Da auto ad autocarro: si può risparmiare sull’assicurazione?

Forse non tutti sanno che è possibile trasformare la propria auto in autocarro per risparmiare sull’assicurazione e godere di alcune agevolazioni fiscali al momento della dichiarazione dei redditi.

Procedure tecniche e amministrative

Quali step seguire quindi per il passaggio da auto ad autocarro?  Innanzitutto bisogna affidarsi ad una carrozzeria specializzata che dovrà effettuare tutte le modifiche sull’auto: al termine dell’operazione verrà rilasciato un documento che certifichi la corrispondenza con i dettami della casa costruttrice e attesti che i lavori siano stati eseguiti a norma di legge.

Una volta concluse queste procedure tecniche ce ne sono altre più burocratiche da effettuare: va consegnato alla Motorizzazione il Mod. TT 2119 compilato al quale vanno allegate due ricevute di pagamento (rispettivamente di € 25,00 e € 22,00). Fatte le dovute verifiche e accettata la pratica sarà quindi la Motorizzazione a dare l’ok definitivo alla trasformazione da auto in autocarro e ad aggiornare la carta di circolazione e comunicare la variazione al PRA.

Trasformare l’auto in autocarro: a chi conviene?

Naturalmente questa trasformazione agevola determinate categorie che utilizzano la macchina unicamente per lavoro e che hanno esigenze particolari: negli autocarri infatti non si possono trasportare persone che non siano addette al lavoro. L’articolo 54 del Codice della Strada definisce infatti autocarri quei “veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all’uso o al trasporto delle cose stesse”.

Sanzioni per violazione destinazione d’uso degli autocatti

Il rischio nel trasportare su un autocarro persone estranee al lavoro è quello di violare l’art.82 del Codice della strada (relativo alla “destinazione e uso dei veicoli”) e incorrere in sanzioni molto salate che possono arrivare fino a 1.500 euro e alla sospensione della carta di circolazione.

Si risparmia realmente sull’assicurazione?

Una volta omologata l’auto come autocarro è dunque possibile godere delle agevolazioni fiscali e assicurative previste? È bene sapere che le tariffe delle assicurazioni per autocarri e furgoni sono calcolate in base alla portata del mezzo e non in base alla cilindrata come accade per le automobili. La cilindrata dell’autocarro risulta quindi ininfluente ai fini dell’elaborazione del preventivo; pertanto, prima di stipulare un’assicurazione di questo tipo, è consigliabile consultare diverse compagnie assicurative (vedi qui per fare un confronto tra preventivi).

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene L’assicurazione auto giornaliera è un particolare tipo di polizza prevista da alcune compagnie. La sua attivazione permette di assicurare la propria vettura per 24 ore. Di solito le polizze temporanee partono da un minimo di tre o cinque giorni fino a un massimo di sei mesi,

CONTINUA A LEGGERE

Furto bici: cosa fare, come evitarlo

Furto bici: cosa fare, come evitarlo Ogni anno in Italia vengono rubate 350.000 biciclette. Un dato preoccupante e che, come prevedibile, registra nelle metropoli i suoi picchi massimi, con Roma e Milano che superano i 10.000 furti bicicletta nell’arco dei 12 mesi. In media viene rubato un esemplare ogni due minuti e ritrovare la propria

CONTINUA A LEGGERE

Controllo targa moto: a cosa serve, come si fa

Controllo targa moto: a cosa serve, come si fa Il numero di targa è un codice alfanumerico prezioso per il controllo veicoli. Grazie ai moderni sistemi targa, infatti, si possono ricavare numerose informazioni sull’automezzo. Questa procedura non è soltanto appannaggio delle Forze dell’Ordine, ma è eseguibile anche dai privati. Come funziona il sistema Targa System

CONTINUA A LEGGERE

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona Tra le garanzie accessorie più comuni delle tradizionali RC Auto c’è la polizza cristalli. Si tratta di una particolare assicurazione che, senza costi aggiuntivi, permette di riparare o sostituire il parabrezza in caso di rottura o danneggiamento. Cos’è la polizza cristalli e come ottenere il risarcimento Spesso abbinata

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE