Gatto viaggio lungo macchina: 10 consigli pratici

Quando si parla di andare in vacanza con gli animali, il pensiero corre subito al cane. Tra gli amici a quattro zampe, però, rientrano anche i gatti. Soltanto in Italia questi animali domestici sono quasi 8 milioni. Non è difficile pensare che per le vacanze estive 2019 molti dei loro padroni si troveranno a viaggiare con il gatto. Quali sono gli accorgimenti da prendere per un gatto viaggio lungo macchina prima della partenza e durante il tragitto?

Come affrontare un lungo viaggio in auto con gatto: cosa fare prima della partenza

I gatti sono animali territoriali e poco entusiasti all’idea di spostarsi. Per questo motivo è opportuno abituarli a viaggiare ben prima di un tragitto lungo. Le operazioni da compiere prima di portare un gatto in viaggio sono semplici:

  • Abituare il gatto ai viaggi auto: sebbene stanziale, il nostro amico felino sarà maggiormente disposto a salire in macchina.
  • Effettuare una visita dal veterinario: per togliersi ogni dubbio è sempre meglio consultare uno specialista per rinfrescare le regole trasporto gatti. Il veterinario di fiducia conosce tutti i segreti del vostro gatto e ha lo storico dei check-up medici fatti.
  • Controllare che il gatto sia in regola con antiparassitari e vaccinazioni: è fondamentale per la tutela della sua salute.
  • Verificare le regole del luogo in cui si va: ogni posto ha le sue “leggi”, anche all’interno dello stesso Stato. Dalle vaccinazioni alla quarantena, controllare che il gatto abbia tutti i requisiti per raggiungere la destinazione.
  • Portare con sé il libretto sanitario e il certificato dell’anagrafe: questi documenti sono indispensabili in caso di visita dal veterinario sul posto o nella malaugurata ipotesi in cui il gatto fugga.

Questi passaggi sono fondamentali per un effettuare col gatto un viaggio lungo in macchina. A questo punto sarà quasi tutto pronto per mettere i gatti in viaggio.

Cosa fare durante il viaggio

Le precauzioni da prendere non sono ancora terminate. La preparazione dell’auto deve infatti prevedere uno spazio adeguato al comfort del gatto, ma i consigli per vivere al meglio un gatto viaggio lungo macchina sono molteplici. La distanza non è l’unico nemico da contrastare per un animale così piccolo. Questi i consigli per fare un lungo viaggio in auto con gatto:

  • Evitare di farlo mangiare prima della partenza: indipendentemente dall’orario dello start, è consigliato evitare questa pratica. I gatti tendono infatti a vomitare (bolo di pelo e non solo) e in una situazione di stress possono accentuare questo disagio.
  • Sistemarlo nel trasportino gatto e non lasciarlo mai libero: per la sua incolumità e la sicurezza di chi guida. Il Codice della Strada impone che i gatti non siano liberi all’interno dell’abitacolo. Per questo occorre alloggiarlo in un trasportino e metterlo possibilmente su uno dei sedili posteriori, anziché in terra. Inoltre non va mai lasciato libero anche quando ci si ferma: lo spavento e lo stress potrebbero portarlo a scappare.
  • Preparare cibo e acqua: se il viaggio dovesse filar liscio, è ipotizzabile rifocillare ogni tanto l’animale con qualche crocchetta. Fondamentale è il ricorso all’acqua. Il gatto ha bisogno di bere per non andare incontro al pericolo disidratazione. Naturalmente dovrà farlo da fermo e non con la macchina in movimento.
  • Fare piccole soste: le aree di servizio sono adatte allo scopo. Serviranno al padrone per sgranchirsi le gambe e bere un caffè, al gatto per dissetarsi. Mai far scendere l’animale dal veicolo, piuttosto farlo bere avvicinando la ciotola con l’acqua al suo trasportino.
  • Regolare la temperatura interna dell’auto: può sembrare una banalità, ma non lo è. Un viaggio con gatti significa prima di tutto pensare alla loro salute. Evitare colpi d’aria e, se possibile, utilizzare la climatizzazione. La temperatura non deve mai essere troppo bassa, perché può causare otite o bronchite felina.

A questi consigli si aggiunge l’acquisto di calmanti per gatti viaggio. Non sempre sarà necessario farvi ricorso, ma in caso di forte agitazione è sempre meglio averli a portata di mano. Un gatto viaggio lungo macchina può diventare fonte di stress anche da un momento all’altro e senza avvisaglie, per cui andare in farmacia prima della partenza può servire. Una volta osservate le regole di questo vademecum per viaggiare con il gatto, si è pronti ad andare.

Prima del via, però, c’è un’ultima e importantissima cosa da ricordare. Per viaggiare davvero sicuri è utile affidarsi a un’adeguata protezione assicurativa. Sul nostro sito è possibile sottoscriverla anche per il micio di casa. L’assicurazione animali vi metterà al sicuro dai danni provocati dal gatto nelle sue scorribande in trasferta e sarà di aiuto nel caso in cui bisognerà sostenere per lui delle spese veterinarie impreviste.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione vita mutuo: cos’è e come funziona

Quando si accende un mutuo per acquistare un immobile è possibile sottoscrivere l’assicurazione vita mutuo. Questa soluzione viene spesso offerte dalle banche stesse che concedono il finanziamento e rappresenta una delle migliori polizze vita. Scopriamo di cosa si tratta e quali sono le sue caratteristiche. Cos’è l’assicurazione vita mutuo L’assicurazione vita mutuo è una copertura assicurativa

CONTINUA A LEGGERE

Polizza vita mista: cos’è, quanto dura

Quale polizza vita scegliere? Quanto costa un’assicurazione sulla vita? Sempre più compagnie consigliano ai loro clienti la polizza vita mista.  Quando si parla di assicurazioni sulla vita, si distingue solitamente tra: Polizza caso vita Polizza caso morte Assicurazione mista Scopriamo come funziona e quali sono i vantaggi di una polizza mista e perché è sempre

CONTINUA A LEGGERE

Preventivo assicurazione auto senza targa: come ottenerlo?

È possibile ottenere un preventivo assicurazione auto senza targa? La risposta è affermativa, ma ci sono alcuni limiti di cui tener conto. La targa auto è infatti uno dei dati fondamentali quando si deve calcolare un preventivo RC Auto. Senza conoscere il numero di targa auto o moto, dunque, diventa impossibile identificare il veicolo che

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto giornaliera: quanto costa?

Assicurare il proprio veicolo soltanto per un giorno? Con l’assicurazione auto giornaliera è possibile. Questa soluzione permette di avere la copertura assicurativa per 24 ore. Si tratta di una polizza RCA temporanea che è particolarmente indicata in alcune occasioni. Scopriamo quali sono, quando conviene e quanto costa. Cos’è l’assicurazione auto giornaliera L’assicurazione auto giornaliera è

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Protezioni moto: quali sono obbligatorie?

Quello delle protezioni moto è un tema particolarmente dibattuto tra i centauri. Quella tra look e sicurezza dovrebbe essere una sfida impari, eppure non sono pochi i motociclisti (soprattutto dell’ultima ora) che sembrano preferire un outfit di grido sacrificando la propria incolumità. Con i pericoli della strada, però, non si scherza. Le 687 vittime nel

CONTINUA A LEGGERE

Come pagare il bollo auto online: la procedura

È possibile pagare il bollo auto online? Il bollo automezzi è la tassa automobilistica che grava su tutti i proprietari di un veicolo. Il versamento va effettuato ogni anno, indipendentemente dall’utilizzo o meno di auto o moto. Si tratta infatti di un contributo legato al possesso e non all’utilizzo del bene. Come si corrisponde e

CONTINUA A LEGGERE

Cambio domicilio: come e dove farlo, documenti

Hai bisogno di fare un cambio domicilio e non sai come fare? Pensi di dover affrontare la stessa trafila che spetta al cambio di residenza? Niente paura. Vediamo come funziona il cambio di domicilio. Residenza e domicilio differenza Prima di tutto è importante definire la differenza tra domicilio e residenza. Entrambi sono descritti dal Codice

CONTINUA A LEGGERE

Città più pericolose del mondo: classifica, come viaggiare sicuri

Viaggiare è uno tra gli hobby più gettonati dagli italiani. Chi si può permettere un weekend o una vacanza, magari all’estero, non può non tenere conto di una classifica: quella delle città più pericolose del mondo. Si tratta di un ranking che confronta abitanti e numero di omicidi, restituendo un indice di pericolosità in percentuale.

CONTINUA A LEGGERE