Come controllare i punti della patente: calcolo e verifica

La patente a punti, entrata in vigore nel 2003, prevede che ad ogni guidatore siano attribuiti 20 punti di partenza sulla patente che potranno aumentare e diminuire a seconda del comportamento del guidatore al volante:

  • diminuire in relazione alle infrazioni del codice della strada certificate (decurtazione di punti),
  • aumentare fino ad un max di 30 punti totali, grazie al bonus punti patente, che a partire dal 2005 assegna 2 punti dalla Direzione Generale della Motorizzazione a coloro che – nel corso dell’ultimo biennio – non abbiano subito una decurtazione di punti.

Per vedere i punti della patente accumulati nel tempo o controllare quanti punti sono rimasti ci sono due opzioni:

  • registrarsi gratuitamente su il portale dell’automobilista, inserendo login e password,
  • telefonando al numero +39 848 782 782 dove risponderà una voce automatica che ci seguirà nei vari step (al costo di una chiamata urbana).

Zero punti patente: cosa fare

In caso di azzeramento totale dei punti l’automobilista dovrà sostenere nuovamente l’esame di guida (revisione), ma prima di poter sostenere la prova teorico-pratica, l’ufficio provinciale competente del luogo di residenza del guidatore dovrà:

  • verificare che il soggetto sia rimasto privo di punti attraverso una comunicazione effettuata dall’Anagrafe nazionale dei conducenti,
  • avviare la revisione,
  • inviare la notifica al conducente.

In seguito alla ricezione della notifica, l’automobilista ha 30 giorni di tempo utili per procedere alla prenotazione dell’esame di guida.

Tabella di decurtazione dei punti della patente

-1 punto dalla patente

  • guida con luci spente o uso improprio,
  • errata collocazione di passeggeri, animali ed oggetti.

-2 punti dalla patente

  • violazione della segnaletica stradale o delle segnalazioni degli agenti,
  • uso di traino collegato in modo improprio,
  • autovetture in sovraccarico o con un numero di persone superiore al n° per cui è omologata l’auto.

-3 punti dalla patente

  • infrazione delle regole generali per effettuare un sorpasso,
  • inappropriata distanza di sicurezza (nei casi di incidente con lesioni gravi),
  • mancato blocco su segnalazione dell’agente,
  • rifiuto di esibire i documenti richiesti o di far controllare il veicolo,
  • eccesso di velocità rispetto ai limiti consentiti (oltre i 10 km orari) e andatura inferiore ai 40 orari,

-4 punti dalla patente

  • Imboccare una strada controsenso,
  • uso scorretto delle corsie,
  • scappare in seguito ad un sinistro che abbia provocato danni non tali da portare alla revisione della patente,

-5 punti dalla patente

  • Mancato uso del casco o scorretto (non allacciato o allacciato in modo improprio),
  • uso di cuffie per l’ascolto musicale o abuso del telefonino durante la guida,
  • mancata precedenza a mezzi predisposti al soccorso (ambulanze, vigili del fuoco etc…),
  • mancato uso di lenti se prescritte.

-6 punti dalla patente

  • Mancato rispetto dello “STOP”, precedenza omessa o attraversamento di un incrocio con semaforo rosso,
  • inosservanza delle regole generali previste in prossimità dei passaggi a livello,
  • mancata precedenza a mezzi predisposti al soccorso (ambulanze, vigili del fuoco etc…),
  • eccesso di velocità superiore a 40 km/h e inferiore a 60 km/h.

-8 punti dalla patente

  • Inappropriata distanza di sicurezza che ha generato incidenti gravi danni a cose,
  • mancata precedenza ai pedoni che attraversano la strada sulle strisce,
  • inversione di marcia in corrispondenza di incroci, curve e dossi,

-10 punti dalla patente

  • gare di velocità con mezzi a motore, competizioni non autorizzate,
  • circolazione controsenso di circolazione su strada con dossi e con scarsa visibilità,
  • sorpassi pericolosi,
  • retromarcia su autostrade,
  • Guida sotto effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti e rifiuto a sottoporsi agli accertamenti necessari ad attestare il tasso alcolemico e le alterazioni psico-fisiche,
  • scappare in seguito ad un sinistro che abbia provocato gravi danni a mezzi e/o a persone,
  • forzare posti di blocco,
  • sorpasso di veicoli in sosta o in lenta circolazione dove non consentito, in modo da invadere la carreggiata destinata al doppio senso di circolazione.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE