L’assicurazione auto per la donna in gravidanza

Si può guidare in gravidanza? Per tutto il periodo della gestazione? L’assicurazione auto varierà nel corso dei 9 mesi? Se vi state ponendo queste domande siete sulla pagina giusta per risolvere ogni dubbio!

Sono molte infatti le donne in dolce attesa che si interrogano sull’opportunità o meno di continuare a guidare e si chiedono se l’assicurazione auto in gravidanza resti valida per l’intero periodo di gestazione, estendendo la copertura e il risarcimento di eventuali danni fino al nono mese.

Guidare in gravidanza si può!

Per prima cosa è bene tranquillizzare le donne incinte: non è affatto sconsigliato guidare in gravidanza purché si seguano alcune accortezze e ci si dimostri più che mai prudenti. Nei primi tre mesi di attesa infatti giramenti di testa, nausea e sonnolenza possono presentarsi con una certa frequenza. Per questo motivo bisognerebbe evitare di mettersi alla guida quando ci si sente stanche e affaticate oppure concedersi un momento di sosta qualora sopraggiunga un’improvvisa spossatezza.

Cosa prevedono le compagnie assicurative?

La maggior parte delle compagnie assicurative prevede che la polizza non subisca alcuna variazione al verificarsi di una gravidanza: l’assicurazione auto copre infatti l’intero periodo di gestazione e tutela pienamente la gestante in caso di danni per responsabilità civile.

Tuttavia non mancano i casi di alcune compagnie low cost che escludono la copertura dell’assicurazione auto in gravidanza nei due mesi più vicini al parto. Si tratta, infatti, di un periodo piuttosto critico a causa delle dimensioni della pancia e della conseguente probabile mancanza di comodità al volante, anche se molte donne si sentono ancora in perfetta forma e non intendono giustamente rinunciare alla propria autonomia.

Da sfatare invece la diceria che la donna incinta sarebbe esonerata dall’uso della cintura di sicurezza. Secondo l’articolo 172 del Codice della Strada sono esentate dall’obbligo di uso delle cinture di sicurezza “le donne in stato di gravidanza sulla base della certificazione rilasciata dal ginecologo curante che comprovi condizioni di rischio particolari conseguenti all’uso delle cinture”. Queste quindi vanno indossate per legge fino al nono mese a meno che non si presentino particolari esigenze giustificate da un certificato medico.

Per poter circolare in tranquillità e sicurezza è comunque sempre consigliabile chiamare la propria compagnia e verificare se si è effettivamente coperti dall’assicurazione auto in gravidanza durante l’intero periodo.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Incidenti in moto in Italia: tutto quello che devi sapere

Nell’ultimo anno sono tornate a crescere le vittime di incidenti in moto in Italia. I dati diffusi da Istat e relativi al 2019 raccontano infatti 698 motociclisti deceduti in seguito a un sinistro. L’aumento su base annua è pari all’1,6% e testimonia, semmai ce ne fosse ancora bisogno, la pericolosità delle strade del Belpaese per

CONTINUA A LEGGERE

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE