assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Incidente nel parcheggio? Ecco come comportarsi

A quanti di voi sarà capitato di dare leggermente troppo gas mentre si effettua una manovra in retromarcia, toccando così un altro veicolo o un muro e provocando qualche danno alla vettura?

Retromarcia: l’incubo di chi parcheggia

Per quanto si possa stare attenti, l’incidente in retromarcia è uno tra i casi più comuni, e coinvolge esperti e meno esperti alla guida. L’articolo 154 del Codice della Strada fornisce alcune indicazioni circa le manovre di cambio di direzione e di marcia.

Per poter effettuare la manovra di retromarcia in maniera sicura e rispettando il CdS è necessario:

  • Assicurarsi di non creare pericolo o intralcio agli utenti della strada, tenendo conto della loro posizione, distanza e direzione.
  • Segnalare con sufficiente anticipo l’intenzione a retrocedere con il veicolo.

È necessario, specialmente in caso di parcheggio, dare sempre la precedenza ai veicoli in marcia normale.

Violare queste indicazioni, oltre ad aumentare il rischio di incidenti, può comportare una sanzione amministrativa  che va dai 41 ai 168 €.

In caso di sinistro, chi fa la retromarcia è sempre responsabile?

Per la maggior parte dei sinistri, la retromarcia comporta sempre una presunzione di responsabilità.

Sono previste alcune eccezioni, se per esempio la controparte:

  • Cambia fila;
  • Retrocede a sua volta;
  • Si accinge ad usare da un parcheggio o luogo privato;
  • Invade la corsia in senso inverso.

E se il parcheggio è privato?

Quanto spiegato finora è valido nel caso in cui l’incidente avvenga in strada pubblica, ma nel caso di un parcheggio privato come dobbiamo comportarci?

Innanzitutto, dobbiamo distinguere tra area privata – dove è possibile sostare, ma a cui non è consentito l’accesso al pubblico, come per esempio il viale di accesso a una casa – e parcheggio privato. Nel primo caso, infatti, la compagnia assicurativa non è tenuta a garantire la copertura e, in caso di sinistro, saranno direttamente i soggetti coinvolti a dover risarcire il danno causato.

Per il secondo caso, invece, si intendono per esempio i parcheggi di aree commerciali o ipermercati che, anche se privati, hanno libero accesso al pubblico e sono quindi equiparati ad aree pubbliche.

In conclusione, è necessario prestare la massima attenzione quando si compila una contestazione amichevole, perché ammettere di retrocedere con il proprio veicolo potrebbe costar caro all’assicurato. Inoltre, i premi assicurativi continuano a crescere di anno in anno. Per far fronte all’aumento delle polizze si possono scegliere le compagnie online: garantiscono gli stessi servizi delle agenzie tradizionali, ma possono portare l’utente a risparmiare oltre il 30% sul costo totale. Non male, no?

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Viaggio last minute in montagna in Trentino Alto Adige

Viaggio last minute in montagna in Trentino Alto Adige Partire verso la fine di agosto o agli inizi di settembre è un’ottima occasione per evitare la calca, non solo al mare, ma anche in montagna! Il Trentino Alto Adige offre ancora il meglio di sé ed è una meta perfetta per un viaggio on the

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze fine estate: le migliori mete al mare

Vacanze fine estate: le migliori mete al mare Hai preferito prendere le ferie verso fine agosto, magari a inizio settembre? Le vacanze cosiddette intelligenti sono un ottimo modo per risparmiare qualche euro sul soggiorno e soprattutto per trovare meno folla in spiaggia e nei luoghi di villeggiatura. Queste sono le nostre mete preferite per potersi

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione casa vacanze: come tutelare la seconda casa

Assicurazione casa vacanze: come tutelare la seconda casa Sempre più italiani, complici alcune piattaforme che mettono facilmente in condivisione la domanda con l’offerta, stanno affittando le proprie seconde case durante le vacanze. È un ragionamento piuttosto semplice. Un immobile che non viene usato in certi periodi dell’anno dai padroni di casa può essere invece una

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Guida alla bicicletta: modelli, regole e assicurazione

Guida alla bicicletta: modelli, regole e assicurazione Bici, che passione! In Italia l’amore per le due ruote sopravvive alla crescente offerta di motori e tecnologie, come dimostrato dai dati del 2017. Nei dodici mesi dell’anno sono state vendute 1.688.000 unità sommando biciclette tradizionali ed elettriche. La tipologia più acquistata è la city-bike, che si lascia

CONTINUA A LEGGERE

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE