Cosa succede all’assicurazione quando l’auto è in conto vendita?

Quando decido di vendere la mia auto posso optare per il conto vendita. Cosa si intende con questa espressione? E cosa succede all’assicurazione RCA – pagata e in vigore – quando la mia auto è messa in conto vendita? Di seguito cerchiamo di chiarire questi dubbi per non farci trovare impreparati nel caso ci dovessimo trovare in questa situazione.

Cos’è il conto vendita?

Si parla di conto vendita di un’auto quando la vendita di un’automobile usata viene affidata a un autosalone o a un concessionario: sarà quest’ultimo ad occuparsi del passaggio a un terzo soggetto.

Il conto vendita è regolato da un contratto che determina il prezzo di vendita della vettura e la percentuale che trattiene il venditore.

Il contratto di conto vendita auto che sancisce questo accordo ha una sua parte fondamentale nella dichiarazione di presa in carico: rilasciata dal venditore al proprietario del mezzo contiene, oltre al prezzo di vendita accordato tra le parti e la commissione o percentuale di guadagno (variabile) trattenuta dal venditore, tutti i dati del veicolo e del proprietario. Può anche indicare la durata di validità di tale accordo. Il modulo di conto vendita auto potrebbe anche prevedere la richiesta di consenso alla prova su strada del veicolo da parte di un potenziale compratore: a tal riguardo è bene sapere che i veicoli in conto vendita sono coperti da assicurazione contro furto e danni.

Una volta che l’auto viene venduta è l’acquirente a saldare direttamente il proprietario per poter poi procedere al passaggio di proprietà.

 

Cosa serve per sospendere la polizza assicurativa di un’auto in conto vendita?

Ai fini dell’assicurazione la presa in carico ha un enorme valore: testimonia infatti alla società assicuratrice che il mezzo non è più nella disponibilità del proprietario dal momento in cui il venditore l’ha accettata in conto vendita.La dichiarazione di presa in carico serve quindi all’assicurazione per mettere la parola fine al contratto RCA esistente sulla macchina in vendita e rimborsare al proprietario la quota di premio pagata. Serve però anche in altri casi quali ad esempio quello di una polizza che presenti classi di merito talmente interessanti da renderla insostituibile.

Con la dichiarazione di presa in carico si può quindi decidere di:

  • sospendere la polizza fino che la vettura non sia stata venduta
  • annullare il contratto e ottenere il rimborso del premio non goduto
  • sostituire la vettura nella polizza con un’altra, nuova o usata che sia.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Come disdire assicurazione auto dopo l’abolizione del tacito rinnovo

Disdire l’assicurazione auto non è più una procedura obbligatoria per cambiare compagnia. L’abolizione del tacito rinnovo assicurazione permette infatti di non comunicare più alla propria compagnia la volontà di trasferire altrove la propria polizza RC Auto. Vediamo dunque come si può, già dal dicembre 2013, cambiare compagnia senza tacito rinnovo. Tacito rinnovo: significato e abolizione

CONTINUA A LEGGERE

Danni caduta alberi: chi li risarcisce?

La caduta alberi è un evento sempre più frequente a causa dei cambiamenti climatici. In caso di piogge abbondanti o forte vento, il pericolo caduta alberi aumenta mettendo a repentaglio anche i veicoli in sosta. Se si verifica la caduta di un albero su un’automobile, chi paga i danni? La prima tutela per gli automobilisti

CONTINUA A LEGGERE

Fondo vittime della strada: quando richiederlo, quali sono i massimali

Restare coinvolti in un incidente con un veicolo non assicurato è un evento che si verifica purtroppo spesso. Nonostante l’obbligatorietà della polizza RC Auto, infatti, sono frequenti i casi simili. Chi paga i danni quando si verificano? Il Fondo Vittime della Strada interviene proprio per risarcire i soggetti coinvolti in sinistri del genere. Qual è

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Calcolo rata mutuo: come fare

Il calcolo rata mutuo è una procedura indispensabile per chiunque si appresti a richiedere un finanziamento per acquistare l’immobile. Prima di chiedere un mutuo, infatti, è molto utile calcolare in anticipo l’entità della rata che si sarà chiamati a versare mensilmente. Scopriamo come si calcola rata mutuo e quali sono i simulatori mutuo più semplici

CONTINUA A LEGGERE

Preventivo assicurazione auto: come calcolarlo e risparmiare sulla RCA

La ricerca di una polizza RC Auto conveniente passa attraverso il miglior preventivo assicurazione auto. Sul mercato sono presenti le offerte di tutte le compagnie assicurative: come rintracciare quella migliore? La prima considerazione da fare è banale: non esiste la migliore, ma solo quella più adatta alle proprie esigenze. Per risparmiare sulla RC Auto obbligatoria,

CONTINUA A LEGGERE

RC Auto familiare: 5 cose da sapere

La RC Auto familiare è la grande novità del 2020 sul tema assicurazione auto. Introdotto dalla modifica dell’articolo 134 del Codice delle Assicurazioni Private (CAP), questo provvedimento estende e migliora i benefici della Legge Bersani. L’epicentro della norma è la ereditarietà della classe di merito. Chi può aderire e cosa bisogna sapere sulla Rca familiare? Cos’è

CONTINUA A LEGGERE

Indennizzo diretto: cos’è, come funziona

L’indennizzo diretto prevede la possibilità di richiedere il risarcimento danni direttamente alla propria compagnia assicurativa. La norma del risarcimento diretto è stata introdotta dal 1° febbraio 2007 per effetto del Decreto Bersani e trova riscontro nell’art 149 codice assicurazioni. L’art 149 cda spiega che “in caso di sinistro tra due veicoli a motore identificati ed assicurati per

CONTINUA A LEGGERE