I dubbi più frequenti sulle assicurazioni: polizza auto scaduta e proprietario auto diverso da contraente

Se sei alla ricerca di informazioni sulla scadenza dell’assicurazione (e in particolare sulla copertura assicurativa dopo la scadenza) e sulla possibilità di essere il contraente di una polizza auto di una vettura non di tua proprietà, sei nel posto giusto! Cerchiamo subito di risolvere i dubbi che ti hanno portato fino a qui.

  • POLIZZA AUTO SCADUTA: 15 giorni di copertura gratuita

La tua assicurazione auto è scaduta? Per 15 giorni puoi stare tranquillo! Con una circolare diffusa il 14 febbraio 2013, il Ministero dell’Interno ha infatti definitivamente chiarito che la copertura per l’assicurazione RC auto, dopo l’abolizione del tacito rinnovo, resta operativa per 15 giorni dopo la scadenza: gli automobilisti trovati con il tagliando assicurativo scaduto entro questo termine non saranno pertanto multati.

 

La Legge 221/2012 e l’abrogazione del tacito rinnovo

Con la legge 221/2012 si è sancita l’abrogazione del tacito rinnovo per le polizze auto: il contratto assicurativo si estingue quindi automaticamente al momento della sua scadenza naturale. In questo modo decade la precedente regola del “silenzio-assenso”: il contratto di responsabilità civile non potrà avere una durata maggiore di 12 mesi e non potrà essere rinnovato alla scadenza senza che sia manifestata un’esplicita volontà in questo senso da parte del contraente della polizza. Inoltre, la nuova normativa ha stabilito l’obbligo per le compagnie assicurative di comunicare con un preavviso minimo di 30 giorni all’assicurato la scadenza della garanzia, allo scopo di evitare per quanto è possibile il rischio di eventuali dimenticanze.

La tolleranza di 15 giorni dopo la scadenza

Può capitare che allo scadere della polizza auto, l’automobilista non abbia la possibilità di rinnovarla o non abbia trovato ancora l’alternativa che fa al caso suo. Per tutelare l’assicurato e preservarlo dal rischio di multe nel caso fosse trovato con l’assicurazione auto scaduta e sprovvisto della documentazione obbligatoria che attesti l’avvenuto pagamento della garanzia, è stato fissato un periodo di copertura gratuita della durata di 15 giorni dopo la scadenza. Durante queste due settimane il conducente resta libero di circolare con il proprio veicolo e decidere nel frattempo se rinnovare la polizza presso la stessa compagnia assicurativa o preferire un’offerta più consona alle proprie esigenze.

 

  • CONTRAENTE POLIZZA AUTO DI UNA VETTURA NON DI PROPRIETÀ

Il tuo dubbio riguarda la possibilità di essere contraente di una polizza auto di una vettura non di tua proprietà? Vediamo di chiarirlo immediatamente, facendo però prima chiarezza su quali siano i protagonisti in un’assicurazione auto.

Differenze tra assicurato, contraente e intestatario al PRA

L’assicurato è il soggetto nell’interesse del quale è sottoscritta la polizza auto e insieme colui che ha diritto all’eventuale risarcimento da parte della compagnia. Il contraente è la persona che stipula il contratto di assicurazione auto impegnandosi al pagamento del premio . È invece l’ intestatario al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) il proprietario del veicolo risultante dal libretto di circolazione.

Si può essere il contraente di una polizza auto di una vettura non di proprietà

Dalle precedenti indicazioni si evince quindi che contraente di un’assicurazione e proprietario del veicolo non debbano necessariamente coincidere: anche se ciò non avviene così di frequente, si può essere anche contraente di una polizza auto di una vettura non di proprietà.

Si tratta in realtà di un’eventualità che non è poi così remota, specie in tempi in cui si ricorre a qualunque escamotage per contenere i costi dei premi assicurativi, sempre più elevati. Spesso, infatti, è una pratica cui si fa ricorso nella speranza di ottenere una riduzione sul premio, sfruttando il fatto che il contraente possieda una classe di merito migliore di quella del proprietario.

La sentenza della Corte di Cassazione

Una sentenza pronunciata dalla Corte di Cassazione ha però stabilito in modo definitivo che, se una polizza auto è intestata a persona diversa dal proprietario, il contraente della polizza è tenuto a pagare un premio calcolato in base alla classe di merito del proprietario.

Per qualunque dubbio sulla sottoscrizione di una polizza auto per una vettura non di proprietà, vi consigliamo comunque di rivolgervi all’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) che saprà fornirvi ogni informazione sull’applicabilità di questa opportunità.

 

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Verifica pagamento bollo moto: come effettuarla

Verifica pagamento bollo moto: come effettuarla Sommerso dalle scadenze quotidiane ti sei dimenticato di pagare il bollo autoveicoli? O peggio ancora non ricordi se hai eseguito correttamente il versamento? Non perdere la calma, esiste una soluzione per ogni cosa. Il bollo automezzi è una tassa sul possesso che viene destinata alle regioni italiane. La sua

CONTINUA A LEGGERE

Tamponamento a catena e distribuzione delle responsabilità

Tamponamento a catena e distribuzione delle responsabilità Uno degli incidenti più comuni e la cui individuazione delle responsabilità risulta più semplice: il tamponamento. Si tratta infatti della situazione una cui una vettura colpisce con la sua parte anteriore la parte posteriore di quella che la precede. Di chi è la colpa? Secondo il Codice della

CONTINUA A LEGGERE

Luci obbligatorie bici: regole, multe

Luci obbligatorie bici: regole, multe Sono obbligatorie le luci in bici? La domanda sembra banale, eppure viene spesso posta anche da ciclisti che non sono alle prime armi. La vasta gamma di modelli presenti sul mercato, impedisce di avere infatti una percezione chiara dell’argomento. Ovviamente la risposta è affermativa, ma determina immediatamente altri quesiti. Quando?

CONTINUA A LEGGERE

Pneumatici 4 stagioni: cosa sono, quali scegliere

Pneumatici 4 stagioni: cosa sono, quali scegliere Dal 15 novembre al 15 aprile in Italia vige l’obbligo di avere a bordo della propria auto le catene da neve. L’alternativa al loro trasporto, consigliata dagli esperti per una maggiore sicurezza, è quella di montare pneumatici invernali. A disciplinare la materia è una direttiva dell Ministero dei

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione Vivi a pochi metri dalla spiaggia ma da sempre ti affascinano le imprese dei grandi scalatori. Oppure sei nato in montagna e vuoi ristorarti con una bella pedalata sul lungomare. Non preoccuparti, non sei l’unico a dover affrontare certi problemi. In Italia sono infatti molti i ciclisti

CONTINUA A LEGGERE

Anticipo TFR per acquisto auto

Anticipo TFR per acquisto auto L’acquisto di un’auto nuova è una scelta che negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla crisi economica. Mentre fino ai primi anni del nuovo secolo non erano inconsueti i casi di spese per togliersi uno sfizio, mai come oggi chi si reca da un concessionario lo fa per necessità.

CONTINUA A LEGGERE

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE