assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

I dubbi più frequenti sulle assicurazioni: polizza auto scaduta e proprietario auto diverso da contraente

Se sei alla ricerca di informazioni sulla scadenza dell’assicurazione (e in particolare sulla copertura assicurativa dopo la scadenza) e sulla possibilità di essere il contraente di una polizza auto di una vettura non di tua proprietà, sei nel posto giusto! Cerchiamo subito di risolvere i dubbi che ti hanno portato fino a qui.

  • POLIZZA AUTO SCADUTA: 15 giorni di copertura gratuita

La tua assicurazione auto è scaduta? Per 15 giorni puoi stare tranquillo! Con una circolare diffusa il 14 febbraio 2013, il Ministero dell’Interno ha infatti definitivamente chiarito che la copertura per l’assicurazione RC auto, dopo l’abolizione del tacito rinnovo, resta operativa per 15 giorni dopo la scadenza: gli automobilisti trovati con il tagliando assicurativo scaduto entro questo termine non saranno pertanto multati.

La Legge 221/2012 e l’abrogazione del tacito rinnovo

Con la legge 221/2012 si è sancita l’abrogazione del tacito rinnovo per le polizze auto: il contratto assicurativo si estingue quindi automaticamente al momento della sua scadenza naturale. In questo modo decade la precedente regola del “silenzio-assenso”: il contratto di responsabilità civile non potrà avere una durata maggiore di 12 mesi e non potrà essere rinnovato alla scadenza senza che sia manifestata un’esplicita volontà in questo senso da parte del contraente della polizza. Inoltre, la nuova normativa ha stabilito l’obbligo per le compagnie assicurative di comunicare con un preavviso minimo di 30 giorni all’assicurato la scadenza della garanzia, allo scopo di evitare per quanto è possibile il rischio di eventuali dimenticanze.

La tolleranza di 15 giorni dopo la scadenza

Può capitare che allo scadere della polizza auto, l’automobilista non abbia la possibilità di rinnovarla o non abbia trovato ancora l’alternativa che fa al caso suo. Per tutelare l’assicurato e preservarlo dal rischio di multe nel caso fosse trovato con l’assicurazione auto scaduta e sprovvisto della documentazione obbligatoria che attesti l’avvenuto pagamento della garanzia, è stato fissato un periodo di copertura gratuita della durata di 15 giorni dopo la scadenza. Durante queste due settimane il conducente resta libero di circolare con il proprio veicolo e decidere nel frattempo se rinnovare la polizza presso la stessa compagnia assicurativa o preferire un’offerta più consona alle proprie esigenze.

 

  • CONTRAENTE POLIZZA AUTO DI UNA VETTURA NON DI PROPRIETÀ

Il tuo dubbio riguarda la possibilità di essere contraente di una polizza auto di una vettura non di tua proprietà? Vediamo di chiarirlo immediatamente, facendo però prima chiarezza su quali siano i protagonisti in un’assicurazione auto.

Differenze tra assicurato, contraente e intestatario al PRA

L’assicurato è il soggetto nell’interesse del quale è sottoscritta la polizza auto e insieme colui che ha diritto all’eventuale risarcimento da parte della compagnia. Il contraente è la persona che stipula il contratto di assicurazione auto impegnandosi al pagamento del premio . È invece l’ intestatario al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) il proprietario del veicolo risultante dal libretto di circolazione.

Si può essere il contraente di una polizza auto di una vettura non di proprietà

Dalle precedenti indicazioni si evince quindi che contraente di un’assicurazione e proprietario del veicolo non debbano necessariamente coincidere: anche se ciò non avviene così di frequente, si può essere anche contraente di una polizza auto di una vettura non di proprietà.

Si tratta in realtà di un’eventualità che non è poi così remota, specie in tempi in cui si ricorre a qualunque escamotage per contenere i costi dei premi assicurativi, sempre più elevati. Spesso, infatti, è una pratica cui si fa ricorso nella speranza di ottenere una riduzione sul premio, sfruttando il fatto che il contraente possieda una classe di merito migliore di quella del proprietario.

La sentenza della Corte di Cassazione

Una sentenza pronunciata dalla Corte di Cassazione ha però stabilito in modo definitivo che, se una polizza auto è intestata a persona diversa dal proprietario, il contraente della polizza è tenuto a pagare un premio calcolato in base alla classe di merito del proprietario.

Per qualunque dubbio sulla sottoscrizione di una polizza auto per una vettura non di proprietà, vi consigliamo comunque di rivolgervi all’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) che saprà fornirvi ogni informazione sull’applicabilità di questa opportunità.

 

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Spese veterinarie 2018: quali sono?

I nostri cuccioli sono compagni di vita amatissimi, ci seguono ovunque, ci amano, giocano con noi. Vivono sotto al nostro stesso tetto. Non dobbiamo però dimenticarci mai che avere un cane o un gatto è sì un privilegio, ma anche una responsabilità. La loro salute dipende dalle nostre attenzioni. Quali sono le spese veterinarie che

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze last minute con bambini: quale meta scegliere?

Vacanze last minute con bambini: quale meta scegliere? Sappiamo tutti che le vacanze last minute possono essere una vera occasione ghiotta per viaggiare senza spendere molto. E se con noi ci sono dei bambini? Nessuna paura. Esistono moltissime destinazioni kid-friendly, perfette per essere vissute con i piccoli della famiglia!   La Svezia di Pippi Calzelunghe

CONTINUA A LEGGERE

Cane da appartamento: quale razza scegliere

Cane da appartamento: quale razza scegliere Fido è davvero il migliore amico dell’uomo! Purtroppo non tutti hanno la fortuna di vivere in una villa con giardino e, quindi, quale razza di scegliere per chi abita in un appartamento? La premessa necessaria è: non esiste una regola assoluta. I cani adorano stare vicino al padrone e

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE