Affitto breve: contratti, tipologie e regole

L’affitto breve è una tipologia di locazione regolata da un contratto temporaneo che stabilisce un rapporto tra proprietario e inquilino non superiore ai 18 mesi. Se siete studenti fuori sede o lavoratori appena trasferiti in una città con un contratto a tempo determinato, questa soluzione abitativa è davvero l’ideale per voi. Scopriamo perché.

Affitto transitorio e affitto turistico

Come prima cosa vi segnaliamo che le tipologie di affitto breve presenti sul mercato sono due.

  • Affitto turistico: si ha natura turistica a fronte di un periodo di locazione di un massimo di 30 giorni. Questa formula non prevede la registrazione all’Agenzia delle Entrate ed è sancita da scrittura privata o contratto. A disciplinare la materia è il D.L. 50/2017, norma che applica la cedolare secca, della quale possono usufruire proprietari, sublocatori e comodatari, anche quando la locazione prevede fornitura di biancheria e pulizia dei locali. Vi è inoltro l’obbligo di comunicare i dati relativi ai contratti da parte di chi esercita attività di intermediazione immobiliare o attraverso la gestione di portali online e l’obbligo di operare una ritenuta del 21% sull’ammontare dei canoni e dei corrispettivi all’atto dell’accredito. Per chi effettua locazioni brevi turistiche in forma privata e per la certificazione del reddito ricevuto è sufficiente conservare la documentazione per la dichiarazione dei redditi.
  • Affitto transitorio: definizione per una locazione che va dai 30 giorni ai 18 mesi. Il contratto di locazione transitorio va registrato e certificato con marca da bollo

Tipologie di contratto

Per un affitto breve ad uso turistico è sufficiente una scrittura privata tra le parti. Il nostro consiglio, al fine di evitare controversie alla scadenza del soggiorno, è quello di redigere un regolare contratto. Le informazioni che dovrà contenere sono le seguenti.

  • Indirizzo, descrizione e metratura dell’appartamento
  • Periodo dell’affitto
  • Orario di arrivo e di partenza
  • Numero di persone
  • Modalità di consegna chiavi
  • Importo
  • Dati anagrafici di entrambe le parti in causa
  • Modalità di pagamento
  • Modalità di disdetta
  • Restituzione della cauzione
  • Costi accessori: pulizie, spese e tasse di soggiorno

Se il soggiorno supera i 30 giorni, il contratto va depositato entro 48 ore al Comune e alle autorità di Pubblica Sicurezza. Il proprietario è tenuto ad emettere ricevuta di pagamento e a richiedere la tassa di soggiorno.

Per un contratto di affitto breve per uso abitativo, invece, si concorda e definisce un canone. Affinché il contratto sia valido sono necessarie una conferma inviata tramite raccomandata e un deposito cauzionale di almeno due mensilità. La legge attualmente in vigore permette di stipulare contratti di affitto brevi anche quando vi sia la necessità di vendere, in tempi brevi, il proprio immobile.

L’affitto breve è una modalità che permette ai proprietari di rendere la propria abitazione una fonte di reddito affrancandosi dagli obblighi burocratici dell’affitto tradizionale e agli inquilini di contenere le spese. Che tu sia proprietario o inquilino, è bene considerare l’acquisto di una polizza casa per tutelarti dai normali imprevisti della vita quotidiana. Su Quale puoi scoprire quella più adatta a te: è gratuito!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Polizza vita mista: cos’è, come funziona?

Polizza vita mista: cos’è, come funziona? La polizza vita mista è un particolare tipo di contratto assicurativo che unisce, per così dire, la polizza caso vita e la polizza caso morte. Il premio viene infatti corrisposto se l’assicurato è ancora in vita alla scadenza del contratto o ai suoi beneficiari, qualora l’assicurato muoia entro questa

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE

Patente speciale: come richiedere, dove rinnovare

I soggetti affetti da disabilità (dalla nascita, per incidente o malattia) hanno diritto a guidare l’auto? La risposta è affermativa, purché siano in possesso di una patente auto speciale. Questo titolo di guida ha un iter identico a quello della normale patente b auto. Propedeutico al suo ottenimento è il superamento di esami di teoria

CONTINUA A LEGGERE

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE