Assicurazione auto temporanea 3 giorni: conviene?

Pagare l’assicurazione auto soltanto nei giorni in cui si circola su strada, che sia anche solo per 3 giorni? Quella che può sembrare una suggestione, è realtà ormai da tempo. Diverse compagnie assicurative mettono a disposizione dei propri clienti formule alternative per la polizza auto. Non solo assicurazioni RC tradizionali, con pagamento annuale, ma anche a consumo. Questo tipo di soluzione permette al contraente di pagare per i giorni in cui utilizza effettivamente il veicolo. L’assicurazione temporanea 3 giorni, ad esempio, è perfetta per chi intende spostarsi per un weekend. Conviene davvero? E quali sono le caratteristiche di una polizza auto temporanea?

Assicurazione auto temporanea: come funziona, cosa copre

Per assicurazione temporanea auto si intende una polizza che ha una durata della copertura inferiore rispetto all’anno. L’assicurazione auto temporanea 3 giorni, o meglio con validità giornaliera a 3 o 5 giorni, può risultare particolarmente vantaggiosa per chi non utilizza spesso l’auto. Non va confusa con la polizza annuale con pagamento rateale: quest’ultima, infatti, prevede un pagamento dilazionato nel tempo ma il suo contratto resta annuale. Il funzionamento assicurazione auto temporanea non è diverso da quello delle polizze tradizionale. A fronte del pagamento del premio, il cui prezzo deve essere obbligatoriamente indicato nel contratto, si ottiene una copertura per il periodo di sottoscrizione. Sono escluse le garanzie accessorie come Furto e Incendio, che il cliente può arbitrariamente decidere di aggiungere.

Durata assicurazione auto temporanea

La durata assicurazione temporanea auto dipende dalle scelte del cliente. Le compagnie assicurative propongono formule assicurazione auto giornaliera, 3 giorni, 5 giorni. Inoltre si può scegliere di affidarsi a polizze temporanee come assicurazione mensile, trimestrale o semestrale. Alla scadenza del contratto si può rinnovare la polizza.

Assicurazione auto temporanea 3 giorni: quanto costa

Minore è la durata dell’assicurazione temporanea, maggiore è il costo. Almeno in proporzione, non in termini assoluti. Per un periodo di validità breve, l’assicurazione auto costa di più. Il premio viene determinato calcolando quanto si pagherebbe per una polizza RC obbligatoria annuale. Come noto, i fattori che incidono sul premio assicurazione sono:

  • Classe di merito del contraente
  • Età e regione di residenza del contraente
  • Cilindrata dell’auto da assicurare

Determinato questo calcolo, viene applicata una quota fissa. Tale quota è di solito pari al 15% del premio annuale. Solo a questo punto si calcola il costo giornaliero della polizza annuale e si somma alla quota fissa. Qualora il premio annuale risulti di 510 euro, per determinare la quota fissa si ottiene prima il 15%, pari nello specifico a 76,50 euro. A questa cifra si somma il costo giornaliero, pari a un euro. Per una assicurazione auto giornaliera si spenderebbero quindi 77,50 euro, mentre per un’assicurazione auto 3 giorni si andrebbero a versare 79,50 euro.

Assicurazione temporanea auto 3 giorni: quando conviene?

Aumentando la durata della polizza auto temporanea, il costo tende ad assottigliarsi. Ovviamente, però, non si riuscirà mai a pagare meno di quanto si paghi per un’assicurazione auto annuale. Scegliere un’assicurazione auto 3 giorni conviene davvero? Il nostro consiglio è quello di affidarsi a questo tipo di soluzioni nei seguenti casi:

  • Se non si utilizza frequentemente l’auto ma si vuole andare fuori per un weekend
  • Se si ha necessità di mettere l’auto in strada per portarla a riparare o rottamare

Un’automobilista che sa di utilizzare la propria vettura per un periodo così circoscritto, non avrà infatti alcun guadagno a sottoscrivere una polizza annuale. Viceversa scegliendo un’assicurazione auto 3 giorni potrà soddisfare i suoi bisogni a fronte di una spesa contenuta.

Assicurazioni temporanee: cosa verificare

Il costo assicurazione temporanea auto non è l’unica cosa da controllare prima di sottoscrivere il contratto. Proprio per la sua natura particolare, questo tipo di copertura non è offerta da tutte le compagnie. A maggior ragione bisogna scegliere solo compagnie fidate e soggetti iscritti all’albo degli intermediari, per non correre il rischio di trovarsi scoperti in caso di incidenti. Particolare attenzione va inoltre posta sui massimali e sulla franchigia, ovvero la somma che la compagnia può richiedere al contraente in caso di mancato rispetto delle clausole contrattuali.

Prima di scegliere un’assicurazione auto temporanea 3 giorni è opportuno conoscere con anticipo il periodo in cui serve attivare la copertura. Il rischio è infatti quello di non riuscire ad averla in tempo e di dover rinunciare o, peggio ancora, trovarsi sprovvisti dalla copertura. L’assicurazione temporanea si rivela invece una scelta vincente per chi non utilizza l’auto quotidianamente e ha bisogno di farlo per poche ore. In questo caso il risparmio è assicurato. Per risparmiare sul costo assicurazione auto e viaggiare sicuro, visita il nostro sito. Potrai trovare l’offerta più vantaggiosa assicurazione auto 3 giorni scegliendo tra le migliori online. Basterà inserire pochi dati per ricevere un preventivo gratuito e senza impegno che resterà valido per i successivi due mesi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione donazione casa: cos’è e come funziona

La donazione immobiliare è una delle soluzioni più adottate dagli italiani per trasferire la proprietà di case e altri beni immobiliari quando ancora in vita ai propri eredi. La donazione permette di risparmiare su molti oneri fiscali, al momento della successione ereditaria, ma soprattutto permette di aggiungere delle clausole per i beneficiari. Perché quindi acquistare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE