Bollo moto 2020: scadenza, calcolo, dove pagare

Quando bisogna pagare il bollo moto 2020? Come si effettua il calcolo del bollo ed è possibile pagare bollo online? Queste sono solo alcune delle domande che ogni proprietario di un veicolo si pone. Scopriamo allora le scadenze e come fare la verifica bollo.

Cos’è il bollo moto

Il bollo moto 2020 è una tassa di possesso (e non una tassa di circolazione) che si applica a tutti i motoveicoli e ai ciclomotori. Nella prima categoria rientrano i veicoli a due ruote con cilindrata superiore a 50cc, nella seconda quelli fino a 50cc. Si è tenuti al versamento in base alla proprietà del bene, indipendentemente dal suo utilizzo. Ciò significa che la sola condizione della messa su strada impone il proprietario a pagare il bollo. Il pagamento avviene in favore delle regioni italiane e in base alla potenza della moto. La potenza moto si esprime in kW o CV.

Scadenza bollo moto 2020

Essendo una tassa di possesso e non di consumo, il bollo moto va pagato ogni 12 mesi. La validità del bollo auto e bollo moto è di 12 mesi, mentre modalità di pagamento e importo variano a seconda della regione. Per quanto riguarda la scadenza bollo autoveicoli, bisogna distinguere tra prima immatricolazione o rinnovo:

  • Prime immatricolazioni: il bollo moto va pagato entro il mese successivo all’evento
  • Rinnovi bollo: deve essere effettuato entro un mese dalla scadenza e mai prima della stessa

La scadenza bollo moto 2020 è fissata nei mesi di gennaio e luglio, mentre in Piemonte e Lombardia segue le stesse regole delle auto. Per quanto riguarda le moto storiche, invece, la scadenza è fissata a dicembre. Ormai quasi tutte le regioni e l’Aci hanno predisposto un servizio gratuito per ricordare al motociclista, via e-mail o sms, il calcolo scadenze del bollo.

Bollo moto 2020: come pagare

Il versamento del bollo autoveicoli si può effettuare presso:

  • Uffici postali
  • Sportelli o delegazioni ACI
  • Agenzie di pratiche auto
  • Tabaccherie autorizzate
  • Online su portali dedicati come Bollonet o Aci
  • Home banking o domiciliazione bancaria, nelle regioni in cui è previsto

Dopo aver effettuato il calcolo bollo, dunque, è possibile pagare il bollo moto in uno di questi modi.

Sanzioni

Il pagamento del bollo moto oltre la sua scadenza comporta una sanzione pecuniaria. La mora viene così conteggiata:

  • Ritardo da 15 a 30 giorni: 1,5% in più rispetto al costo del bollo
  • Ritardo da 31 a 90 giorni: interesse dell’1,67% per ogni giorno in più rispetto al costo iniziale
  • Ritardi tra 91 e 365 giorni: 3,75% in più
  • Ritardo superiore ai 365 giorni: 30% in più rispetto al costo del bollo e interesse dell’1% per ogni semestre di ritardo

Come si calcola bollo moto 2020

È possibile effettuare il calcolo bollo Aci o Agenzia delle Entrate accedendo ai rispettivi siti ufficiali. Per farlo è sufficiente compilare il form presente, indicando se si tratta di prima immatricolazione, rinnovo, integrazione o rientro da esenzione. I dati da fornire al sistema sono targa, tipo del veicolo e regione di residenza. Una volta inseriti, il sistema calcola automaticamente l’importo da pagare.

Verifica pagamento bollo moto

Sempre grazie al sito dell’ACI o dell’Agenzia delle Entrate è possibile verificare la buona riuscita del pagamento del bollo. Questa modalità è particolarmente utile in caso di ricezione di una comunicazione. La richiesta di riesame dovrà essere corredata dalla documentazione in formato elettronico (PDF) e il materiale viene valutato per soluzione di eventuali disallineamenti d’archivio, contenziosi o pendenze tributarie. Prima di fare la verifica è sempre opportuno interrogare lo strumento specificando in quale regione si risiede. La verifica del bollo Agenzia delle Entrate, ad esempio, è una procedura non ancora disponibile in tutte le regioni.

Esenzioni bollo moto

L’ultima Legge di Stabilità ha inoltre introdotto una nuova normativa sull’esenzione bollo veicoli storici. Viene adesso prevista una distinzione tra auto e moto di “età” pari o superiore ai 30 anni e quelle immatricolate tra i 20 e i 29 anni precedenti al pagamento. L’esenzione è totale se il veicolo risulta intestato a una persona con disabilità o a persona cui il disabile risulta essere a carico, ai sensi dalla Legge 104/1992. Sono inoltre esentati dal versamento della tassa i veicoli ultratrentennali, se non adibiti a uso professionale. Se il veicolo circola su strada, però, è previsto il pagamento forfettario di 11,36 euro in unica soluzione. La riduzione del 50% del bollo è invece prevista per i veicoli di anzianità compresa tra 20 e 29 anni solo se in possesso del certificato di rilevanza storica annotato sulla carta di circolazione.

Oltre al pagamento del bollo moto 2020, ricorda di essere in regola anche con l’assicurazione. Trova le tariffe più vantaggiose utilizzando il nostro comparatore. Inserendo pochi semplici dati riceverai subito le quotazioni delle migliori compagnie online. Hai 60 giorni di tempo per studiare il preventivo gratuito e scegliere se convalidarlo o ripetere l’operazione.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Loss occurrence e claims made nelle polizze RC: cosa sono, differenze

Nei contratti di RC professionale, è facile incontrare questi due termini: loss occurence e claims made. Sono due tipi di clausole, applicate a moltissime polizze RC, che rappresentano due modelli assicurativi distinti e specifici. Qual è la differenza tra claims made e loss occurence? Vediamo cosa significano e come cambiano i contratti di polizza RC

CONTINUA A LEGGERE

Come rispettare il distanziamento sociale in auto?

Come rispettare le regole sul distanziamento sociale in auto? La pandemia coronavirus ha costretto i cittadini di tutto il mondo a rivedere le proprie abitudini di vita. Se la fase 1 è stata caratterizzata dal lockdown e dall’impossibilità di usare l’auto, le cose sono cambiate a partire dal 4 maggio 2020. Sebbene gli spostamenti siano

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione figli: 5 consigli per sceglierla

La scelta migliore per tutelare il futuro dei nostri bambini è quella di affidarsi a una assicurazione figli. Questa soluzione è apprezzata da moltissimi genitori e serve a proteggere salute e sicurezza dei più piccoli. Sul mercato esistono diversi tipi di assicurazione per bambini in grado di soddisfare esigenze diverse. Vediamo quali sono le assicurazioni

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione eventi socio politici: cos’è, cosa copre

Quando si stipula un’assicurazione RC Auto, un ruolo basilare lo rivestono le garanzie accessorie. La polizza eventi socio politici interviene a coprire il veicolo in casi eccezionali. Spesso offerta dalle compagnie assicurative insieme alla assicurazione atti vandalici, è in realtà molto diversa da questa. Come funziona e quali danni copre una assicurazione eventi socio politici?

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Passaggio di proprietà moto: come fare, documenti

Acquistare o vendere una moto usata è il preludio a un’operazione obbligatoria: il passaggio di proprietà moto. Sia che si intenda acquistare la propria due ruote dei sogni o che sia voglia puntare su un modello d’epoca, la sostanza non cambia. Per poter circolare su strada senza incorrere in sanzioni, oltre all’assicurazione RC Moto obbligatoria,

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione infortuni domestici: cos’è e cosa copre

La assicurazione infortuni domestici copre gli infortuni provocati da incidenti capitati in casa e dalle loro conseguenze economiche. La polizza è obbligatoria dall’1 gennaio 2001 e si rivela particolarmente utile per tutelarsi nel proprio ambiente domestico. Chi deve sottoscrivere, cosa si intende e cosa copre la polizza infortuni domestici? Cos’è l’assicurazione infortuni domestici La assicurazione infortuni

CONTINUA A LEGGERE

Viaggi in moto Europa: quali sono le protezioni obbligatorie

Quando si fanno viaggi in moto Europa è fondamentale imparare le regole del paese che si intende visitare. Dopo aver individuato gli itinerari moto Europa da esplorare, dunque, c’è subito una domanda da porsi: quali sono le protezioni per moto da indossare? Le norme variano da paese a paese e sono spesso diverse da quelle

CONTINUA A LEGGERE