assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Assicurazione auto: cosa fare in caso di incidente

Assicurazione auto: cosa fare in caso di incidente

L’estate è la stagione nella quale si registra il numero maggiore di incidenti stradali. L’incremento dei sinistri è attribuibile a una serie di fattori: traffico più consistente (soprattutto sulla rete autostradale), guida distratta, velocità elevata e mancato rispetto della distanza di sicurezza. Le ultime rilevazioni Istat, relative all’anno 2016, inquadrano in luglio il mese critico. Nel settimo dell’anno si sono infatti verificati 16.981 incidenti (oltre 3.000 in più rispetto ad agosto), con 367 morti e 24.281 feriti. Spesso, inoltre, chi si trova coinvolto in un sinistro non sa quali siano i passi da compiere, né nell’immediatezza dell’accaduto né nei giorni successivi. Cosa succede, ad esempio, alla nostra assicurazione auto?

Come comportarsi in caso di incidente

Queste sono le regole basilari da osservare in caso di incidente stradale.

  •         Redigere il modulo blu di constatazione amichevole (CAI o CID). Questo non servirà a stabilire le colpe del sinistro, ma a mettere nero su bianco la descrizione dell’accaduto. È importante non firmare il modulo se non si è d’accordo con la controparte. In alternativa, infatti, si potranno compilare due constatazioni separate.
  •        Individuare eventuali testimoni. Vanno indicati già sulla denuncia del sinistro e possono diventare determinanti in sede processuale. Attenzione a non “barare”: se il testimone ha già depositato versioni per tre cause relative agli incidenti stradali, il suo nome verrà trasmesso alla Procura della Repubblica per verificare la configurazione del reato di falsa testimonianza.

Come ottenere l’indennizzo

Qualora i veicoli coinvolti siano immatricolati in Italia, identificati e se le lesioni riportate sono considerate lievi (ovvero non superano la soglia del 9% di invalidità permanente), l’automobilista coinvolto può richiedere il risarcimento diretto rivolgendosi alla propria compagnia assicurativa. È fondamentale non far passare più di tre giorni prima di denunciare il sinistro alla compagnia.

Per tutti gli altri casi (la maggior parte) l’iter è quello tradizionale e il risarcimento danni va chiesto alla compagnia assicurativa della controparte. La richiesta si effettua tramite raccomandata, con allegata denuncia del sinistro. L’assicuratore ha 60 giorni di tempo per formulare un’offerta alla parte lesa. I giorni diventano 30 se la constatazione amichevole è stata firmata da entrambi i conducenti dei veicoli.

A quanto corrisponde l’indennizzo

Ricordato che tutte le regole di cui sopra riguardano sia i casi di incidente auto che di incidente moto, vediamo adesso qual è la cifra corrisposta solitamente dalle compagnie assicurative. L’ammontare standard è quello che copre i costi necessari alla riparazione del mezzo danneggiato più le eventuali spese del carro attrezzi. In caso di veicoli vecchi e con danni che superano l’attuale prezzo di mercato, viene corrisposta una cifra pari al valore di mercato stesso. A questo punto il danneggiato potrà decidere di acquistare un’automobile nuova, e la compagnia assicurativa potrà aggiungere alla cifra appena citata anche le spese di rottamazione  e quelle relative alla tassa di circolazione.

Per scegliere la polizza più adatta a te, non ti resta che consultare il nostro sito. Lì potrai valutare le proposte delle migliori compagnie assicurative e generare a titolo gratuito un preventivo. La sua validità sarà di 60 giorni e ti darà modo di fare tutte le valutazioni utili prima di procedere all’acquisto.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Viaggio last minute in montagna in Trentino Alto Adige

Viaggio last minute in montagna in Trentino Alto Adige Partire verso la fine di agosto o agli inizi di settembre è un’ottima occasione per evitare la calca, non solo al mare, ma anche in montagna! Il Trentino Alto Adige offre ancora il meglio di sé ed è una meta perfetta per un viaggio on the

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze fine estate: le migliori mete al mare

Vacanze fine estate: le migliori mete al mare Hai preferito prendere le ferie verso fine agosto, magari a inizio settembre? Le vacanze cosiddette intelligenti sono un ottimo modo per risparmiare qualche euro sul soggiorno e soprattutto per trovare meno folla in spiaggia e nei luoghi di villeggiatura. Queste sono le nostre mete preferite per potersi

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione casa vacanze: come tutelare la seconda casa

Assicurazione casa vacanze: come tutelare la seconda casa Sempre più italiani, complici alcune piattaforme che mettono facilmente in condivisione la domanda con l’offerta, stanno affittando le proprie seconde case durante le vacanze. È un ragionamento piuttosto semplice. Un immobile che non viene usato in certi periodi dell’anno dai padroni di casa può essere invece una

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Guida alla bicicletta: modelli, regole e assicurazione

Guida alla bicicletta: modelli, regole e assicurazione Bici, che passione! In Italia l’amore per le due ruote sopravvive alla crescente offerta di motori e tecnologie, come dimostrato dai dati del 2017. Nei dodici mesi dell’anno sono state vendute 1.688.000 unità sommando biciclette tradizionali ed elettriche. La tipologia più acquistata è la city-bike, che si lascia

CONTINUA A LEGGERE

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE