Viaggiare sicuri in aereo: 5 consigli per risparmiare

Viaggiare in aereo è un’esperienza piacevole e indimenticabile. La prima volta non si scorda mai, anche se porta con sé un po’ di agitazione. La diffusione dei viaggi low cost ha fatto lievitare il numero di persone che amano partire in aereo. La velocità dello spostamento, la convenienza del prezzo dei biglietti e la possibilità di raggiungere posti altrimenti impossibili da visitare in auto, orienta spesso la scelta. Per i viaggi in aereo vanno tenuti in considerazione due aspetti: risparmio e sicurezza. Come coniugarli e quando è consigliato prenotare?

Viaggi aereo: cosa fare prima di partire

La vacanza perfetta è quella che non contempla errori e viene organizzata con largo anticipo. Per risparmiare è fondamentale saper pianificare: ma qual è il momento propizio per viaggiare in aereo? E cosa fare se si opta per una vacanza last minute?

Prenotazione volo e albergo: comparare e chiedere informazioni

Basta rispettare poche regole essenziali. Per ottenere gli sconti migliori bisogna prenotare volo e albergo tra le 3 e le 6 settimane prima di partire. Per quanto riguarda il viaggiare in aereo, bisogna verificare tutte le condizioni del volo low cost. Spesso le offerte sono riservate soltanto ai possessori di fidelity card e non convengono a un viaggiatore occasionale. Prima di comprare il biglietto è utile visitare il portale della compagnia aerea scelta e procedere con la comparazione sui motori di ricerca. Occhio alle commissioni e ai termini di cancellazione, per non trovarsi salassati in caso di annullamento del viaggio.

Per l’hotel pochi semplici consigli: scegliere quelli con termini di cancellazione flessibile e possibilmente col pagamento in struttura. Questa soluzione permette di non perdere soldi in caso di improvviso annullamento della vacanza. Per risparmiare può essere utile anche una telefonata alla struttura: non sempre, ma a volte sarà possibile ottenere uno sconto (intorno al 10%) rispetto al prezzo indicato online. Attenzione inoltre ai prezzi troppo bassi ed eccessivamente concorrenziali e che potrebbero nascondere dietro l’angolo una fregatura.

Sottoscrivere un’assicurazione sanitaria

Soprattutto se si sceglie un posto considerato a rischio, è fondamentale dotarsi di un’assicurazione sanitaria. Obbligatoria in Bielorussia, Russia e a Cuba, è altamente consigliata in Brasile, Giappone, Indonesia, Iran, Thailandia e Ucraina. Questo tipo di polizza prevede la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario del paziente che necessita. Per evitare ogni genere di rischio è utile sottoscriverlo, considerando che in molte nazioni l’assistenza sanitaria è a pagamento. In alcuni stati, come Australia e Stati Uniti, si rischia di trovarsi costretti a pagare direttamente e con cifre decisamente elevate. Prevenire, mai come in certi casi, è meglio che curare.

Registrarsi a Viaggiare Sicuri

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale mette a disposizione un sito utile per chiunque viaggi all’estero. Il portale Viaggiare Sicuri della Farnesina fornisce informazioni generali sugli stati Esteri, specie per quanto riguarda salute e sicurezza. Prima di viaggiare in aereo è suggerito cliccare sul paese che si intende visitare. Si riceveranno info utili sulla documentazione necessaria all’ingresso nel Paese, sui comportamenti da tenere e da evitare nel luogo di destinazione, sulla situazione sanitaria e sulla mobilità. Non mancano, inoltre, informazioni su lingue parlate, religione, moneta corrente, meteo e contatti dell’Ambasciata Italiana.

Evitare truffe le zone pericolose

Se si è distratti o incoscienti e si è dimenticato di consultare il portale, non bisogna farsi prendere dal panico. Una volta giunti in loco, basterà prendere informazioni tramite una persona di fiducia. All’albergatore presso il quale si alloggia, ad esempio, si potrà chiedere lumi sulle zone pericolose. In ogni città esistono infatti delle zone a rischio e da evitare, anche soltanto in determinate ore del giorno. Viaggiare sicuri significa anche non perdere documenti o soldi. Per questo è consigliato anche farsi indicare le truffe comuni, per starne quanto più possibili alla larga.

Assicurazione viaggio: il miglior modo per viaggiare sicuri

La sicurezza non è mai troppa. Viaggiare in aereo può essere anche fonte di stress e di modi per combatterlo ne esistono a iosa. Per affrontare partenza e viaggi in assoluta tranquillità, non esiste nulla di meglio di un’assicurazione viaggio che copra da ogni tipo di imprevisto. Al pari dell’assicurazione sanitaria, anche qui vale la pena (ove possibile) non badare a spese. Per fare la scelta migliore bisogna essere quanto più possibile oggettivi: quanto si viaggia? Quale meta si raggiunge? Una volta chiariti questi aspetti, si è pronti a trovare la migliore assicurazione viaggio.

Sul nostro sito è infatti presente un comparatore intuitivo ed estremamente veloce. Inserendo la destinazione e le coperture che si intende avere, si potranno visualizzare le migliori polizze assicurative viaggio online. Valutando le offerte delle maggiori compagnie assicurative si potrà sottoscrivere quella che fa al caso nostro risparmiando tempo e denaro.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione donazione casa: cos’è e come funziona

La donazione immobiliare è una delle soluzioni più adottate dagli italiani per trasferire la proprietà di case e altri beni immobiliari quando ancora in vita ai propri eredi. La donazione permette di risparmiare su molti oneri fiscali, al momento della successione ereditaria, ma soprattutto permette di aggiungere delle clausole per i beneficiari. Perché quindi acquistare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE