Cosa succede all’assicurazione quando l’auto è in conto vendita?

Quando decido di vendere la mia auto posso optare per il conto vendita. Cosa si intende con questa espressione? E cosa succede all’assicurazione RCA – pagata e in vigore – quando la mia auto è messa in conto vendita? Di seguito cerchiamo di chiarire questi dubbi per non farci trovare impreparati nel caso ci dovessimo trovare in questa situazione.

Cos’è il conto vendita?

Si parla di conto vendita di un’auto quando la vendita di un’automobile usata viene affidata a un autosalone o a un concessionario: sarà quest’ultimo ad occuparsi del passaggio a un terzo soggetto.

Il conto vendita è regolato da un contratto che determina il prezzo di vendita della vettura e la percentuale che trattiene il venditore.

Il contratto di conto vendita auto che sancisce questo accordo ha una sua parte fondamentale nella dichiarazione di presa in carico: rilasciata dal venditore al proprietario del mezzo contiene, oltre al prezzo di vendita accordato tra le parti e la commissione o percentuale di guadagno (variabile) trattenuta dal venditore, tutti i dati del veicolo e del proprietario. Può anche indicare la durata di validità di tale accordo. Il modulo di conto vendita auto potrebbe anche prevedere la richiesta di consenso alla prova su strada del veicolo da parte di un potenziale compratore: a tal riguardo è bene sapere che i veicoli in conto vendita sono coperti da assicurazione contro furto e danni.

Una volta che l’auto viene venduta è l’acquirente a saldare direttamente il proprietario per poter poi procedere al passaggio di proprietà.

 

Cosa serve per sospendere la polizza assicurativa di un’auto in conto vendita?

Ai fini dell’assicurazione la presa in carico ha un enorme valore: testimonia infatti alla società assicuratrice che il mezzo non è più nella disponibilità del proprietario dal momento in cui il venditore l’ha accettata in conto vendita.La dichiarazione di presa in carico serve quindi all’assicurazione per mettere la parola fine al contratto RCA esistente sulla macchina in vendita e rimborsare al proprietario la quota di premio pagata. Serve però anche in altri casi quali ad esempio quello di una polizza che presenti classi di merito talmente interessanti da renderla insostituibile.

Con la dichiarazione di presa in carico si può quindi decidere di:

  • sospendere la polizza fino che la vettura non sia stata venduta
  • annullare il contratto e ottenere il rimborso del premio non goduto
  • sostituire la vettura nella polizza con un’altra, nuova o usata che sia.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Google+: perché cancellare il profilo?

Google+: perché cancellare il profilo? Perché cancellare il proprio profilo da Google+ e come farlo? Dal 2 aprile 2019 Google+ chiude i battenti. Dopo tanti anni in cui il social network di Google ha provato a dare filo da torcere a Facebook, ha finalmente perso la battaglia. Sai che molto probabilmente hai un profilo su

CONTINUA A LEGGERE

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione L’obiettivo di rendere le strade sicure è ancora lontano dalla sua piena realizzazione. In Italia negli ultimi 17 anni la categoria più penalizzata nella riduzione del tasso di mortalità legata agli incidenti è quella dei ciclisti. Nel 2017 sono state 254 le vittime di sinistri stradali appartenenti alla categoria e

CONTINUA A LEGGERE

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente L’introduzione della guida autonoma automobili rappresenta una svolta epocale nel settore. L’auto senza conducente corrisponde a una rivoluzione totale nel mondo della mobilità, ma non comporta un taglio definitivo col passato. Sbaglia, infatti, chi ritiene che il guidatore sia sollevato da ogni responsabilità. Per mettersi

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE

Fattura elettronica: cos’è e come funziona

Se hai un’attività, che sia un’azienda, un negozio o una semplice partita Iva, sarai già venuto a conoscenza di questa temibile fatturazione elettronica. Cos’è? Come funziona? Quanto costa? Chi può evitare di emetterla? Fattura elettronica: cosa è La fattura elettronica è stata introdotta con la Finanziaria del 2018 ed è diventata obbligatoria e operativa il

CONTINUA A LEGGERE

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE