Assicurazione auto a km: a chi conviene?

Per risparmiare sull’assicurazione auto sono diverse le formule studiate dalle compagnie assicurativa. Scegliere la comparazione online è la soluzione ideale, ma non l’unica. Sulla scelta della miglior polizza RC Auto influiscono diversi fattori: età del contraente, abitudini e tipo di guida. Per chi non fa un uso continuo della propria automobile, una valida alternativa è rappresentata dall’assicurazione auto a km. Questa formula non prevede il tradizionale pagamento del premio annuo. Quali sono vantaggi e svantaggi di un’assicurazione chilometrica e quando conviene sottoscriverla?

Assicurazione auto a km: come funziona

L’assicurazione auto a km si differenzia dalle polizze tradizionali perché non prevede il pagamento del premio annuo. Questo viene calcolato in base al kilometraggio effettivamente percorso dal contraente durante l’anno. Il premio assicurativo viene suddiviso in due parti:

  • Quota fissa: vale come garanzia sulle assicurazioni auto a km per l’intera durata della polizza
  • Quota variabile: viene definita in base ai percorsi chilometrici effettivamente fatti

Per avere il calcolo preciso, le compagnie che forniscono la polizza auto a km prevedono l’installazione a bordo della scatola nera. La black box registra una serie di informazioni del veicolo, trai quali proprio la percorrenza esatta. La sua installazione permette di evitare controversie quando si verificano incidenti, in quanto sia il contraente che la compagnia sono perfettamente a conoscenza dei chilometri percorsi. Inoltre la scatola nera permette di geolocalizzare il veicolo in caso di furto e ricostruire l’esatta dinamica di un sinistro.

Quando conviene l’assicurazione a km

La scatola nera obbligatoria, come noto, permette sempre di risparmiare sull’assicurazione. La polizza auto a km non è però indicata a tutte le tipologie di automobilisti. Come visto essa risulta particolarmente utile per chi non percorre distanze eccessive. L’assicurazione auto a consumo è particolarmente indicata per chi:

  • Percorre meno di 5.000 chilometri all’anno
  • Dispone di una seconda auto che non utilizza abitualmente
  • Possiede una citycar che utilizza soltanto per gli spostamenti urbani
  • Usa l’automobile soltanto per le ferie o per percorsi brevi e standard

Assicurazione auto a km: costo

Per usufruire dei vantaggi garantiti dall’assicurazione auto chilometrica è fondamentale non superare la suddetta soglia chilometrica. Riuscendo a restare nei limiti dei 5.000 kilometri all’anno si riesce a risparmiare fino al 60% sul premio annuale rispetto alle polizze tradizionali. Prima di effettuare la scelta è quindi meglio essere sicuri del reale utilizzo che si fa dell’automobile, analizzando correttamente le distanze che si coprono. L’assicurazione a km auto è davvero vantaggiosa se si fanno piccoli spostamenti, offrendo così un notevole risparmio.

Il prezzo assicurazione auto a km viene stabilito in base a fasce chilometriche di percorrenza. L’automobilista sceglierà quella più vicina ai suoi standard e il premio sarà definito in base a ciò. Una volta presa la decisione di affidarsi a un’assicurazione a km, la prima cosa da fare è confrontare le migliori offerte del momento. Sul nostro sito lo si può fare con pochi click, ricevendo subito un preventivo gratuito e senza impegno valido per i due mesi successivi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE