Assicurazione auto: chi risarcisce il passeggero?

Assicurazione auto: chi risarcisce il passeggero?

Usi la tua auto soltanto pochi giorni alla settimana, magari nel weekend. Non viaggi mai solo e preferisci farlo con il tuo partner accanto. Sappi che il tuo non è un caso isolato e che, come te, sono in tanti i guidatori italiani a fare un uso saltuario della macchina. Vogliamo però sottoporti una domanda: cosa accade nella malaugurata ipotesi in cui incappi in un incidente? La tua assicurazione auto coprirà soltanto i danni cagionati a te stesso o anche a chi viaggia con te? L’argomento è stato spesso oggetto di dispute tra contraenti e compagnie assicurative, ma la legge non lascia spazio alle interpretazioni.

Obbligo di risarcimento per il passeggero

Il passeggero è un po’ come il pedone: ha sempre ragione. Se fino a pochi anni fa le compagnie assicurative erano solite risarcirlo soltanto nel caso in cui in un sinistro fossero coinvolti almeno due veicoli, una sentenza della Corte di Appello de L’Aquila ha ribaltato questa impostazione. Questa ha infatti stabilito che il passeggero ha sempre diritto al risarcimento dei danni subiti, anche se la colpa è del conducente e se non sono coinvolte altre vetture. La copertura della polizza si estende pertanto automaticamente anche al terzo trasportato.

Quando l’RC auto non copre il passeggero?

Esistono tuttavia casi in cui la polizza auto non copre i danni subiti dal passeggero. Avviene quando si è a conoscenza della circolazione illegale del veicolo, ovvero quando sono guidatori senza patente, ladri, rapinatori o terroristi a condurlo. Le compagnie, che di norma devono risarcire i danni subiti fino al massimale minimo di legge, non sono inoltre tenute a farlo in caso di incidenti provocati da eventi fortuiti, ovvero non riconducibili alla condotta dei conducenti dei veicoli coinvolti. Casi del genere possono essere l’attraversamento improvviso di un pedone o una buca che devia la traiettoria dell’auto.

Danni al passeggero: come richiedere il risarcimento

Come visto la legge considera incluso nell’assicurazione per responsabilità civile l’indennizzo per il passeggero. Per ottenerlo, questi dovrà inoltrare domanda alla compagnia, allegando tutta la documentazione necessaria: dati anagrafici, codice fiscale, eventuali certificati medici e descrizione del sinistro. In caso di accettazione, il rimborso verrà effettuato entro 15 giorni. La compagnia assicurativa può tuttavia chiedere che il passeggero venga sottoposto alla visita di un medico legale. Una volta superata, la stessa avrà 90 giorni di tempo per formulare una proposta.

Qualora, infine, il passeggero si trovi a bordo di un’automobile sprovvista di copertura assicurativa, sarà il Fondo di garanzia delle vittime della strada a venire in suo soccorso. In questo caso il soggetto danneggiato dovrà chiedere il risarcimento nei confronti del responsabile del sinistro.

Per tutelare te e chi ti sta accanto, ricorda di affidarti sempre alla migliore assicurazione auto. Sul nostro sito è possibile mettere a confronto tutte le offerte del momento. Una volta individuata quella più adatta alle tue esigenze, potrai generare un preventivo gratuito che resterà valido per i successivi 60 giorni.

 

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Come cancellarsi da Facebook per sempre

Amore e odio per molti, Facebook è il social network più diffuso della Terra eppure non tutti lo amano. C’è chi infatti lo trova solo una perdita di tempo o un posto dove si litiga senza motivo. È in aumento, infatti, il numero di utenti italiani che hanno deciso di disattivare il proprio account definitivamente.

CONTINUA A LEGGERE

Come formattare iPhone? Ecco una guida semplice

Sei costretto a formattare il tuo iPhone? Hai necessità di ripristinare le impostazioni di fabbrica, magari per migliorarne le prestazioni o perché hai avuto un problema? Formattare l’iPhone è molto facile, non è roba da smanettoni e può farlo chiunque. Andiamo al sodo! Formattare l’iPhone: cosa fare prima di procedere La primissima cosa da fare,

CONTINUA A LEGGERE

Cambiare compagnia assicurativa: quando è possibile?

Cambiare compagnia assicurativa: quando è possibile? Quando è possibile cambiare la compagnia assicurativa alla quale ci si è rivolti per sottoscrivere la propria polizza RC Auto? La domanda può apparire banale, ma l’argomento è serio e merita un approfondimento adeguato. L’abolizione del tacito rinnovo contratto, voluta nel 2012 dal Governo Monti, ha infatti generato una

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE

Legge di Bilancio 2019: novità auto

Legge di Bilancio 2019: novità auto La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto importanti novità nel settore auto. L’approvazione alla Camera della legge di stabilità ha infatti confermato buona parte delle voci che si erano succedute nei mesi precedenti. Gli argomenti sulla bocca di tutti sono stati sostanzialmente due: Ecobonus ed Ecotassa. Invece le modifiche

CONTINUA A LEGGERE

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE