Bollo moto 2020: scadenza, calcolo, dove pagare

Quando bisogna pagare il bollo moto 2020? Come si effettua il calcolo del bollo ed è possibile pagare bollo online? Queste sono solo alcune delle domande che ogni proprietario di un veicolo si pone. Scopriamo allora le scadenze e come fare la verifica bollo.

Cos’è il bollo moto

Il bollo moto 2020 è una tassa di possesso (e non una tassa di circolazione) che si applica a tutti i motoveicoli e ai ciclomotori. Nella prima categoria rientrano i veicoli a due ruote con cilindrata superiore a 50cc, nella seconda quelli fino a 50cc. Si è tenuti al versamento in base alla proprietà del bene, indipendentemente dal suo utilizzo. Ciò significa che la sola condizione della messa su strada impone il proprietario a pagare il bollo. Il pagamento avviene in favore delle regioni italiane e in base alla potenza della moto. La potenza moto si esprime in kW o CV.

Scadenza bollo moto 2020

Essendo una tassa di possesso e non di consumo, il bollo moto va pagato ogni 12 mesi. La validità del bollo auto e bollo moto è di 12 mesi, mentre modalità di pagamento e importo variano a seconda della regione. Per quanto riguarda la scadenza bollo autoveicoli, bisogna distinguere tra prima immatricolazione o rinnovo:

  • Prime immatricolazioni: il bollo moto va pagato entro il mese successivo all’evento
  • Rinnovi bollo: deve essere effettuato entro un mese dalla scadenza e mai prima della stessa

La scadenza bollo moto 2020 è fissata nei mesi di gennaio e luglio, mentre in Piemonte e Lombardia segue le stesse regole delle auto. Per quanto riguarda le moto storiche, invece, la scadenza è fissata a dicembre. Ormai quasi tutte le regioni e l’Aci hanno predisposto un servizio gratuito per ricordare al motociclista, via e-mail o sms, il calcolo scadenze del bollo.

Bollo moto 2020: come pagare

Il versamento del bollo autoveicoli si può effettuare presso:

  • Uffici postali
  • Sportelli o delegazioni ACI
  • Agenzie di pratiche auto
  • Tabaccherie autorizzate
  • Online su portali dedicati come Bollonet o Aci
  • Home banking o domiciliazione bancaria, nelle regioni in cui è previsto

Dopo aver effettuato il calcolo bollo, dunque, è possibile pagare il bollo moto in uno di questi modi.

Sanzioni

Il pagamento del bollo moto oltre la sua scadenza comporta una sanzione pecuniaria. La mora viene così conteggiata:

  • Ritardo da 15 a 30 giorni: 1,5% in più rispetto al costo del bollo
  • Ritardo da 31 a 90 giorni: interesse dell’1,67% per ogni giorno in più rispetto al costo iniziale
  • Ritardi tra 91 e 365 giorni: 3,75% in più
  • Ritardo superiore ai 365 giorni: 30% in più rispetto al costo del bollo e interesse dell’1% per ogni semestre di ritardo

Come si calcola bollo moto 2020

È possibile effettuare il calcolo bollo Aci o Agenzia delle Entrate accedendo ai rispettivi siti ufficiali. Per farlo è sufficiente compilare il form presente, indicando se si tratta di prima immatricolazione, rinnovo, integrazione o rientro da esenzione. I dati da fornire al sistema sono targa, tipo del veicolo e regione di residenza. Una volta inseriti, il sistema calcola automaticamente l’importo da pagare.

Verifica pagamento bollo moto

Sempre grazie al sito dell’ACI o dell’Agenzia delle Entrate è possibile verificare la buona riuscita del pagamento del bollo. Questa modalità è particolarmente utile in caso di ricezione di una comunicazione. La richiesta di riesame dovrà essere corredata dalla documentazione in formato elettronico (PDF) e il materiale viene valutato per soluzione di eventuali disallineamenti d’archivio, contenziosi o pendenze tributarie. Prima di fare la verifica è sempre opportuno interrogare lo strumento specificando in quale regione si risiede. La verifica del bollo Agenzia delle Entrate, ad esempio, è una procedura non ancora disponibile in tutte le regioni.

Esenzioni bollo moto

L’ultima Legge di Stabilità ha inoltre introdotto una nuova normativa sull’esenzione bollo veicoli storici. Viene adesso prevista una distinzione tra auto e moto di “età” pari o superiore ai 30 anni e quelle immatricolate tra i 20 e i 29 anni precedenti al pagamento. L’esenzione è totale se il veicolo risulta intestato a una persona con disabilità o a persona cui il disabile risulta essere a carico, ai sensi dalla Legge 104/1992. Sono inoltre esentati dal versamento della tassa i veicoli ultratrentennali, se non adibiti a uso professionale. Se il veicolo circola su strada, però, è previsto il pagamento forfettario di 11,36 euro in unica soluzione. La riduzione del 50% del bollo è invece prevista per i veicoli di anzianità compresa tra 20 e 29 anni solo se in possesso del certificato di rilevanza storica annotato sulla carta di circolazione.

Oltre al pagamento del bollo moto 2020, ricorda di essere in regola anche con l’assicurazione. Trova le tariffe più vantaggiose utilizzando il nostro comparatore. Inserendo pochi semplici dati riceverai subito le quotazioni delle migliori compagnie online. Hai 60 giorni di tempo per studiare il preventivo gratuito e scegliere se convalidarlo o ripetere l’operazione.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE