Assicurazione auto falsa: tutto quello che devi sapere

Quando si acquista un’auto, nuova o usata, la prima cosa da fare è stipulare la polizza RC auto obbligatoria per legge. La sua sottoscrizione tutela il contraente in caso di sinistri stradali con danni provocati a terzi. Avere un’assicurazione valida, infatti, evita procedimenti più severi nei quali l’automobilista si troverebbe a pagare per intero i danni cagionati. Il fenomeno delle frodi assicurative rischia però di far circolare i soggetti ignari con un’assicurazione auto falsa. A cosa si va incontro in questo caso e come controllare evitando di essere raggirati?

Come riconoscere un’assicurazione auto falsa

Riconoscere un’assicurazione auto falsa non è un’impresa ardua. A volte basta semplicemente effettuare dei controlli appena più approfonditi per smascherare un tentativo di frode. In genere chi offre polizze RC Auto false, infatti, millanta offerte imperdibili e limitate nel tempo. Gli sconti vengono proposti sui social network e su programmi di messaggistica istantanea da società che, sovente, hanno nomi che ricordano quelle di compagnie assicurative esistenti. In questo modo il cliente viene raggirato e convinto a pagare in tempi rapidi, inviando tutti i documenti e le ricevute di pagamento via mail.

Assicurazione auto falsa: come controllare

A questo punto si dispone di tutti gli strumenti per riconoscere un’assicurazione auto falsa. In genere chi froda si appoggia a siti internet con pochissime pagine (può bastare solo una landing page), nel quale è presente il nome (finto) della compagnia, l’offerta e l’indirizzo email a cui inoltrare documenti e pagamento.

Di fronte a una promozione altamente conveniente, e dunque sospetta, il cliente può tutelarsi in più modi. Individualmente può accertarsi della presenza (o assenza) di PEC, numero e dati di iscrizione al registro degli intermediari assicurativi e indirizzo della sede sul sito della compagnia. In maniera ancora più rapida, invece, può appoggiarsi al sito dell’IVASS per controllare l’elenco completo delle imprese assicurative italiane e straniere ammesse ad operare in Italia. Oltre a questo, può controllare l’elenco dei siti internet di intermediari assicurativi considerati irregolari.

Assicurazione auto falsa: cosa si rischia

Chi evade l’assicurazione auto va incontro a pene molto severe. Chi circola senza copertura assicurativa è soggetto a multa di 849 euro a 3.396 euro. A questa si aggiunge la sanzione che raddoppia se si incorre nella stessa violazione nell’arco di due anni. L’assicurazione auto falso rientra invece nel reato di falso in scrittura privata. Chi falsifica un tagliando assicurativo si espone al reato previsto dall’articolo 485 del Codice Penale: se chi resta vittima della frode presenta regolare denuncia non rischia nulla, altrimenti è punibile da 6 mesi a 3 anni di reclusione per aver esposto consapevolmente un tagliando contraffatto.

Per non correre rischi affidati a noi. Quale.it compara dal 2011 servizi assicurativi lavorando con le migliori compagnie. Scegli un servizio di intermediazione regolamentato dall’Ivass e che non dipende da nessuna compagnia, garantendoti sempre la migliore offerta. Inserisci i tuoi dati e quelli del veicolo che intendi assicurare e genera subito, gratuitamente, tutti i preventivi assicurazione auto di cui hai bisogno.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE