Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme.

Contraente di una polizza: il contratto assicurativo ha diversi attori

Un contratto assicurativo è un accordo tra parti il cui fine è proprio la definizione di una polizza assicurativa (assicurazione auto, assicurazione moto, assicurazione casa, assicurazione vita e così via…). Questo contratto coinvolge più parti: riporta gli accordi tra la compagnia e il contraente assicurativo, elencando di fatto diritti e obblighi di entrambe le parti. Nella fattispecie si parla del tipo di rischio che la polizza protegge e che dovrà quindi risarcire, il tipo di premio e la ricorrenza dello stesso.Dalla parte di chi eroga il servizio abbiamo la compagnia assicuratrice, che è la società presso cui acquistiamo la polizza, a cui dobbiamo pagare un premio semestrale o annuale in cambio di una tutela assicurativa sul bene da proteggere.

Ma chi c’è dall’altra parte? Almeno tre individui, che possono o meno coincidere: il contraente, l’assicurato e il beneficiario. Vediamo nel dettaglio i ruoli che hanno nella stipula di un contratto assicurativo.

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Il contraente di una polizza assicurativa è colui che materialmente firma il contratto assicurativo con la compagnia assicuratrice. Participio presente del verbo contrarre, è colui che stringe gli accordi ufficiali con la compagnia assicuratrice. È il contraente cioè che si impegna a pagare il premio ogni semestre (o ogni anno, o anche meno, in caso di assicurazioni auto temporanee). Il contraente può essere anche l’assicurato e il beneficiario di questa stessa polizza. Qualora non lo fosse, invece (per esempio, nel caso di un genitore che contrae la polizza assicurativa per il motorino del figlio), è possibile indicare chi siano l’assicurato e il beneficiario di detta assicurazione.

È importante inoltre considerare che, nel caso di una assicurazione per auto o moto, il contraente dell’assicurazione può non coincidere con il proprietario del mezzo. L’attestato di rischio e quindi il premio da pagare sono valutati su quest’ultimo, in base alla classe assicurativa, all’età, alle condizioni fisiche e così via.

Chi è l’assicurato di una polizza assicurativa?

L’assicurato di una polizza assicurativa è colui che deve essere protetto dalla polizza stessa. In altre parole è colui che è esposto al rischio. Può non coincidere con il contraente. Facciamo un esempio. Un commercialista è dipendente di uno studio di professionisti. Il suo datore di lavoro stipulerà una polizza assicurativa di lavoro per tutti i suoi dipendenti e sarà quindi il contraente di tale polizza. L’assicurato però è il singolo dipendente, cioè colui che è esposto al rischio di commettere involontariamente errori e per cui è tutelato.

Chi è il beneficiario di una polizza assicurativa?

Dipende! Nel caso di assicurazioni auto e moto, solitamente il beneficiario è sempre l’assicurato. Se quindi un automobilista subisce un incidente, l’assicurazione ripagherà l’assicurato (che in questo caso è anche beneficiario). Qualcosa invece cambia nel caso di assicurazioni sulla vita. In questo caso, infatti, le polizze caso vita o caso morte includono la possibilità della morte dell’assicurato che perderà quindi il diritto di beneficio. Chi sono allora i beneficiari delle somme maturate alla morte dell’assicurato o alla scadenza del contratto? I familiari, gli eredi o altro beneficiario che l’assicurato ha designato nel contratto assicurato.

Le polizze collettive: quando gli assicurati sono più di uno

Esistono alcuni casi, non così rari come si potrebbe pensare, in cui il contraente della polizza assicurativa è uno solo, mentre gli assicurati sono diversi. L’esempio più lampante è quello del datore di lavoro che, proprio in qualità di titolare dell’azienda, può decidere di acquistare una polizza assicurativa per conto dei suoi impiegati o dei suoi dipendenti. O, ancora, è possibile che in una polizza casa o vita sia il capofamiglia a voler tutelare i propri familiari, cioè assicurare tutti i componenti del proprio nucleo familiare da eventi accidentali dentro o fuori casa. In questo caso il contraente è uno solo mentre gli assicurati sono diversi.

Scegliere con criterio è il primo passo per risparmiare

Oggigiorno sono moltissime le offerte di polizze assicurative. Scegliere può sembrare complicato. In realtà avere tante polizze diverse è un bene perché la concorrenza in libero mercato va a favorire la migliore offerta per il consumatore finale. Non è però solo importante risparmiare, ma anche scegliere la polizza su misura per noi. Acquistare cioè una protezione che ci calzi a pennello e che saremo quindi felici di pagare. Scegliere con criterio è quindi il primo passo per risparmiare, per non cedere agli specchietti per allodole e per acquistare solo le protezioni che realmente ci servono, né più né meno. Sul nostro comparatore puoi verificare le migliori offerte sul mercato e decidere quella che fa per te, in base alle tue esigenze. Puoi farti formulare un preventivo, che è gratuito e assolutamente senza impegno, che puoi conservare fino a 60 giorni. Non male, no? Scopri l’assicurazione che fa per te!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Smarrimento targa auto: cosa fare

Smarrimento targa auto: cosa fare Smarrimento targa auto: può sembrare un evento improbabile, eppure non è così. Perdita mentre si viaggia a velocità sostenuta, furto auto in cui il veicolo non viene ritrovato intatto, un mero atto vandalico. Le possibilità di imbattersi in questa situazione spiacevole sono, purtroppo per gli automobilisti, molteplici. Il Codice della

CONTINUA A LEGGERE

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni Dover spostare un’automobile sprovvista di circolazione è un’eventualità che può capitare a ciascuno di noi. Pensiamo ad esempio a due semplici casi: quando la ritiriamo dalla concessionaria e vogliamo accoglierla per la prima volta o, viceversa, quando vogliamo rottamarla magari dopo un lungo stallo casalingo. Di dinamiche simili,

CONTINUA A LEGGERE

Tempi immatricolazione moto nuova

Tempi immatricolazione moto nuova Quando si acquista una moto nuova ci sono dei passaggi tecnici obbligatori prima di poter circolare su strada. Ancor prima di scegliere il casco che più ci piace e di tutelarci con le migliori protezioni, è infatti d’uopo provvedere all’immatricolazione. Questa procedura va effettuata presso la Motorizzazione e dovrà essere accompagnata

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona Che un’auto sia intestata a un defunto è un fenomeno che si può verificare. Non sono infatti rari i casi di automobili che “sopravvivono” ai loro proprietari e non necessariamente per anzianità di questi ultimi. Cosa accade, allora, subito dopo? La vettura potrà circolare da subito

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione Vivi a pochi metri dalla spiaggia ma da sempre ti affascinano le imprese dei grandi scalatori. Oppure sei nato in montagna e vuoi ristorarti con una bella pedalata sul lungomare. Non preoccuparti, non sei l’unico a dover affrontare certi problemi. In Italia sono infatti molti i ciclisti

CONTINUA A LEGGERE

Anticipo TFR per acquisto auto

Anticipo TFR per acquisto auto L’acquisto di un’auto nuova è una scelta che negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla crisi economica. Mentre fino ai primi anni del nuovo secolo non erano inconsueti i casi di spese per togliersi uno sfizio, mai come oggi chi si reca da un concessionario lo fa per necessità.

CONTINUA A LEGGERE

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE