Assicurazione auto temporanea: cos’è e quando conviene

L’assicurazione auto temporanea è una formula innovativa ideata per venire incontro alle esigenze dell’assicurato facendo pagare solamente i periodi di effettivo utilizzo del mezzo. Esistono differenti tipi di RC auto temporanea. Per scegliere al meglio la propria polizza, è bene conoscerle tutte.

Ogni compagnia assicurativa offre una soluzione differente, ma in genere le tipologie più ricorrenti sono tre:

  • annuale a consumo: il prezzo dell’assicurazione viene valutato sulla base dei km effettivamente percorsi, monitorati tramite sistema GPS, ideale per chi non utilizza molto l’auto ma vuole averne sempre piena disponibilità.
  • continuativa con copertura completa per periodi limitati nel tempo, che possono variare da pochi giorni ad alcuni mesi, come nel caso di utilizzi tipicamente stagionali di un’automobile;
  • limitata a specifici periodi nell’arco dell’anno, soluzione ottimale per chi usa l’auto esclusivamente in alcuni momenti dell’anno, come ad esempio nei giorni festivi.

Assicurazione annuale a consumo

La polizza a consumo, anche detta pay per use, è un contratto Rc Auto basato sull’effettivo utilizzo del veicolo, particolarmente conveniente a chi è abituato a spostarsi in auto sporadicamente e per percorsi brevi. L’assicurazione auto a consumo comprende una quota fissa da pagare al momento dell’attivazione più una variabile calcolata sul reale uso della macchina.

Mediante un dispositivo satellitare GPS automatico o tramite un sistema di comunicazione SMS, l’assicurato avvisa la compagnia ogni volta che vuole usare l’auto. Quando il veicolo è fermo, la copertura assicurativa si congela.

Se quindi non usate la macchina che per fare brevi tragitti, questa potrebbe essere una opzione da considerare, che vi potrebbe far risparmiare fino al 30% su una canonica polizza annuale.

Gli svantaggi di una RCA a consumo

La polizza a consumo potrebbe risultare economicamente vantaggiosa ed utile a chi non utilizza l’automobile quotidianamente, ma non bisogna sottovalutare gli svantaggi che ne possono derivare. Innanzitutto, nel caso di sistemi di controllo satellitare, bisogna mettere in conto il costo di attivazione del sistema GPS sul veicolo e il fatto di essere monitorati dalla compagnia in ogni tragitto. L’assicurato deve prestare maggiore attenzione ed evitare dimenticanze o disattenzioni, per non rischiare la mancata copertura assicurativa della propria auto; infine, non bisogna superare il limite di percorrenza stabilito con la compagnia, altrimenti ci si ritrova a dover pagare molto più di una normale assicurazione Rc Auto.

Nonostante alcune compagnie assicurative si siano innovate, offrendo soluzioni come la polizza a consumo, ci sono ancora delle perplessità dovute alla poca chiarezza della formula contrattuale, oltre alla presenza di clausole nascoste e un po’ ambigue.

È sempre bene valutare attentamente tutte le proposte assicurative, calcolando un preventivo online e confrontando le varie soluzioni che ogni compagnia offre.

Quale.it ti aiuta a confrontare solo le proposte assicurative annuali.

Assicurazione continuativa per periodi limitati: paghi solo i giorni di utilizzo

Un’altra categoria di polizze temporanee è l’assicurazione auto continuativa per periodi limitati nel tempo. In questo caso, esistono differenti opportunità, a seconda del periodo (da pochi mesi a un giorno) per il quale si intende pagare la copertura Rc Auto.

Le soluzioni offerte dalle compagnie assicurative prevedono polizze per 6 mesi, 3 mesi, 1 mese, 5 giorni, 1 giorno.

Una polizza di questo tipo può rappresentare la soluzione ideale in caso si presenti la necessità di un uso del veicolo limitato nel tempo e si voglia evitare l’onerosa uscita che comporta la tradizionale garanzia annuale.

Rappresenta la soluzione ideale per chi, per esempio, decide di utilizzare il camper solo nei mesi estivi o di preferire l’auto allo scooter nei mesi più freddi e piovosi: in queste circostanze stipulare una polizza RC auto annuale rappresenterebbe uno spreco di denaro che in questi tempi si rende più che mai sconsigliabile.

I vantaggi

Si tratta di una formula che consente di risparmiare sul costo della copertura obbligatoria ed è una trovata conveniente a patto di essere certi di mettersi alla guida delle quattro ruote esclusivamente in quel determinato arco temporale. Ricordiamo che guidare sprovvisti della copertura obbligatoria al di fuori del periodo stabilito al momento della firma del contratto può comportare sanzioni amministrative molto pesanti ed è pertanto assolutamente da evitare.

Gli svantaggi

Da tenere presente inoltre che, come per tutti gli altri contratti assicurativi di breve durata, anche  in caso di polizza auto trimestrali le compagnie stabiliscono un premio proporzionalmente più elevato rispetto a una polizza annuale. S’impone quindi la necessità di confrontare più preventivi di assicurazione auto al fine di fare un rapido screening delle diverse offerte sul mercato e valutare con attenzione le condizioni proposte prima di scegliere un’assicurazione auto per un breve periodo che sia  realmente adeguata alle proprie necessità e possa rivelarsi effettivamente vantaggiosa.

Attenzione alle polizze contraffatte

Può capitare a tutti di dovere prendere in prestito un’auto da un amico o da un familiare per un breve periodo. In questo caso si proporrà il problema di attivare una polizza temporanea per garantirsi la dovuta sicurezza in caso d’incidente. Lo stesso dicasi per i meccanici chiamati a eseguire un periodo di prova su una macchina nuova o se si ha intenzione di acquistare o vendere la propria vettura all’estero. Per tutte queste eventualità può essere utile stipulare l’assicurazione auto, per esempio, per 5 giorni.

A questo proposito segnaliamo che l’IVASS (Istituto per la Vigilanza delle Assicurazioni) ha esortato a fare attenzione alla commercializzazione abusiva di polizze online, che ha recentemente coinvolto anche utenti che hanno stipulato l’assicurazione auto per 5 giorni via internet. Ciò attraverso intermediari non identificabili e di cui non era possibile accertare l’iscrizione nel Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi, informazioni che non bisogna mai tralasciare e che devono essere assolutamente contenute nei siti web in questione.

Assicurazione limitata a determinati periodi dell’anno

Particolare formula di assicurazione auto temporanea, infine, l’assicurazione auto per un giorno permette di poter contare su una copertura per sole 24 ore ed è pertanto molto vantaggiosa per chi utilizza la macchina solo saltuariamente. Si tratta però di una polizza che presenta alcuni inconvenienti, che vanno evitati usando qualche semplice accortezza. Abbiamo già visto come l’assicurazione temporanea sia una polizza che presenta le stesse caratteristiche di una comune garanzia RC auto, ma la cui validità è limitata a un determinato periodo e quindi particolarmente utile nel caso in cui si debba utilizzare un’auto sprovvista di copertura per alcuni giorni o mesi prestabiliti.

L’assicurazione auto per un giorno è una copertura su misura da prendere in considerazione qualora il contraente pensi di usufruire delle quattro ruote per meno di 120 giorni l’anno, perché magari sa che ne avrà bisogno solo in vacanza o nei fine settimana. Per questo tipo di polizza le compagnie assicurative prevedono il pagamento di un premio base con il quale si ottiene il normale certificato di assicurazione e il contrassegno da esporre sulla vettura.

In questo modo l’assicurato avrà diritto alla copertura minima prevista dalla legge, ma sarà costretto al pagamento di una franchigia molto onerosa in caso avvenga il sinistro. Il titolare dell’assicurazione auto per un giorno ha tuttavia l’opportunità di annullare questa franchigia comunicando preventivamente alla compagnia i giorni in cui prevede di utilizzare il veicolo. Più precisamente, per attivare la copertura totale nel giorno prescelto basterà avvertire la compagnia per telefono o via internet con un minimo di anticipo (di solito sono sufficienti anche ventiquattro ore).

Come valutare la convenienza dell’assicurazione auto per un giorno rispetto ad altre tipologie di tutela? Basterà sommare al premio base il costo richiesto per gli effettivi giorni di utilizzo e verificare che questo importo sia inferiore al premio totale annuo previsto dalle altre polizze.

Una scelta consapevole: il comparatore online

Come visto, le compagnie assicurative offrono differenti opzioni per venire incontro all’automobilista. Il nostro consiglio è quello di analizzare le proprie abitudini e capire l’offerta più conveniente per l’auto che ci consenta di risparmiare qualche euro e al contempo di guidare in tutta sicurezza. Attenzione, con Quale.it però puoi confrontare solo le polizze assicurative annuali.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Carta di circolazione moto: cos’è, come leggerla

“Favorisca patente e libretto”. Quante volte ci è capitato di imbatterci in una frase del genere? Se siete stati guidatori fortunati l’avrete ascoltata magari soltanto in tv, ma se circolate su strada da tanto è inevitabile non essere stati almeno una volta i destinatari della richiesta. I documenti richiesti dalle Forze dell’Ordine nei controlli di

CONTINUA A LEGGERE

Auto per disabili: agevolazioni acquisto, assicurazione e bollo

In Italia ci sono oltre 4,5 milioni di disabili. 160.000 sono invece le patenti B speciali attive, ovvero quelle riservate alle persone affette da handicap e che permettono di guidare auto per disabili. Lo Stato e le singole regioni prevedono diversi aiuti per il loro acquisto. Scopriamo insieme di quali si tratta e come accedervi.

CONTINUA A LEGGERE

Incidente in famiglia: si viene risarciti dall’assicurazione?

Restare coinvolti in un incidente stradale. Una paura recondita per la maggior parte degli automobilisti, una spiacevole circostanza capitata a molti. Una volta valutate le condizioni fisiche e del veicolo e accertate le responsabilità, facendo affidamento sull’assicurazione responsabilità civile obbligatoria per legge, giunge il momento di ricevere l’indennizzo. A questo punto sarà la compagnia assicuratrice

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE

Come proteggere gli animali dai botti

Come proteggere gli animali dai botti I botti, i petardi e i fuochi d’artificio sono frequentissimi durante le feste, specialmente a Capodanno, dove purtroppo fanno danni anche tra le persone. Ogni anno seguiamo il bollettino in tv: ragazzi che perdono dita o perfino interi arti, per il divertimento di una sera. Quello a cui pochi

CONTINUA A LEGGERE

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE