Assicurazione auto: valore di acquisto e valore commerciale

Quando si valuta l’acquisto di un’auto nuova si devono fare i conti con diverse spese oltre a quella del costo della macchina. Ovviamente parliamo in primis della polizza assicurativa che varia a seconda di alcuni parametri e che va valutata con attenzione.

Sulla quotazione dell’assicurazione auto influisce ad esempio il valore del veicolo stesso. Ma quale valore, commerciale o di acquisto? E cosa significano questi termini? Cerchiamo di fare chiarezza su questo argomento per poter fare una scelta oculata in termini di polizza auto.
Primo anno di assicurazione: valore d’acquisto. Ma per quanto tempo?

Abbiamo detto che sul costo dell’assicurazione auto influisce anche il valore del veicolo. Il prezzo della polizza infatti varia a seconda che si assicuri come base il valore commerciale o il valore a nuovo.

Per il primo anno il calcolo dell’assicurazione di un’auto nuova è sicuramente più semplice rispetto ai successivi in quanto si fa riferimento al valore d’acquisto: sarà questo il valore assicurato. Durante i 365 giorni successivi alla stipula, in caso di incendio o furto, l’assicurazione quindi liquiderà il valore assicurato in sede d’acquisto considerandolo invariato.

Non è raro però trovare delle clausole che limitano il rimborso del valore d’acquisto ai primi 6 mesi piuttosto che all’intero anno: scaduto il sesto mese allo sfortunato derubato verrà quindi liquidato il valore commerciale dell’auto ossia il valore che il mezzo ha al momento del furto o dell’incendio.

Il valore commerciale in sostanza può essere calcolato sottraendo al prezzo d’acquisto il 20% di Iva e altri parametri che comprendono ad esempio la commerciabilità e la classe del veicolo.

Valutate bene dunque queste condizioni quando scegliete la polizza assicurativa!

Assicurazione auto: valore a nuovo o valore commerciale?

Dal secondo anno in poi la polizza assicurativa invece può basarsi sul valore a nuovo o su quello commerciale, due modalità molto differenti di valutazione del danno in caso di sinistri, furto o incendio.

In caso di danni a un’auto conassicurazione del valore a nuovo, il proprietario verrà liquidato senza tener conto del deprezzamento naturale del veicolo.

Differentemente con una polizza a valore commerciale, in caso di incidente, si terrà conto del degrado e dello stato d’uso del veicolo: verrà dunque considerato per il risarcimento il valore di mercato dell’auto al momento del furto o del sinistro.
Nel fare un preventivo per l’assicurazione della vostra auto nuova, dunque, tenete conto delle differenze legate al premio con valore a nuovo o valore commerciale: la quotazione dei danni in caso di sinistro sarà infatti molto evidente!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione auto temporanea 15 giorni: cos’è e quanto conviene

Le assicurazioni auto temporanee sono polizze con validità limitata nel tempo. Indicate a chi non ha la necessità di assicurare la propria auto per un anno intero, rappresentano una valida alternativa alla polizza RC auto tradizionale. La loro sottoscrizione permette di risparmiare sulla assicurazione auto mantenendo le stesse coperture. Il veicolo è garantito per responsabilità

CONTINUA A LEGGERE

Patente A2: costi, limitazioni, foglio rosa, cosa posso guidare

Guidare una moto significa anche addentrarsi nella giungla delle patenti. Basta una sigla a definire le possibilità di un centauro: età per conseguirla, cilindrata massima consentita, limitazioni. Lo step successivo al patentino (patente AM) e alla A1, utile a condurre motocicli fino a 125cc, si chiama patente A2. Quando è possibile ottenere questa patente per

CONTINUA A LEGGERE

Costo assicurazione auto: le 7 variabili che incidono di più

Nuove forme di mobilità sostenibile, vecchi obblighi. Se si acquista un’auto, nuova o usata che sia, il primo compito è quello di sottoscrivere l’assicurazione RCA. La responsabilità civile autoveicoli è obbligatoria per legge e garantisce l’intestatario per danni cagionati a terzi in caso di incidente. Come risparmiare sulla polizza auto e quali sono le variabili

CONTINUA A LEGGERE

Le 3 piste ciclabili più belle d’Italia

Le piste ciclabili sono percorsi protetti o riservati alle biciclette, dove il traffico motorizzato è generalmente escluso. Progettate con l’obiettivo di separare il traffico ciclabile da quello motorizzato e pedonale, servono ad aumentare la sicurezza stradale. Inoltre facilitano lo scorrimento dei veicoli. Tutto rose e fiori? Non proprio, perché in Italia non sempre è facile

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Assicurazione motorino: come scegliere la polizza moto 50cc

Sulle due ruote non si scherza, specie quando si tratta di motorini e ciclomotori di bassa cilindrata. In città il motorino è un mezzo di spostamento imbattibile: comodo e agile, consente di muoversi con facilità nel traffico e negli spazi stretti. Facile vittima di ladri o di piccoli incidenti, è fondamentale scegliere l’assicurazione motorino più

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto temporanea 3 giorni: conviene?

Pagare l’assicurazione auto soltanto nei giorni in cui si circola su strada, che sia anche solo per 3 giorni? Quella che può sembrare una suggestione, è realtà ormai da tempo. Diverse compagnie assicurative mettono a disposizione dei propri clienti formule alternative per la polizza auto. Non solo assicurazioni RC tradizionali, con pagamento annuale, ma anche a

CONTINUA A LEGGERE

Contratto di locazione turistica: durata, registrazione, tassazione

Sei proprietario di una casa e vuoi affittarla per un breve periodo? Puoi farlo grazie al contratto di locazione turistica. Questa formula permette di cedere un immobile per finalità transitorie, aiutando chi cerca una casa vacanze. Le finalità del richiedente possono essere diverse: dal viaggio di riposo, di affari o a scopo curativo. Per stipulare

CONTINUA A LEGGERE

Gatto viaggio lungo macchina: 10 consigli pratici

Quando si parla di andare in vacanza con gli animali, il pensiero corre subito al cane. Tra gli amici a quattro zampe, però, rientrano anche i gatti. Soltanto in Italia questi animali domestici sono quasi 8 milioni. Non è difficile pensare che per le vacanze estive 2019 molti dei loro padroni si troveranno a viaggiare

CONTINUA A LEGGERE