clienti.

Risparmiare sull’assicurazione auto installando la scatola nera

Partiamo da una delucidazione importante: l’assicurazione auto satellitare non è vincolante e non preclude la possibilità di cambiare polizza. La sua sottoscrizione comporta l’installazione sul proprio veicolo della scatola nera.

Tale dispositivo, dotato di rilevatore Gps incorporato, permette di registrare una moltitudine di dati relativi alla condotta del guidatore, compresi gli eventuali sinistri in cui incorre. La Black Box può essere montata su ogni tipo di veicolo entro 15 giorni dalla stipula della polizza e viene consigliata dalle compagnie assicurative – che da par loro avranno l’obbligo di applicarvi sconti corposi – per contrastare le frodi e abbassare il prezzo del premio. Il motivo? Una semplificazione considerevole delle indagini relative agli incidenti e alle responsabilità degli stessi.

Assicurazione auto satellitare: pro e contro

Fare ricorso all’assicurazione auto satellitare permette di facilitare la localizzazione della propria vettura in caso di furto o sinistro. Il monitoraggio può inoltre proseguire sul web, attraverso i dati della stessa, con una password personale. La scatola nera non danneggia il “look” dell’automobile né complica la vita al guidatore e viene caldeggiata per la sua capacità di snellire la liquidazione dei sinistri.

Nonostante la facoltà di abbattere il “punto di vista” dei conducenti coinvolti in incidenti, sono diverse le obiezioni al suo impiego. Tutto, in realtà, ruota intorno al concetto di privacy. Sebbene l’assicurazione abbia accesso ad alcuni dati (velocità, entità dell’urto) solo in caso di incidente, e si limiti a verificare quelli aggregati (chilometri annui, velocità media, percorso) in assenza di sinistri, gli italiani non sembrano gradire la presenza di un occhio costantemente puntato addosso. Insomma: il Grande Fratello va bene da spettatore, ma non se si ha la sensazione di esserne protagonisti.

La critica mossa dal “partito del no” è proprio quella di una fastidiosa intrusione nella sfera personale dovuta al continuo monitoraggio degli spostamenti. Tra i ‘contro’ anche la crescita del costo del premio dal secondo anno di stipula, quando viene meno lo sconto legato all’installazione e si rischia di sforare il limite di chilometri percorribili. Una volta pesate queste variabili, ricorri all’assicurazione auto più consona a te confrontando tra le migliori presenti sul mercato.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto per donne: con quale modello iniziare?

Moto per donne: con quale modello iniziare? In Italia la passione per le moto coinvolge sempre più donne. La crescita costante del numero delle due ruote senza motore circolanti sulle strade del Belpaese si traduce in un aumento che riguarda inevitabilmente anche il gentil sesso. E sin dalla tenera età. Rispetto al passato, infatti, sono

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione 15 giorni dopo la scadenza: quali danni copre?

Assicurazione 15 giorni dopo la scadenza: quali danni copre? L’abolizione del tacito rinnovo ha cambiato notevolmente le abitudini degli italiani sul tema dell’assicurazione auto. Dal gennaio 2013 è infatti venuta meno la clausola, prevista da molte compagnie assicurative, del rinnovo automatico delle polizze in assenza di disdetta. Volta a favorire chi è intenzionato a cambiare

CONTINUA A LEGGERE

IPT auto: cos’è e quanto costa

IPT auto: cos’è e quanto costa Tra le tante tasse che colpiscono la nostra auto ce n’è una particolarmente “fastidiosa”: l’IPT. L’imposta provinciale di trascrizione grava su tutti i veicoli italiani. Deve essere versata sia quando si acquista un’auto nuova che quando se ne acquista una usata e va direttamente nelle casse delle Province. L’imposta

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione scolastica: cos’è e come funziona

Assicurazione scolastica: cos’è e come funziona Tra i banchi di scuola i nostri figli trascorrono mediamente 200 giorni all’anno. La prerogativa di ogni genitore è quella di poter stare tranquillo durante le ore che scandiscono le lezioni. A salvaguardare la sicurezza degli studenti durante l’attività didattica ci pensa l’assicurazione scolastica. Questa polizza è obbligatoria per

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE