Da auto ad autocarro: si può risparmiare sull’assicurazione?

Forse non tutti sanno che è possibile trasformare la propria auto in autocarro per risparmiare sull’assicurazione e godere di alcune agevolazioni fiscali al momento della dichiarazione dei redditi.

Procedure tecniche e amministrative

Quali step seguire quindi per il passaggio da auto ad autocarro?  Innanzitutto bisogna affidarsi ad una carrozzeria specializzata che dovrà effettuare tutte le modifiche sull’auto: al termine dell’operazione verrà rilasciato un documento che certifichi la corrispondenza con i dettami della casa costruttrice e attesti che i lavori siano stati eseguiti a norma di legge.

Una volta concluse queste procedure tecniche ce ne sono altre più burocratiche da effettuare: va consegnato alla Motorizzazione il Mod. TT 2119 compilato al quale vanno allegate due ricevute di pagamento (rispettivamente di € 25,00 e € 22,00). Fatte le dovute verifiche e accettata la pratica sarà quindi la Motorizzazione a dare l’ok definitivo alla trasformazione da auto in autocarro e ad aggiornare la carta di circolazione e comunicare la variazione al PRA.

Trasformare l’auto in autocarro: a chi conviene?

Naturalmente questa trasformazione agevola determinate categorie che utilizzano la macchina unicamente per lavoro e che hanno esigenze particolari: negli autocarri infatti non si possono trasportare persone che non siano addette al lavoro. L’articolo 54 del Codice della Strada definisce infatti autocarri quei “veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all’uso o al trasporto delle cose stesse”.

Sanzioni per violazione destinazione d’uso degli autocatti

Il rischio nel trasportare su un autocarro persone estranee al lavoro è quello di violare l’art.82 del Codice della strada (relativo alla “destinazione e uso dei veicoli”) e incorrere in sanzioni molto salate che possono arrivare fino a 1.500 euro e alla sospensione della carta di circolazione.

Si risparmia realmente sull’assicurazione?

Una volta omologata l’auto come autocarro è dunque possibile godere delle agevolazioni fiscali e assicurative previste? È bene sapere che le tariffe delle assicurazioni per autocarri e furgoni sono calcolate in base alla portata del mezzo e non in base alla cilindrata come accade per le automobili. La cilindrata dell’autocarro risulta quindi ininfluente ai fini dell’elaborazione del preventivo; pertanto, prima di stipulare un’assicurazione di questo tipo, è consigliabile consultare diverse compagnie assicurative (vedi qui per fare un confronto tra preventivi).

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione sanitaria viaggio obbligatoria: dove?

In quali paesi è obbligatoria l’assicurazione sanitaria? Come ci si regola prima di intraprendere un viaggio, magari lontano dall’Italia? Di solito ognuno decide in base alla propria coscienza. Che si viaggi in Italia, con bambini (leggi subito la nostra guida alle assicurazioni viaggi con bambini), da soli o all’estero, solitamente non ci sono obblighi di

CONTINUA A LEGGERE

Iscrizione ASI: quanto costa nel 2019 e vantaggi

I possessori di un’auto storica possono richiedere anche nel 2019 l’iscrizione ASI. L’Automotoclub Storico Italiano è l’ente federale che sostiene e tutela la motorizzazione storica in Italia. Tra le sue mansioni c’è quella di rilasciare certificati che attestano caratteristiche di storicità e autenticità dei veicoli. Appartenere al registro auto storiche dà diritto a molti vantaggi,

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE

Patente speciale: come richiedere, dove rinnovare

I soggetti affetti da disabilità (dalla nascita, per incidente o malattia) hanno diritto a guidare l’auto? La risposta è affermativa, purché siano in possesso di una patente auto speciale. Questo titolo di guida ha un iter identico a quello della normale patente b auto. Propedeutico al suo ottenimento è il superamento di esami di teoria

CONTINUA A LEGGERE

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE