Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

Annullamento polizza RC Moto: cos’è e come funziona

L’annullamento polizza auto o moto è la pratica che permette di ricevere il rimborso del premio RC pagato e non goduto. L’indennizzo viene corrisposto al netto dell’imposta e del contributo Servizio Sanitario Nazionale. Questa procedura si può applicare in caso di:

  • Vendita
  • Distruzione
  • Demolizione
  • Esportazione definitiva all’estero
  • Cessazione della pubblica circolazione

Per quanto riguarda i ciclomotori, non muniti del certificato di circolazione e della targa prevista dal DPR 153/2006, si può annullare assicurazione solo in caso di demolizione.

Annullamento polizza RC Moto: come fare, documenti

Quali sono i documenti da presentare per richiedere l’annullamento della polizza? Per eseguire correttamente l’annullamento assicurazione auto o moto, il soggetto interessato deve inviare una raccomandata alla propria compagnia assicurativa. Nella raccomandata (oppure tramite Fax o via PEC) vanno specificate le generalità del contraente, il numero della polizza e la targa del veicolo oggetto di copertura assicurativa. Alla richiesta di annullamento del contratto vanno allegate il certificato di assicurazione, che attesta la regolarità della copertura e il relativo periodo di validità, la Carta Verde che consente di circolare in uno stato estero e, infine, la documentazione che ha comportato la richiesta di annullamento della polizza. Si tratta dunque dell’atto di vendita, distruzione, alienazione, demolizione (in questo caso serve anche il certificato di avvenuta consegna) o esportazione del veicolo.

Cosa comporta l’annullamento della polizza

Una volta che la compagnia assicurativa avrà ricevuto la documentazione corretta, provvederà a rimborsare al cliente la parte di premio pagata non goduta per cessazione del rischio. Questa somma riguarda la responsabilità civile, al netto dell’imposta e del contributo SSN. Qualora la moto viene rubata e si sia protetti dalla polizza Furto e Incendio, si riceve un indennizzo corrispondente al valore di mercato del mezzo. Non spetta, però, il rimborso del premio già versato per la garanzia accessoria. In questo caso sussiste l’obbligo di corrispondere anche le eventuali rate mancanti.

Ricorrendo all’annullamento assicurazione moto o auto, inoltre, l’assicurato sarà costretto a ripartire dalla classe di merito più alta quando acquisterà un nuovo veicolo. Per ovviare a questa situazione si può però ricorrere a formule come Legge Bersani o RCA Familiare, che permettono di ereditare la classe di merito di un familiare convivente. Con la Rc Auto Familiare questo beneficio si applica anche a tipologie di veicoli diversi, ovvero da auto a moto e viceversa.

Al contrario, quando la polizza giunge a scadenza, l’ultimo attestato di rischio conseguito mantiene la sua validità per i successivi cinque anni. Per risparmiare sulla tua assicurazione Rc Moto affidati a noi. Inserisci i tuoi dati e quelli del veicolo da coprire, confronta le quotazioni delle migliori compagnie online e scegli l’offerta su misura per te.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE