Tutto quello che c’è da sapere sulla targa di prova: come funziona, chi può richiederla e come

Utilizzabile per prove tecniche, collaudi, dimostrazioni o per ragioni di vendita o di allestimento , dal 2002 la targa di prova (composta da caratteri neri su fondo bianco) è disciplinata in maniera più puntuale per quanto riguarda il rilascio, l’uso, la revoca e il rinnovo dell’autorizzazione.

Quale.it ha negoziato delle offerte per i propri clienti per le targhe prova di nuova immatricolazione:

– Con rinuncia alla rivalsa e franchigia € 1.000: a un prezzo scontato di € 909,50

– Con rinuncia alla rivalsa e franchigia € 1.000, con aggiunta di polizza Zero Franchigia: la tariffa è di € 979.49.

Sono previsti ulteriori e significativi sconti per i clienti che arrivano da Unipol, Generali, Axa, Aviva, Itus, Sara, Zurich.

Per l’emissione della tua polizza targa prova invia un’e-mail ad assistenza@quale.it, pagamento via bonifico.

La nuova disciplina della targa di prova

Il D.P.R. 24 novembre 2001 concernente il “Regolamento di semplificazione del procedimento di autorizzazione alla circolazione di prova dei veicoli”, infatti, ha introdotto nuove norme che riguardano la targa di prova. Sono state dunque abrogate parti delle precedenti regolamentazioni previste dal Codice della Strada, introducendo ad esempio un unico modello di targa di prova valido sia per gli autoveicoli e i loro rimorchi che per ciclomotori, motoveicoli, macchine agricole o macchine operatrici.

Chi può richiedere la targa di prova?

Fra le categorie che possono richiedere l’autorizzazione alla targa di prova vi sono:

  • fabbriche costruttrici di veicoli a motore e di rimorchi, i loro rappresentanti, concessionari e agenti di vendita
  • Istituti universitari e Enti pubblici e privati di ricerca che fanno sperimentazioni su veicoli
  • fabbriche costruttrici di carrozzerie e di pneumatici
  • esercenti di officine di autoriparazione
  • aziende che si occupano del trasferimento su strada di veicoli non immatricolati per tragitti non superiori ai 100 km

L’autorizzazione al rilascio

L’autorizzazione alla circolazione di prova è rilasciata dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti – tramite gli uffici della Motorizzazione Civile – con validità annuale e deve essere tenuta a bordo del veicolo sul quale è necessaria la presenza del titolare dell’autorizzazione o di un soggetto che abbia un rapporto di collaborazione funzionale con il titolare dell’autorizzazione, attestato da una documentazione appropriata e provvisto di una delega.

Come richiedere la targa di prova

Le categorie sopra citate possono fare richiesta di targa di prova alla Motorizzazione civile di competenza (fa fede la sede dell’Azienda che la utilizzerà) dietro presentazione dei seguenti documenti:

  • modulo TT2119 (scaricabile anche online)
  • autocertificazione (o altra documentazione) relativa all’attività svolta
  • attestazione del pagamento dei versamenti dovuti

Targa prova: assicurazione RCA e revisione del veicolo

La targa di prova deve necessariamente essere coperta da assicurazione Rca per la responsabilità civile verso terzi (i cui prezzi seguono le logiche delle diverse compagnie assicurative) ed è soggetta al pagamento della tassa automobilistica.

Sono previste sanzioni pecuniarie da 84 euro a 335 euro per veicoli in circolazione di prova adibiti a uso diverso e da 25 euro a 99 euro per mancata esposizione della targa prova durante la circolazione. Perché rischiare?

Il motore di comparazione di Quale.it non ti consente di confrontare preventivi per le targhe prova ma scrivici a info@quale.it, sapremo suggerirti a chi rivolgerti.

 

Una recente sentenza della Cassazione (4 agosto 2016) ha sentenziato inoltre che l’uso della targa prova non esonera dall’obbligo di revisione del veicolo.

Cosa fare in caso di smarrimento della targa di prova?

Secondo l’articolo 3 del DPR 474/2001 in caso di smarrimento o sottrazione della targa il titolare ne deve fare denuncia entro 48 ore agli organi di Polizia e successivamente potrà chiedere un nuovo rilascio.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Sospensione assicurazione moto: come fare, come riattivare

Sospendere l’assicurazione Rc obbligatoria è una soluzione interessante per risparmiare. Ideale per chi utilizza un veicolo soltanto in alcuni periodi dell’anno, garantisce un risparmio sul premio annuo. Di fatto questo è spalmato su un arco temporale più lungo. Quali sono i vantaggi principali e gli svantaggi di una polizza sospendibile? Blocco assicurazione moto: cos’è? La

CONTINUA A LEGGERE

Caduta in bici: le 5 cose da fare subito

A chi non è successo almeno una volta nella vita? Una caduta in bici non si nega proprio a nessuno. Che si sia pedalatore improvvisati o campioni del Giro d’Italia, finire a terra quando si pedala è una possibilità da tenere in considerazione. Basta una buca, un restringimento stradale o una frenata improvvisa per rovinare

CONTINUA A LEGGERE

Come recuperare messaggi di WhatsApp cancellati

Oh, no! Hai perso tutti i messaggi di WhatsApp e sei andato nel pallone? Questo è l’articolo giusto che ti guida passo passo nel recupero dei messaggi di WhatsApp cancellati e nel backup di WhatsApp. Come recuperare le chat di WhatsApp Prima di tutto: hai fatto il backup di WhatsApp, vero? L’app di messaggistica più

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione studente Erasmus: polizza viaggio universitari all’estero

Erasmus in vista? L’Erasmus, o in generale un periodo di studio all’estero, è una delle esperienze più importanti e significative nella vita di uno studente. Trascorrere alcuni mesi all’estero non è un’esperienza da poco, ma va programmata con cura, dalla scelta dell’alloggio, all’eventuale compagnia, all’assicurazione viaggio. Scopriamo insieme in cosa consiste l’assicurazione studente Erasmus. Assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Auto senza assicurazione: quali sono le sanzioni?

Guidare un’auto senza assicurazione è un reato punito in più modi. Mettersi alla guida di un veicolo non assicurato costituisce un rischio per sé stessi e per gli altri. Nonostante ciò i casi di automobilisti fermati alla guida senza assicurazione sono in continuo aumento. A questo spiacevole fenomeno si lega direttamente quello delle fughe a

CONTINUA A LEGGERE

Modello 730/2019: l’assicurazione auto è detraibile?

È possibile procedere alla detrazione assicurazione auto sul modello 730/2019? Quando si effettua la dichiarazione dei redditi, ci si trova a fare i conti con spese detraibili e spese deducibili. Tra le prime rientrano anche quelle assicurative. Non tutte sono però detraibili dal 730 o dal Modello redditi persone fisiche. L’assicurazione auto è detraibile? Quando

CONTINUA A LEGGERE

Decurtazione punti patente: eccesso di velocità

Dal 2003 gli automobilisti italiani si trovano alle prese con la patente a punti. Questo meccanismo premia i guidatori virtuosi permettendo loro di guadagnare due punti ogni biennio, fino a un massimo di 30 totali. La base di partenza è di 20 punti e ovviamente si rischia la perdita punti patente quando si commettono infrazioni

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE