5 trucchi per risparmiare sulla assicurazione auto

La assicurazione auto rappresenta la quarta voce di spesa per chi usa una macchina. Obbligatoria per legge dal 1971, la Rca mette a dura prova i portafogli degli automobilisti. Cambiare compagnia permette infatti di ottenere sconti solo marginali. E anche chi non ha incidenti spende parecchio. Esistono tuttavia trucchi per pagare meno l’assicurazione auto. Si tratta di piccoli escamotage che consentono di ridurre il premio annuale.

Assicurazioni auto: cosa incide sul premio assicurativo

La Responsabilità Civile Autoveicoli, nota come RC Auto o RCA, è la polizza assicurativa obbligatoria per i veicoli a motore che circolano su strada. Il premio RC Auto si calcola in base alla possibilità del conducente di provocare incidenti. A determinarlo contribuiscono diversi fattori:

Decisamente influenti e importanti sono anche le caratteristiche del veicolo da assicurare:

  • Cilindrata: più è alta, più si paga
  • Potenza: è valido il discorso fatto per la cilindrata
  • Tipo di alimentazione: benzina, diesel, elettrica

Consigli per risparmiare su RC Auto e Moto

Seppure non si riescono a soddisfare al meglio questi requisiti, esistono trucchi per risparmiare sull’assicurazione auto. A seguire i cinque utili per garantirsi l’assicurazione auto meno costosa:

  • Confrontare prezzi e preventivi: il modo giusto per trovare l’assicurazione più vantaggiosa è quella di mettere a confronto i prezzi proposti dalle singole compagnie. Gli elementi da prendere in considerazione sono massimali e franchigia. Generare più di un preventivo assicurazione auto dà modo di valutare con scrupolo le offerte.
  • Cambiare assicurazione: l’abolizione del tacito rinnovo facilita l’operazione. Per cambiare polizza auto non serve più fare la disdetta. La presenza di diverse compagnie fa sì che il mercato delle assicurazioni auto sia in continuo movimento. Non sempre la prima offerta è la migliore: saper attendere il momento (e la proposta) ideale e assicurarsi con una nuova compagnia può generare risparmi considerevoli.
  • Legge Bersani: la legge 40/2007 permette di beneficiare della classe di merito di un familiare convivente. In questo modo non si entra necessariamente da quella di ingresso (la 14esima), ma si può pagare meno se in casa c’è una persona con anzianità di guida. I veicoli da assicurare devono essere della stessa tipologia (auto e auto, non auto e moto), essere entrambi intestati a una persona fisica e la polizza da cui ereditare la CU deve essere attiva.
  • Scatola nera: risparmiare sull’assicurazione auto con scatola nera significa avere a bordo un dispositivo che monitora il funzionamento della vettura. La black box raccoglie dati che, in caso di sinistro, aiutano a chiarire le dinamiche. L’entità dello sconto varia da compagnia a compagnia, ma nessuna può esimersi dall’applicarlo a fronte dell’installazione.
  • Garanzie accessorie: quali polizze aggiuntive alla RC obbligatoria servono davvero? Questa è la domanda da cui partire prima di sottoscrivere l’assicurazione auto. Furto e Incendio, atti vandalici, cristalli, Kasko, eventi naturali sono coperture da aggiungere solo se effettivamente necessarie. L’unica obbligatoria è infatti la RC, mentre le altre faranno lievitare il prezzo annuo.

Altri consigli per risparmiare sull’assicurazione auto sono quelli di effettuare il pagamento in un’unica soluzione, affidarsi a compagnie dirette o, qualora si utilizzi l’automobile soltanto in alcuni periodi dell’anno, optare per assicurazioni temporanee o sospendibili. Prima di effettuare la scelta giusta, però, è sempre utile generare un preventivo assicurazione auto online. Sul nostro sito è un’operazione che si compie in maniera semplice e gratuita: basta inserire pochissimi dati per vedersene restituito uno che resta valido per i successivi 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE