Il recesso, modalità e tempi

Il recesso dall’assicurazione consiste nella facoltà delle parti di ritirarsi dal contratto di assicurazione sottoscritto.

Si può decidere di recedere da un contratto di assicurazione in seguito a un sinistro o per passare ad un’altra compagnia oppure semplicemente per disdire la polizza a proprio carico.

Dopo un sinistro il recesso dal contratto è possibile nei casi previsti dalle varie clausole, fino a sessanta giorni dal pagamento o dal rifiuto di indennizzo.

Nel caso dell’assicuratore tali clausole non devono essere considerate vessatorie nei confronti dell’assicurato. La compagnia assicurativa deve, inoltre, dare un preavviso di recesso di almeno trenta giorni rispetto alla data di recesso e deve essere rimborsato il cliente assicurato per la parte del premio netto relativa al periodo di tempo non coperto.

L’assicurato può, invece, inviare la lettera di disdetta almeno trenta giorni prima della scadenza. Nel caso particolare in cui il premio assicurativo sia aumentato più del tasso di inflazione, il recesso dall’assicurazione da parte del cliente assicurato può essere dato anche entro il giorno di scadenza. Le comunicazioni di disdetta e di recesso sono effettuate mediante raccomandata con ricevuta di ritorno.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE