Risarcimento danno: come funziona

Per risarcimento danno si intende la somma pagata dall’assicurazione al suo assicurato quando nel sinistro si verifica uno dei danni coperti dalla polizza auto stipulata.

La procedura del risarcimento danno prende il via con la denuncia del sinistro alla propria società assicurativa entro i tre giorni successivi all’incidente.

In caso di incidente lieve tra due automobili italiane verificatosi in Italia, le nuove norme sul risarcimento diretto consentono di ottenere il risarcimento dalla propria compagnia assicurativa anche nel caso il modulo di constatazione amichevole d’incidente (Cai) non sia stato firmato da entrambi le parti. In questo caso, il risarcimento danni avverrà entro 60 giorni.

Nel caso in cui si verifichi l’accordo tra le parti e il Cai presenti entrambi le firme degli automobilisti coinvolti nell’incidente, si potrà ottenere il risarcimento della propria compagnia entro 30 giorni.

Nel processo di risarcimento danni il perito svolge un ruolo fondamentale.

Soggetto terzo rispetto alle parti coinvolte nel sinistro, il perito determina la valutazione e la relativa quantificazione economica del danno. Tramite la perizia dunque l’assicurazione è in grado di quantificare l’importo da proporre all’assicurato.

La proposta di risarcimento danni può essere accettata o rifiutata. In caso di rifiuto si può decidere di procedere in giudizio.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

RCA familiare e Legge Bersani: quali sono le differenze?

Tra le più attese auto novità 2020 c’è l’introduzione della RCA familiare. In vigore dal 16 febbraio 2020, questo provvedimento estende i benefici della Legge Bersani assicurazione auto. Vediamo in cosa consiste la RC Auto familiare e quali sono le differenze con la Legge 40/2007. Cos’è la RCA Familiare La modifica dell’art. 134 del Codice

CONTINUA A LEGGERE

Come disdire assicurazione auto dopo l’abolizione del tacito rinnovo

Disdire l’assicurazione auto non è più una procedura obbligatoria per cambiare compagnia. L’abolizione del tacito rinnovo assicurazione permette infatti di non comunicare più alla propria compagnia la volontà di trasferire altrove la propria polizza RC Auto. Vediamo dunque come si può, già dal dicembre 2013, cambiare compagnia senza tacito rinnovo. Tacito rinnovo: significato e abolizione

CONTINUA A LEGGERE

Danni caduta alberi: chi li risarcisce?

La caduta alberi è un evento sempre più frequente a causa dei cambiamenti climatici. In caso di piogge abbondanti o forte vento, il pericolo caduta alberi aumenta mettendo a repentaglio anche i veicoli in sosta. Se si verifica la caduta di un albero su un’automobile, chi paga i danni? La prima tutela per gli automobilisti

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Calcolo rata mutuo: come fare

Il calcolo rata mutuo è una procedura indispensabile per chiunque si appresti a richiedere un finanziamento per acquistare l’immobile. Prima di chiedere un mutuo, infatti, è molto utile calcolare in anticipo l’entità della rata che si sarà chiamati a versare mensilmente. Scopriamo come si calcola rata mutuo e quali sono i simulatori mutuo più semplici

CONTINUA A LEGGERE

Preventivo assicurazione auto: come calcolarlo e risparmiare sulla RCA

La ricerca di una polizza RC Auto conveniente passa attraverso il miglior preventivo assicurazione auto. Sul mercato sono presenti le offerte di tutte le compagnie assicurative: come rintracciare quella migliore? La prima considerazione da fare è banale: non esiste la migliore, ma solo quella più adatta alle proprie esigenze. Per risparmiare sulla RC Auto obbligatoria,

CONTINUA A LEGGERE

RC Auto familiare: 5 cose da sapere

La RC Auto familiare è la grande novità del 2020 sul tema assicurazione auto. Introdotto dalla modifica dell’articolo 134 del Codice delle Assicurazioni Private (CAP), questo provvedimento estende e migliora i benefici della Legge Bersani. L’epicentro della norma è la ereditarietà della classe di merito. Chi può aderire e cosa bisogna sapere sulla Rca familiare? Cos’è

CONTINUA A LEGGERE

Indennizzo diretto: cos’è, come funziona

L’indennizzo diretto prevede la possibilità di richiedere il risarcimento danni direttamente alla propria compagnia assicurativa. La norma del risarcimento diretto è stata introdotta dal 1° febbraio 2007 per effetto del Decreto Bersani e trova riscontro nell’art 149 codice assicurazioni. L’art 149 cda spiega che “in caso di sinistro tra due veicoli a motore identificati ed assicurati per

CONTINUA A LEGGERE