assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Annullamento dell’assicurazione auto: quando si può e come

Prima o poi tutti ci troviamo alle prese con la sottoscrizione di un’assicurazione: che sia per un’auto, la moto o la casa, questo momento coincide con una serie di preventivi incrociati, scelta di opzioni aggiuntive e clausole da leggere che possono anche togliere il sonno.

Una volta scelta la compagnia assicurativa però il più è fatto: questo rapporto in linea di massima rimarrà infatti invariato per un anno (o per un periodo più breve), comunque fino alla scadenza della polizza.

Possono però capitare delle situazioni che portano a richiedere l’annullamento dell’assicurazione auto. Vediamo nel dettaglio quali sono le condizioni che lo permettono e come chiedere il rimborso della quota relativa al premio non goduto.

Quando è possibile richiedere il rimborso dell’assicurazione?

Per annullare l’assicurazione auto prima della naturale scadenza del contratto devono esistere determinate condizioni che riguardano lo stato di proprietà del veicolo.

Solo in quattro casi è, infatti, possibile procedere all’annullamento e quindi alla richiesta di rimborso del periodo non goduto, ovvero se il veicolo è stato:

Come richiedere il rimborso del premio non goduto

La documentazione attestante una delle condizioni appena elencate (quindi il certificato di vendita, demolizione o di esportazione all’estero) va consegnata – o inviata tramite raccomandata – alla compagnia assicuratrice, indicando i propri dati, il numero di polizza e la targa del veicolo e allegando il certificato di assicurazione e la carta verde.

Una volta che il contratto sarà chiuso sarà possibile richiedere il rimborso della quota di assicurazione pagata e non goduta.

È bene ricordare che l’annullamento della polizza implica che, alla successiva stipula per un nuovo veicolo, il contraente dovrà ripartire dalla classe di merito più alta. Si può a quel punto pensare di usufruire della Legge Bersani che permette di godere della classe di merito di un familiare convivente.

Vi ricordiamo inoltre che la polizza assicurativa può anche essere sospesa in casi quali, ad esempio, l’auto in conto vendita o la rottamazione.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Spese veterinarie 2018: quali sono?

I nostri cuccioli sono compagni di vita amatissimi, ci seguono ovunque, ci amano, giocano con noi. Vivono sotto al nostro stesso tetto. Non dobbiamo però dimenticarci mai che avere un cane o un gatto è sì un privilegio, ma anche una responsabilità. La loro salute dipende dalle nostre attenzioni. Quali sono le spese veterinarie che

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze last minute con bambini: quale meta scegliere?

Vacanze last minute con bambini: quale meta scegliere? Sappiamo tutti che le vacanze last minute possono essere una vera occasione ghiotta per viaggiare senza spendere molto. E se con noi ci sono dei bambini? Nessuna paura. Esistono moltissime destinazioni kid-friendly, perfette per essere vissute con i piccoli della famiglia!   La Svezia di Pippi Calzelunghe

CONTINUA A LEGGERE

Cane da appartamento: quale razza scegliere

Cane da appartamento: quale razza scegliere Fido è davvero il migliore amico dell’uomo! Purtroppo non tutti hanno la fortuna di vivere in una villa con giardino e, quindi, quale razza di scegliere per chi abita in un appartamento? La premessa necessaria è: non esiste una regola assoluta. I cani adorano stare vicino al padrone e

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE