assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Il protocollo d’intesa tra ComparaMeglio.it e Konsumer Italia

La partnership tra ComparaMeglio.it e Konsumer Italia nasce dall’ esigenza di certificare gli sforzi della nostra azienda in direzione del rispetto dei diritti del consumatore e delle normative vigenti in materia di privacy e trattamento dei dati personali.

Abbiamo richiesto a Konsumer Italia di visionare il nostro sito, le nostre modalità di comunicazione e il processo d’acquisto, per rendere più chiare possibili per il consumatore tutte le procedure.

Forti della consapevolezza che per offrire un servizio d’eccellenza è necessario rispettare le regole vigenti nel mercato in cui si opera, è con questa collaborazione che si vuol dare risalto alla rapidità con cui ComparaMeglio.it si è adeguata alle direttive di Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), in merito alla trasparenza del servizio offerto ai clienti.

Ben coscienti che non sono le certificazioni e i bollini di qualità ad indirizzare le scelte dei consumatori, la finalità ultima di questo protocollo è stata anche quella di ampliare il numero di servizi offerti ai nostri clienti.

DI COSA SI TRATTA

La conciliazione è una soluzione semplice e rapida, studiata da ANIA e dalle associazioni dei consumatori come via alternativa a quella giudiziaria per risolvere un’eventuale controversia sorta a seguito di un incidente d’auto.

La conciliazione permette all’assicurato di confrontarsi con la compagnia alla pari in caso di controversia. E’ un metodo che permette di ottenere un risarcimento in maniera rapida e risparmiando denaro, infatti evita di doversi rivolgere ad un avvocato e iniziare una dispendiosa causa nei confronti dell’assicurazione. Un valore aggiunto per tutti i clienti di ComparaMeglio.it, ai quali viene offerto un servizio assicurativo completo, infatti oltre alla copertura possono contare sull’assistenza di un conciliatore che si confronta direttamente con la compagnia, individuando una soluzione della controversia il più soddisfacente possibile e che tenga conto delle esigenze e dei diritti del consumatore.

Di seguito viene fornita una sintetica descrizione dell’iniziativa, rimandando per una informativa completa al regolamento della procedura di conciliazione.

CHI PUO’ RICHIEDERE LA CONCILIAZIONE

La procedura di conciliazione può essere richiesta dai consumatori esclusivamente in caso di controversie che riguardano sinistri r.c. auto con richiesta di risarcimento fino a 15.000 euro.

Il consumatore può ricorrere alla procedura di conciliazione dopo aver presentato una richiesta di risarcimento del danno e dopo aver fornito all’impresa assicuratrice competente tutte le informazioni necessarie per il suo accertamento e la sua valutazione.

La procedura si attiva se si verificano i seguenti casi:

  • quando il consumatore non ha ottenuto risposta da una impresa entro i termini previsti dalla legge;
  • se l’impresa ha rifiutato la sua richiesta di risarcimento;
  • in caso egli non abbia accettato, se non a titolo di acconto, l’offerta di risarcimento da parte della compagnia.

Inoltre, la procedura di conciliazione può essere avviata a condizione che il consumatore:

  • non abbia già incaricato altri soggetti a rappresentarlo ovvero, in caso di incarico già conferito a terzi, abbia ritirato tale incarico prima di avviare la procedura di conciliazione;
  • abbia inoltrato la richiesta di risarcimento all’assicuratore del proprio veicolo per i danni materiali e le lesioni del conducente e all’assicuratore del veicolo vettore se trasportato (nei sinistri rientranti nell’ambito della procedura per il risarcimento diretto).

COME AVVIARE LA CONCILIAZIONE

Il consumatore si rivolge ad una delle Associazioni dei consumatori che aderiscono all’accordo per richiedere informazioni e assistenza. In caso sussistano le condizioni previste dall’accordo, l’associazione fa compilare e sottoscrivere dall’utente uno specifico modulo.

Nel modulo vengono richiesti dati anagrafici, i riferimenti assicurativi essenziali, le circostanze che portano alla richiesta di conciliazione. Nel documento è altresì prevista una sezione in cui l’utente conferisce mandato al conciliatore dell’Associazione dei consumatori prescelta a transigere la controversia.

La procedura di conciliazione ha una durata massima di 30 giorni: in caso di esito positivo, le parti (conciliatore della compagnia e conciliatore dell’Associazione dei consumatori prescelta) sottoscrivono un verbale di conciliazione che ha efficacia di accordo transattivo; in caso di esito negativo, viene redatto, invece, un verbale di mancato accordo.

La procedura è totalmente gratuita per il consumatore, salvo l’eventuale costo di iscrizione all’Associazione dei consumatori prescelta.

INOLTRE

In ogni caso, qualsiasi criticità sia stata riscontrata a seguito di un sinistro, come ad esempio una errata classificazione della classe bonus malus,  una richiesta pervenuta per un sinistro mai avvenuto, un sinistro il cui valore esubera gli importi concordati in conciliazione, è bene entrare in contatto con il Conciliatore dell’associazione consumatori che potrà analizzare il caso e verificare se anche in via straordinaria dare accesso alla procedura.