L’assicurazione auto per la donna in gravidanza

Si può guidare in gravidanza? Per tutto il periodo della gestazione? L’assicurazione auto varierà nel corso dei 9 mesi? Se vi state ponendo queste domande siete sulla pagina giusta per risolvere ogni dubbio!

Sono molte infatti le donne in dolce attesa che si interrogano sull’opportunità o meno di continuare a guidare e si chiedono se l’assicurazione auto in gravidanza resti valida per l’intero periodo di gestazione, estendendo la copertura e il risarcimento di eventuali danni fino al nono mese.

Guidare in gravidanza si può!

Per prima cosa è bene tranquillizzare le donne incinte: non è affatto sconsigliato guidare in gravidanza purché si seguano alcune accortezze e ci si dimostri più che mai prudenti. Nei primi tre mesi di attesa infatti giramenti di testa, nausea e sonnolenza possono presentarsi con una certa frequenza. Per questo motivo bisognerebbe evitare di mettersi alla guida quando ci si sente stanche e affaticate oppure concedersi un momento di sosta qualora sopraggiunga un’improvvisa spossatezza.

Cosa prevedono le compagnie assicurative?

La maggior parte delle compagnie assicurative prevede che la polizza non subisca alcuna variazione al verificarsi di una gravidanza: l’assicurazione auto copre infatti l’intero periodo di gestazione e tutela pienamente la gestante in caso di danni per responsabilità civile.

Tuttavia non mancano i casi di alcune compagnie low cost che escludono la copertura dell’assicurazione auto in gravidanza nei due mesi più vicini al parto. Si tratta, infatti, di un periodo piuttosto critico a causa delle dimensioni della pancia e della conseguente probabile mancanza di comodità al volante, anche se molte donne si sentono ancora in perfetta forma e non intendono giustamente rinunciare alla propria autonomia.

Da sfatare invece la diceria che la donna incinta sarebbe esonerata dall’uso della cintura di sicurezza. Secondo l’articolo 172 del Codice della Strada sono esentate dall’obbligo di uso delle cinture di sicurezza “le donne in stato di gravidanza sulla base della certificazione rilasciata dal ginecologo curante che comprovi condizioni di rischio particolari conseguenti all’uso delle cinture”. Queste quindi vanno indossate per legge fino al nono mese a meno che non si presentino particolari esigenze giustificate da un certificato medico.

Per poter circolare in tranquillità e sicurezza è comunque sempre consigliabile chiamare la propria compagnia e verificare se si è effettivamente coperti dall’assicurazione auto in gravidanza durante l’intero periodo.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione appartamento: come funziona?

Il tuo appartamento è il posto accogliente dove torni dopo una lunga giornata di lavoro, dove i tuoi figli crescono, imparano, giocano, dove riposi, ti senti protetto. È fondamentale, quindi, volerlo assicurare per essere certi che sia sempre al sicuro, e voi al suo interno. Come funziona l’assicurazione appartamento? Scopriamolo insieme. Assicurazione casa: cosa è? L’assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona? Rendita vitalizia: cos’è Per rendita si intende un contratto

CONTINUA A LEGGERE

Danno patrimoniale assicurazione: cosa significa?

Danno patrimoniale assicurazione: cosa significa? Spesso, nell’ambito assicurativo, sia che si tratti di assicurazione auto, moto o casa, si parla di “danno patrimoniale” assicurazione. Cosa significa? Vediamolo nel dettaglio. Danno patrimoniale nel Codice Civile Il danno patrimoniale, secondo il Codice Civile, è una lesione che va a intaccare il patrimonio di un individuo, individuabile tramite

CONTINUA A LEGGERE

Cos’è la quietanza assicurativa, o quietanza di premio?

Cos’è la quietanza assicurativa, o quietanza di premio? Cos’è la quietanza di pagamento? E cosa significa, in ambito assicurativo? Si deve conservare? Vediamo insieme nel dettaglio. Quietanza assicurativa: cosa è La quietanza è la ricevuta del pagamento del premio e viene rilasciata dalla compagnia assicurativa al contraente (o all’assicurato). Per quietanza, in generale, si intende

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso?

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso? Un numero in calo ma sempre consistente. In Italia sono state 103.030 le automobili rubate nel 2017. I ritrovamenti (in calo dell’11,57% rispetto all’anno precedente) sono stati in tutto 49.801. Se ne ricava che più di una vettura ogni due non torna in possesso del legittimo proprietario.

CONTINUA A LEGGERE