Assicurazione neopatentati: 5 consigli per risparmiare

Come risparmiare sull’assicurazione neopatentati? La domanda se l’è posta ciascun automobilista almeno una volta nella vita. Dal maggiorenne che ha appena conseguito l’agognata patente al suo genitore, in tanti vanno a caccia delle migliori assicurazioni per neopatentati. Per capire come trovarle, occorre però uno sguardo d’insieme sulla questione.

Neopatentato: durata, cos’è

L’assicurazione neopatentati è quella che sottoscrive chiunque sia in possesso di un titolo di guida da meno di tre anni. Non bisogna mai confondere neopatentato con maggiorenne. Non necessariamente, infatti, chi appartiene alla prima categoria ha da poco terminato l’adolescenza. Frequenti sono i casi di persone che prendono la patente in età avanzata. L’assicurazione per neopatentati ha sempre costi elevati, a prescindere dall’età del titolare del titolo di guida.

Limiti neopatentati

La guida neopatentati è soggetta a limitazioni. Per quanto riguarda la macchina per neopatentati da guidare, è opportuno sapere che annualmente viene pubblicata una lista con quasi 1.000 modelli tra cui scegliere, nella quale sono presenti non solo city car, ma anche crossover e Suv. Le limitazioni neopatentati non derivano dalla cilindrata del veicolo, ma dalla sua potenza espressa in kW, che non deve superare i 70 kW (pari a 95 cavalli). Per sapere quali modelli di auto si possono guidare è possibile interrogare lo strumento presente sul Portale dell’Automobilista, semplicemente inserendo la targa del veicolo.
Il neopatentato non può inoltre mettersi alla guida dopo aver bevuto alcolici: il suo tasso alcolemico deve essere pari a 0,0 g/l. Per quanto riguarda i limiti di velocità, non può superare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h sulle strade extraurbane principali.

Assicurazione auto neopatentati: quale classe di merito?

Come risparmiare, invece, sull’assicurazione auto per neopatentati? La polizza RC Auto è obbligatoria per legge quando si possiede un veicolo e lo si fa circolare. Anche la semplice sosta in strada pubblica richiede la copertura assicurativa. In genere ad influenzare il costo dell’assicurazione auto sono i seguenti parametri:

  • Età del conducente
  • Regione e comune di residenza
  • Classe di merito
  • Esperienza di guida
  • Formula di guida
  • Eventuali garanzie accessorie

Quando si parla di assicurazione neopatentati, le variabili impattanti sono tre. La classe di merito di partenza è la Classe Universale 14, che comporta un premio assicurativo molto alto. Inoltre, la possibile giovane età del contraente porta all’applicazione di un sovrapprezzo: ciò avviene perché statisticamente gli under 25 provocano più incidente. Infine, anche il conseguimento recente della patente vale come rischio aggiuntivo e fa lievitare il costo assicurazione auto.

Assicurazioni neopatentati: costi e come risparmiare

L’assicurazione neopatentati costa necessariamente tanto? A giudicare da quanto si è appreso finora, sembra difficile sottrarsi alla regola. Eppure i modi per risparmiare sull’assicurazione auto anche se si guida da meno di tre anni, esistono. Ecco quali sono i cinque principali.

Legge Bersani per neopatentati

La Legge Bersani è lo strumento più efficace per risparmiare sull’assicurazione neopatentati. Grazie alla introduzione della Legge 40/2007, infatti, è possibile ereditare la classe di merito di un familiare convivente. Ciò significa che il figlio può ereditare quella di uno dei due genitori, a condizione che il veicolo sia lo stesso (da auto ad auto o da moto a moto). In questo modo, prevedendo una maggiore esperienza di un adulto e una classe di merito bassa, viene garantito un risparmio notevole sul premio annuo.

Auto intestata a un familiare

Restando in famiglia, un altro metodo utile è quello di intestare a un familiare il veicolo che verrà utilizzato più di frequente dal neopatentato. Questa soluzione è intelligente se non si rientra nei parametri per beneficiare della Legge Bersani e non si è nella possibilità di ereditare la CU di un componente della famiglia.

Scatola nera

Il terzo metodo per risparmiare sull’assicurazione neopatentati è affidarsi all’assicurazione satellitare. La scatola nera registra informazioni sul veicolo in movimento e permette di avere una fotografia più esatta della dinamica degli incidenti. I costi relativi alla sua installazione sono completamente a carico della compagna assicurativa. Il vantaggio è presto spiegato: grazie al varo della Legge 124/2017, le compagnie assicurative sono obbligate ad applicare sconti significativi sull’assicurazione ai contraenti che decidono di installare la black box a bordo del proprio veicolo. Lo sconto non può mai essere inferiore a quello indicato dall’IVASS.

Polizze dedicate

Alcune compagnie assicurative dedicano delle polizze ai neopatentati premiandone i comportamenti prudenti al volante. Si tratta di assicurazioni che possono essere anche temporanee o sospendibili, con la possibilità di essere attivate più volte.

Comparazione online

Come trovare queste offerte e rintracciare la migliore assicurazione neopatentati sul mercato? Basta affidarsi alla comparazione online, da sempre uno strumento indispensabile per risparmiare. Per trovare la tariffa assicurazione auto adatta a te, confronta le proposte delle migliori compagnie online sul nostro sito. Inserendo nel comparatore i tuoi dati e quelli del veicolo da assicurare, riceverei le quotazioni calibrate sulle tue abitudini di consumo. Una volta ricevuto il preventivo gratuito avrai a disposizione ben due mesi di tempo per decidere se convalidarlo o ripetere l’operazione.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE