Ultime novità su scatola nera e assicurazioni auto: cosa c’è da sapere

Negli ultimi anni si è diffusa a macchia d’olio l’installazione della scatola nera all’interno delle autovetture. Solo nello scorso anno sono stati effettuati oltre 5 milioni di montaggi. Come già visto infatti  in questo articolo sulla RC moto, questi dispositivi permettono di risparmiare sul costo totale della polizza auto; non tutti i proprietari di autovetture hanno però ben chiaro come funziona questo tipo di strumento e come funziona l’assicurazione di un’auto con scatola nera. Cerchiamo di fare chiarezza.

Cos’è la scatola nera

La scatola nera – o black box secondo la terminologia inglese – è un dispositivo dotato di GPS che permette di registrare alcuni valori del comportamento del guidatore in auto. Questa sua funzionalità può essere particolarmente utile in diversi momenti:

  • In caso di furto la geo-localizzazione tramite il GPS permette di rintracciare velocemente il veicolo;
  • In caso di incidente la scatola restituisce i dati sul comportamento in auto del conducente (velocità, frenata, etc..) per aiutare a riconoscere la responsabilità del sinistro.

La raccolta di questi dati avviene nel totale rispetto della privacy.

Una volta scelto di installare la scatola nera sull’auto, il contraente deve procedere al montaggio del dispositivo entro 10 giorni dall’inizio di validità della polizza, recandosi presso un Centro autorizzato. È bene ricordare che il costo di questa operazione è a carico delle compagnie assicurative.

Perché permette di risparmiare

Con l’approvazione del DDL Concorrenza, da poco più di un mese approvato dal Senato, si prevede un ulteriore forte incremento delle installazioni sulle auto della scatola nera: la legge infatti stabilisce l’obbligo per le compagnie assicurative di scontare le polizze di coloro che l’abbiano montata a bordo.

Molti vedono la scatola nera come un’intromissione nelle proprie abitudini di guida. In realtà questo strumento permette di ottenere uno sconto che può andare dal 10 al 30% sulla propria assicurazione.

Le motivazioni sono semplici da capire: oltre a quelle elencate qui sopra ce n’è un’altra, ancora più importante: la scatola nera è il rimedio più efficace contro le truffe assicurative che molti ancora mettono in atto. Le spese che le assicurazioni devono sostenere per queste truffe ricadono su tutti gli assicurati: evitarle vuol dire migliorare il servizio per tutti.

Con i dati forniti dalla scatola nera l’assicurazione è in grado di avere uno sguardo privilegiato sul comportamento in auto dei propri guidatori e, di conseguenza, uno strumento in più per contrastare i disonesti.

Quanto si risparmia?

Con l’installazione – che ricordiamo essere gratuita – della scatola nera nella propria vettura si può risparmiare fino al 24% sulla polizza auto di base. In aggiunta ulteriori offerte sono riservate sulle polizze opzionali come quelle furto/incendio.
Per trovare l’offerta migliore, confronta e richiedi un preventivo sull’assicurazione auto su Quale.it, il comparatore che permette di trovare le migliori condizioni sul mercato risparmiando ulteriormente sul costo finale.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Fondo vittime della strada: quando richiederlo, quali sono i massimali

Restare coinvolti in un incidente con un veicolo non assicurato è un evento che si verifica purtroppo spesso. Nonostante l’obbligatorietà della polizza RC Auto, infatti, sono frequenti i casi simili. Chi paga i danni quando si verificano? Il Fondo Vittime della Strada interviene proprio per risarcire i soggetti coinvolti in sinistri del genere. Qual è

CONTINUA A LEGGERE

Rinnovo patente dopo gli 80 anni: scadenze e limitazioni

Il rinnovo della patente di guida è un’operazione semplice che va effettuata a cadenze prestabilite. Ma ogni quanto si rinnova la patente? La scadenza patente dipende dall’età. Il rinnovo patente dopo 80 anni, ad esempio, segue delle regole ben precise. Scopriamo quali sono, qual è la procedura da seguire e quali documenti servono. Rinnovo patente

CONTINUA A LEGGERE

Come controllare l’assicurazione auto

Assicurare la propria auto è un’operazione obbligatoria per legge per tutti i proprietari di un veicolo. Chi si sottrae a questa regola per risparmiare qualche euro, rischia tre volte. Circolare senza RCA è infatti un reato che comporta sanzioni amministrative e che costa caro se si resta coinvolti in un incidente. Inoltre controllare assicurazione è

CONTINUA A LEGGERE

Incidente stradale: quali sono i documenti da compilare

Soltanto nell’ultimo anno sono stati oltre 170.000 gli incidenti stradali con lesioni avvenuti sulle strade italiane. Restare coinvolti in un incidente stradale è l’incubo di ogni automobilista, che troppo spesso si trasforma in realtà. Quali sono le operazioni da compiere nell’immediatezza di un tamponamento e quali i documenti da compilare in caso di sinistri stradali?

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Calcolo rata mutuo: come fare

Il calcolo rata mutuo è una procedura indispensabile per chiunque si appresti a richiedere un finanziamento per acquistare l’immobile. Prima di chiedere un mutuo, infatti, è molto utile calcolare in anticipo l’entità della rata che si sarà chiamati a versare mensilmente. Scopriamo come si calcola rata mutuo e quali sono i simulatori mutuo più semplici

CONTINUA A LEGGERE

Preventivo assicurazione auto: come calcolarlo e risparmiare sulla RCA

La ricerca di una polizza RC Auto conveniente passa attraverso il miglior preventivo assicurazione auto. Sul mercato sono presenti le offerte di tutte le compagnie assicurative: come rintracciare quella migliore? La prima considerazione da fare è banale: non esiste la migliore, ma solo quella più adatta alle proprie esigenze. Per risparmiare sulla RC Auto obbligatoria,

CONTINUA A LEGGERE

RC Auto familiare: 5 cose da sapere

La RC Auto familiare è la grande novità del 2020 sul tema assicurazione auto. Introdotto dalla modifica dell’articolo 134 del Codice delle Assicurazioni Private (CAP), questo provvedimento estende e migliora i benefici della Legge Bersani. L’epicentro della norma è la ereditarietà della classe di merito. Chi può aderire e cosa bisogna sapere sulla Rca familiare? Cos’è

CONTINUA A LEGGERE

Indennizzo diretto: cos’è, come funziona

L’indennizzo diretto prevede la possibilità di richiedere il risarcimento danni direttamente alla propria compagnia assicurativa. La norma del risarcimento diretto è stata introdotta dal 1° febbraio 2007 per effetto del Decreto Bersani e trova riscontro nell’art 149 codice assicurazioni. L’art 149 cda spiega che “in caso di sinistro tra due veicoli a motore identificati ed assicurati per

CONTINUA A LEGGERE