Rinnovo patente scaduta: cosa fare, documenti, costo

Come si rinnova la patente? Conoscere quando scade la patente è il primo passo. Saperlo non è difficile, ma non tutti lo ricordano. Per vedere la scadenza patente di guida basta verificare la data riportata al punto 4b nella parte anteriore della tessera rilasciata quando si consegue. Tra gli obblighi di ogni automobilista, oltre all’assicurazione auto, c’è quella di averla in corso di validità e con sé quando si guida. Dove si effettua il rinnovo patente scaduta?

Rinnovo patente di guida: la regola del compleanno

Per il rinnovo della patente vale la “regola del compleanno”, la stessa che si usa per la carta di identità. La scadenza patente coincide con la data di nascita dell’automobilista. I termini dipendono invece dal tipo di patente. Per la consegna del nuovo documento bisogna attendere mediamente 7-10 giorni. Bisogna sempre ricordare che il rinnovo patente scaduta è obbligatorio: girare senza fa incorrere in sanzioni, come previsto dal Codice della Strada.

Patente scaduta: sanzioni

La guida con patente scaduta si paga a caro prezzo. L’articolo 126 Codice della Strada stabilisce infatti le seguenti sanzioni:

  • Multa da 164 euro a 658 euro
  • Possibilità di ritiro della patente

Rinnovo patente B: periodo di tolleranza

L’estensione della validità della licenza di guida ha recentemente cambiato le sue regole. Fino a pochi anni fa il rinnovo patente scaduta dopo 3 anni obbligava a ripetere per intero il percorso iniziale: visita e superamento di esame teorico e pratico. Adesso basterà quasi sempre superare la visita medica per tornare a guidare dopo tre anni dalla scadenza. Riassumendo:

  • In caso di patente scaduta da meno di tre anni: autoscuole (con servizio agenzia di pratiche auto delegate al rinnovo), delegazioni territoriali ACI, Motorizzazione Civile e ASL sono gli enti da contattare per ottenere il rilascio, che avviene a seguito della visita medica da sostenere
  • Rinnovo patente scaduta da tre o più anni: l’iter da seguire è lo stesso, ma la Motorizzazione Civile può chiedere che il titolare sia nuovamente sottoposto anche agli esami teorico e pratico di guida

Per quanto riguarda le sanzioni relative alla guida con patente scaduta, non cambia nulla: sia che sia scaduta da due mesi o da cinque anni, valgono quelle sopra elencate.

Come rinnovare la patente scaduta

Per effettuare il rinnovo della patente è necessario sottoporsi a una visita medica che si può sostenere presso:

  • Medico della ASL
  • Ispettore medico del Ministero del Lavoro
  • Medico dei Vigili del Fuoco
  • Medico delle Ferrovie dello Stato

Il medico compila un modulo dopo aver accertato il possesso di tutti i requisiti psicofisici utili alla guida. I soggetti che hanno limitazioni del campo visivo (correggibili tramite lenti) devono presentare occhiali o lenti a contatto che utilizzano abitualmente. Il modulo rilasciato dal medico contiene:

  • Foto aggiornata del conducente del veicolo
  • Firma del conducente

Successivamente viene trasmesso alla Motorizzazione Civile. Inoltre il medico rilascia al titolare della patente una ricevuta comprensiva di estremi anagrafici e informazioni del conducente, nella quale viene indicata la nuova data di scadenza della patente. Questa ricevuta serve da patente provvisoria, in attesa che quella nuova venga recapitata presso il domicilio del titolare. La patente provvisoria è valida 60 giorni.

Documenti per rinnovo patente

Sia che si tratti del rinnovo patente scaduta o di un titolo di guida ancora in corso di validità, in occasione della visita medica il titolare della patente deve portare con sé:

  • Patente (scaduta o in scadenza)
  • Codice fiscale
  • Documento d’identità valido
  • Foto tessera
  • Ricevuta del pagamento dei diritti sanitari
  • Attestazione del versamento di 10,20 euro su conto corrente intestato al Ministero dei Trasporti
  • Attestazione del versamento di 16 euro su CC 4028

Rinnovo patente: quando fare

Il rinnovo patente dipende dall’età del titolare e dalla categoria della licenza di guida. Per quanto riguarda la patente B o A, si può procedere al rinnovo a partire dal quarto mese precedente alla scadenza. I termini sono i seguenti:

  • Ogni 10 anni fino ai 50 anni di età del titolare
  • Dopo 5 anni tra i 50 e i 70 anni di età del titolare
  • Ogni 3 anni tra i 70 e gli 80 anni di età
  • Ogni 2 anni oltre gli 80 anni

Rinnovo patente scaduta: costo

Il prezzo del rinnovo della patente dipende dalle scelte del titolare. A seconda della struttura individuata per effettuare la visita medica, infatti, si avrà un prezzo diverso. Oltre ai costi fissi elencati in precedenza, se si sceglie di affidarsi alla ASL si paga in media tra i 30 e i 50 euro. Leggermente meno si paga dal medico delle Ferrovie, mentre ACI e scuole guida hanno tariffe superiori.

Il rinnovo patente scaduta è indispensabile per viaggiare sicuri su strada. Un altro documento che bisogna sempre avere con sé e in regola è l’assicurazione auto. Se sta per scadere o si ha bisogno di cercare la migliore offerta polizza auto, basta visitare il nostro sito. Grazie a un comparatore semplice e intuitivo si disporrà con pochi click di un preventivo vantaggioso che si potrà valutare nei successivi 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione donazione casa: cos’è e come funziona

La donazione immobiliare è una delle soluzioni più adottate dagli italiani per trasferire la proprietà di case e altri beni immobiliari quando ancora in vita ai propri eredi. La donazione permette di risparmiare su molti oneri fiscali, al momento della successione ereditaria, ma soprattutto permette di aggiungere delle clausole per i beneficiari. Perché quindi acquistare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE