L’assicurazione auto unico conducente

Particolare formula assicurativa “monoguida”, l’assicurazione auto per unico conducente consente un rilevante risparmio economico a patto che si preveda una guida esclusiva del veicolo tutelato. Scelta da 2,5 milioni di automobilisti in Italia, è preferita soprattutto al Sud. Valutiamone insieme rischi e vantaggi.

Al momento di sottoscrivere la garanzia RC obbligatoria per la propria automobile, molte compagnie online concedono l’opportunità di ottenere una riduzione sul premio di polizza nel caso il contraente si impegni a essere il solo conducente del veicolo, escludendo che terze persone possano mettersi alla guida dello stesso mezzo.

I vantaggi dell’assicurazione per guida esclusiva

Se siete certi che la vostra auto sarà guidata solamente da voi, la polizza guida esclusiva comporta un notevole vantaggio economico, che può arrivare fino al 20-30% rispetto a una polizza per guida libera. Per stipulare questo contratto, le agenzie assicurative non fissano solitamente alcun limite d’età. Come sempre, però, il risparmio è più consistente se si è guidatori esperti. Come per la maggior parte delle polizze auto, infatti, i neo-patentati sono penalizzati, in quanto è più facile per loro il rischio di incorrere in un incidente.

Alcune compagnie contemplano ulteriori sconti per questo genere di polizza, a patto che il conducente mantenga almeno 20 punti sulla patente. Una valida alternativa all’assicurazione auto per unico conducente è la formula della guida designata: possono mettersi alla guida del veicolo tutte le persone indicate preventivamente nel contratto, a patto che non abbiano ancora compiuto 26 anni.

I rischi e le limitazioni

L’unica avvertenza che ci sentiamo di dare è di rispettare effettivamente la guida esclusiva: sappiate infatti che l’assicurazione auto per unico conducente comporta una rivalsa fino a 2.500 € alla compagnia qualora si verificasse un incidente causato da un guidatore diverso da quello stabilito al momento della firma del contratto di polizza.

Più precisamente, una volta accertato il comportamento scorretto, la compagnia potrà rivalersi discrezionalmente in tre modi diversi. Ci sarà:

  • Una rivalsa parziale se la compagnia riterrà  il contraente responsabile in parte dell’avvenuto sinistro e sceglierà pertanto di non provvedere all’intera copertura, lasciando pagare una parte rilevante all’assicurato.
  • Con la rivalsa proporzionale, la compagnia decide di pagare i danni pro quota: se la guida libera costa il 25% in più della guida esclusiva, l’assicurazione coprirà solo il 75% dei danni provocati nell’incidente.
  • La rivalsa totale comporta invece l’obbligo da parte del contraente di corrispondere l’intera cifra a copertura dei danni.

Sei incerto sul tipo di assicurazione che fa per te? Confronta con noi i prezzi delle polizze auto!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE